Mercati puntano sul Bremain. Boom di acquisti sulla sterlina

23 Giugno 2016, di Laura Naka Antonelli

MILANO (WSI) –  L’azionario globale sembra continuare a scommettere sulla vittoria del fronte “Remain” nel referendum sul Brexit, che si terrà oggi, dunque su un esito che è stato già ribattezzato Bremain.

Urne aperte nel Regno Unito dalle 7 (le 8 in Italia) fino alle 22 (le 23 in Italia). L’esito dovrebbe conoscersi alle 3 del mattino di venerdì 24 giugno (4 del mattino in Italia), anche se i risultati ufficiali saranno comunicati alle 7 ora locale (le 8 in Italia).

Banche e analisti finanziari di tutto il mondo consigliano agli investitori di fare trading con cautela, causa l’elevata volatilità presente sui mercati. Così la nota di UBS Global Research: “Mentre la sterlina potrebbe far fronte a pressioni significative, l’euro potrebbe essere più stabile. Le valute rifugio (franco svizzero e yen) dovrebbero beneficiare, ma le risposte delle autorità ai movimenti potrebbero ridurre velocemente la loro forza. Crediamo che i  tassi dei  bond dei paesi core dell’ Eurozona possano scendere in modo notevole (di 10-40 punti base) e forse anche di più negli Usa”.

“Leave or not to leave, this is the question”. Con questo dubbio i cittadini inglesi il 23 giugno sono chiamati alle urne per decidere se rimanere o meno all’interno dell’Unione Europea. Il referendum sull’eventuale Brexit nelle ultime settimane è stato uno dei temi più caldi del mercato, con gli investitori internazionali innervositi dai possibili risvolti di un’uscita della Gran Bretagna dall’UE.

In un contesto di scarsa liquidità, il risultato del sondaggio YouGov, comunicato dopo la chiusura dei seggi, sembra dar ragione ai mercati.

Avrebbe trionfato il fronte “Remain” con il 52% dei voti, rispetto al 48% del fronte Leave. Immediata la reazione della sterlina, che ha testato un nuovo massimo del 2016 superando anche la soglia di $1,51.

Per rispondere alle esigenze degli investitori italiani, FinanzaOnline TV, canale video dell’omonimo portale del gruppo Triboo Media, che tramite Html.it controlla anche Wall Street Italia, ha organizzato in collaborazione con ActivTrades, broker specializzato nel trading su forex, CFD, azioni e materie prime, una diretta video in streaming gratuita da Londra.

In onda dalle ore 9:30 alle 10:30 del mattino venerdì 24 maggio, lo streaming di FinanzaOnLine TV analizzerà con alcuni dei più brillanti analisti e trader italiani la reazione e le prospettive dei mercati finanziari dopo l’esito del voto. A fare il punto sui mercati e le loro prospettive saranno: Antonio Cioli Puviani, Giovanni Lapidari, Marco Tosoni e Carlo Vallotto. I trader metteranno a disposizione le loro conoscenze, analizzando tutte le asset class del mercato, dagli indici azionari europei ed americani, passando per le valute più esposte al voto fino alle materie prime come petrolio e oro.

“La possibile Brexit sta tenendo i mercati con il fiato sospeso ormai da settimane”, ha evidenziato da Londra Carlo Alberto De Casa, Chief Analyst e responsabile del desk italiano di ActivTrades, secondo cui quello del 23 giugno “è un evento epocale, con grandi rischi per il Regno Unito e potenzialmente anche per l’Europa”.

Sul mercato dei titoli di stato, occhio al trend dello spread BTP-Bund e dei tassi sui BTP e sui Bund.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:01

La sterlina sfida i ribassisti e riporta una performance positiva sul dollaro.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:04

Occhio, tra le banche italiane, al titolo Banco Popolare, che ha reso noto di aver concluso con successo l’operazione di aumento di capitale da 1 miliardi di euro, richiesta dalla Bce per completare la fusione con Banca Popolare di Milano. Banco Popolare ha reso noto che gli azionisti hanno sottoscritto il 99,4% delle nuove azioni emesse. Da segnalare tuttavia, come emerge dal grafico, che il titolo ha perso quest’anno ben -70% del suo valore. 

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:07

Indice Stoxx Europe 600 ha avviato la sessione in rialzo +0,42%. Sessione per lo più positiva in Asia, dove l’indice Nikkei 225 della Borsa di Tokyo ha chiuso con un rialzo +1,07%; Hong Kong +0,36%, al momento Shanghai -0,38%. Sidney +0,19%, Seoul -0,29%. La sterlina ha fatto un bel balzo dalla scorsa settimana, attestandosi sul dollaro a $1,4790 nelle contrattazioni asiatiche, rispetto a un valore vicino a $1,40 della settimana scorsa. 

