Piazza Affari, i titoli da comprare e da shortare

2 Luglio 2018, di Redazione Wall Street Italia

Dopo un avvio d’anno positivo, dal punto di vista tecnico Piazza Affari mostra una evidente inversione della forza relativa a partire da metà maggio, con le tensioni sui nostri titoli di Stato il cui rendimento è schizzato verso l’alto nel giro di pochissimi giorni. Male anche le principali borse Europee: Dax (-4.78%) Madrid (-4.53%) Parigi (+0.21%) Atene (-6.77%).

Il Ftse Mib – segnala l’analista di Sos Trader Pietro Di Lorenzo nella sua nota settimanale – “disegna una black spinning top che chiude  la miglior seduta delle ultime 5.  L’indice archivia i primi sei mesi dell’anno in ribasso dell’-1.04% con 2 mesi chiusi con il segno “+” (Gennario +7.57% e Aprile +7%) e 4 con il “-“ (Febbraio -3.83% Marzo -0.87% Maggio -9.15% e Giugno -0.75%)”.

Fra i titoli del FtseMib40 primeggia no Moncler 49,54%, Ferrari +33,22% Tenaris 19,41%, Eni 15,26% e Poste Italiane 4,26%.  Soffrono invece: Banca Generali -23,07% Prysmian -21,55% Banca Mediolanum -19,54% Cnh Industrial -18,57% Azimut Holding -17%.

L’indice protagonista dei primi 6 mesi dell’anno è il NASDAQ (+8.7%) con Amazon e Apple che hanno aggiornato nuovi massimi e Facebook che recupera quasi il 30% dopo lo scandalo Cambridge Analitica.

Meno  brillante il Dow Jones -2% e S&P500 +1.6% mentre l’effetto dazi si ripercuote pesantemente sulla borsa cinese (-16% da inizio anno). Prosegue il rally del petrolio (+22%) mentre è clamoroso il tonfo del Bitcoin (che si deprezza del 57%) e delle valute  dei Paesi emergenti: lira turca, peso argentino, rupia indiana.

I temi del secondo semestre saranno sul fronte locale le misure che utilizzerà il governo per dare copertura finanziaria a reddito di cittadinanza e Flat Tax; mentre su quello mondiale il timore è sulle ricadute economiche della pressione di Trump sui dazi.

Operativamente, secondo i graficisti, “ci attende una settimana con volumi in contrazione a causa della chiusura dei mercati Usa di martedì (parziale) e mercoledì (totale) che affrontiamo detenendo in portafoglio un titolo del settore del lusso“.

Piazza Affari al bivio nel terzo trimestre

Gli analisti di SOS Trader fra le idee di trading segnalano:

  • PRYSMIAN potrebbe essere uno dei titoli più volatili in vista dell’aumento di capitale. I prezzi rimbalzano  dal supporto in area 20€. Possibile una ulteriore reazione verso la chiusure del gap 22.82€.
  • CAMPARI disegna una Long white che tocca nuovi massimi assoluti a 7.095€. Il superamento di questo livello, potrebbe calamitare nuovi acquirenti.
  • SAIPEM mostra una inversione della forza relativa archiviando la terza settimana positiva nelle ultime 4. I prezzi si riportano a contatto con la resistenza psicologica dei 4€: una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista.
  • ANIMA disegna un potenziale doppio minimo in area 4.4€. Possibile assistere a un tentativo di rimbalzo da questi livelli.
  • IMPREGILO mostra timidi segnali di reazione archiviando la seconda settimana positiva nelle ultime 3. I prezzi sono ingabbiati da 32 sedute all’interno del rettangolo sviluppato fra area 2.1 e 2.3€: la fuoriuscita dei prezzi da questo box, innescherà un violento movimento direzionale.