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:07

Positivi i principali indici azionari europei. Sotto pressione invece la borsa di Zurigo.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:08

Buona la performance della borsa di Londra.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:15

I titoli migliori dell’azionario europeo.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:42

Alle 9.35 ora italiana, il titolo Banco Popolare segna un rialzo +2,53%, a 2,918 euro. Bene anche gli altri bancari scambiati a Piazza Affari. Unicredit +0,79%. Banco Popolare ha comunicato di aver chiuso l’operazione di aumento di capitale da 1 miliardo di euro – richiesta dalla Bce – con successo.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 20169:56

Banco Popolare si conferma tra i titoli migliori di Piazza Affari, dopo la notizia relativa all’aumento di capitale conclusosi con successo.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201610:29

La sterlina è in lieve rialzo anche nei confronti dell’euro stamattina, attorno a 1,3050 euro, rispetto agli 1,3015 delle contrattazioni overnight. Yujiro Goto, strategist del mercato valutario presso Nomura spiega comunque che “se i sondaggi successivi al voto suggeriranno che il fronte “Leave” è in vantaggio, allora potremmo assistere al calo della sterline. Ci troviamo in condizioni dense di sfide,   

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201610:50

Si conferma positivo il tono sui mercati azionari europei.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201610:52

Corona norvegese in rialzo dopo l’annuncio della Banca centrale di lasciare il tasso di riferimento invariato allo 0,5%. La banca ha affermato tuttavia che la corona è più forte di quanto atteso e che dunque i tassi potrebbero essere tagliati ancora quest’anno. 

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201611:23

La sterlina riduce i guadagni dopo essere salita nelle contrattazioni asiatiche fino a $1,4844, al record del 2016. Il balzo è stato scatenato dalla diffusione di diversi sondaggi, durante la notte. Al momento scambia attorno a $1,4777.

Sterling against the dollar in 2016

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201611:25

In caso di concretizzarsi dello scenario Brexit Kit Juckes, della banca francese Société Générale -SocGen -, così commenta: “Una eventuale decisione del Regno Unito di lasciare l’Ue è negativa per il sentiment sul rischio a livello globale, positiva per lo yen, negativa per la sterlina, l’euro e le valute ad elevato beta, particolarmente per quelle dell’Europa centrale e orientale”. Nel caso di vittoria del “Leave”, crediamo che la sterlina scenderà velocemente tra $1,30-$1,35 e guardiamo a un’ulteriore eventuale caduta a $1,20-$1,25″.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201611:27

Boom per l’indice Ftse Mib, che registra un balzo +2,68%, a 17.787,39 punti, trainato dalle banche. Milano è la Borsa più dinamica ma non è certo l’unica a rendersi protagonista di una gran bella seduta. Molto bene fa anche Francoforte, con l’indice Dax in rialzo del 2,17% a 10289,46. Forte il balzo pure di Parigi (+2,06% per il Cac 40 a 4470,22) e Amsterdam (+2,13% a 450,67 per l’indice Aex). Più contenuto il progresso di Madrid, che paga le tensioni in vista delle elezioni anticipate del 26 giugno. L’Ibex guadagna l’1,68% a 8848,20 punti. L’indice di riferimento europeo delle blue chip Eurostoxx 50 avanza del 2,06% a 3039,61 punti.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201611:54

Trend decisamente positivo per i futures sugli indici azionari Usa.

Daniele Chicca 23 Giugno 201612:02

Sul valutario continua il momento positivo della sterlina, che ha toccato oggi il suo livello più alto dell’anno a 1,4875 dollari, a dimostrazione del fatto che i mercati scommettono forte sulla Bremain. “Utilizzanfo i mercati statunitensi come la misura più liquida di performance, riscontriamo che azioni e redimenti delle obbligazioni sono positivamente correlati con la sterlina”, ha dichiarato al Financial Times Bilal Hafeez, analista di Nomura.

Anche l’euro è in rialzo dello 0,8% a 1,1383 dollari. “Sarà una giornata molto lunga”, commentano Mike van Dulken e Augustin Eden di Accendo Markets. I sondaggi pubblicati nella notte suggeriscono che il risultato potrebbe essere molto stretto anche se un recente movimento a favore della permanenza nella Ue sembra far migliorare l’umore nei primi scambi del mattino”.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201613:30

La propensione al rischio si traduce oggi nelle vendite sui Bund, con i rendimenti decennali che sono schizzati al record in tre settimane, allo 0,10%, dopo essere scesi nelle ultime sessioni anche sotto lo zero per la prima volta nella storia.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201614:04

Boom di acquisti sulla sterlina dopo i recenti sondaggi che continuano a fare il fronte Remain in vantaggio. La valuta britannica ha superato la soglia dei $1,49, attestandosi ai nuovi record del 2016 e manca poco perchè tocchi $1,4950.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201614:09

Acquisti su tutti i mercati azionari europei. A Piazza Affari, il Ftse Mib vola +2,94%, a quota 17.832,15 punti. Boom di buy sulle banche, con Mps +3,35%, Bper +5,07%, BPM +6,27%, BP +6% circa, Intesa oltre +4%, Ubi Banca +6,28%, Unicredit +4,96%, Mediobanca +5,59%. Tra i titoli di altri settori bene Cnh Industrial +3,88%, Eni +2,34%, Exor +3,47%, Telecom Italia +5%,  Saipem +3,20%.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201614:19

Positivo il trend dei futures sui principali indici azionari Usa, con quelli sul Dow Jones che volano di quasi +150 punti.

Daniele Chicca 23 Giugno 201615:35

Un bel grafico per capire quanto il mercato ormai creda nella vittoria del fronte dei Remain. Il costo per assicurarsi contro eventuali sbalzi di prezzo nella prossima settimana è sceso nettamente. Significa che gli investitori sono meno preoccupati circa un eventuale scoppio di una crisi della sterlina. C’è meno paura di una Brexit.

Daniele Chicca 23 Giugno 201616:48

Le Borse stanno perdendo slancio mentre si avvicina la conclusione delle contrattazioni. La Borsa di Londra in particolare ha ridotto i guadagni al +0,3% a 6.278 punti. Anche i guadagni della sterlina nei confronti del dollaro si sono ridotti gradualmente. In precedenza il listino FTSE 100 era in progresso di anche più di 100 punti. I massimi di seduta sono stati testati a quota 6.371. La divisa britannica è in rialzo dello 0,7% a 1,4810 dollari, ma a inizio giornata era anche arrivata a sfiorare 1,4950 dollari ($1,4948).

Daniele Chicca 23 Giugno 201617:08

Il mercato si sta innervosendo sul finire di giornata, nella consapevolezza che a prescindere dal risultato di stanotte, la seduta di domani sarà molto più nervosa nelle sale operative. Sia che si tratti di un crollo di azioni e sterlina post brexit, sia si trattati dell’evento opposto, con gli investitori che torneranno a comprare in massa.

Daniele Chicca 23 Giugno 201618:10

Gran bel balzo di Piazza Affari, che le vale il titolo di migliore Borsa d’Europa oggi. Il listino italiano ha terminato la seduta con l’indice FTSE/MIB a +3,71%, dopo un’impennata decisiva a metà mattinata. Listino completamente positivo, hanno trascinato il comparto bancario, Exor, Telecom e STM.

Daniele Chicca 23 Giugno 201618:10

Positive anche le altre Borse europee con Londra la meno convinta ma comunque grazie a uno strappo sul finale in buon progresso (+1,2%). Il rialzo dell’indice EuroStoxx50 è stato pari al +1,88%, in una seduta positiva caratterizzata dall’aumento della fiducia degli investitori sul risultato del referendum per la Brexit. Listino quasi completamente positivo trascinato dai titoli bancari, Eni, Orange, Volkswagen e Generali. In controtendenza AB Inbev.

Daniele Chicca 23 Giugno 201618:11

Tra gli altri mercati, il tasso di cambio euro dollaro al momento scambia in area $1,1380, mentre il petrolio Wti sale dell’1% a 49,6 dollari al barile. La sterlina riduce i guadagni sul dollaro a +0,7%.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201623:46

Boom di acquisti sulla sterlina dopo la diffusione del risultato del sondaggio YouGov, che dà in vantaggio il fronte Remain. L’accelerazione rialzista ha portato la valuta a balzare sul dollaro a $1,50, al nuovo record del 2016 e per la prima volta da dicembre. Ben acquistato anche l’euro, che sul dollaro è balzato oltre $1,14. I futures sul FTSE 100, indice di riferimento della Borsa di Londra, indicano un avvio in rialzo +90 punti circa. Michael Hewson di CMC Markets ha così commentato: “proprio poco prima della chiusura dei soggi le scommesse di denaro sui mercati hanno scatenato il balzo dei futures del mercato azionario e della sterlina. Con l’annuncio dell’esito del sondaggio YouGov, i futures sul Ftse 100 scambiano sopra 6.425 punti, dopo aver chiuso la sessione di oggi a 6338”.

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201623:55

La propensione al rischio scatena la vendita delle cosidette valute rifugio, come indica il grafico di Bloomberg.

Risk On for Remain

Laura Naka Antonelli 23 Giugno 201623:57

In attesa dell’avvio delle contrattazioni dei mercati europei, la sterlina si rivela la migliore valuta sul mercato dei cambi.