Mercati, banche spingono Piazza Affari ma si teme “choc monetario”

11 Maggio 2017, di Daniele Chicca

Azionario europeo incerto con Piazza Affari che si mette in evidenza. In Asia la Borsa Tokyo continua a salire e si porta in prossimità del record di 20 mila punti: investitori incoraggiati dal balzo dell’avanzo delle partite correnti. Tra gli altri mercati euro poco mosso, l’oro interrompe la striscia negativa e il petrolio prosegue il rimbalzo avviato ieri, quando ha guadagnato circa il +3%. Anche se Mario Draghi ha sottolineato che la crescita sta “chiaramente migliorando” in area euro, la Bce ha avvertito che il mercato del lavoro in Eurozona è in una situazione molto più drammatica di quanto si pensi, con il tasso di disoccupazione effettivo pari al doppio di quello riportato nei dati ufficiali (18 e non 9,5%). Intanto il chief economist di Goldman Sachs ha avvertito che la Fed potrebbe provocare uno “choc monetario”.

Tornando a Piazza Affari, una carrellata di trimestrali aiuta il listino milanese ad estendere i timidi rialzi messi a segno ieri. All’interno del comparto finanziario se da un lato convincono i conti trimestrali di UniCredit (profitti raddoppiati a 900 milioni e riduzione importante dei crediti deteriorati iscritti a bilancio) e Mediobanca, dall’altro Generali ha visto un calo dell’utile. Il gruppo triestino punta sul risparmio gestito: obiettivo 500 miliardi di attivi entro il 2020 in Europa grazie a una nuova piattaforma di asset management. Aiuta anche il clima più sereno nel comparto dopo che Ubi Banca ha inglobato tre delle quattro banche regionali salvate con il piano di bail-in (CariChieti, Banca Etruria e Banca Marche).

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 11 Maggio 20179:50

Con un balzo di quasi il +4% UniCredit si porta in vetta all’indice panereuropeo Stoxx 600. La banca ha registrato un utile trimestrale vicino al miliardo di euro. Oggi sono stati pubblicati anche i conti di Credit Agricole, Mediobanca e Ubi Banca. L’istituto francese ha visto i profitti netti salire di quattro volte su base annuale grazie all’incremento delle attività di trading.

Daniele Chicca 11 Maggio 20179:51

In generale l’azionario sta salendo, anche se senza grande slancio, favorito oltre che dalle notizie positive che arrivano dal settore bancario dal rimbalzo del petrolio avviato ieri. L’oro intanto prova a portarsi in territorio positivo e interrompere una striscia negativa di sei sedute.

Daniele Chicca 11 Maggio 20179:57

Un problema per i rialzisti potrebbe essere l’avvio di un ciclo di rialzo dei tassi più rapido del previsto o per lo meno di quello scontato dai prezzi di mercato. Le trimestrali societarie positive e i dati sul mercato del lavoro segnalano un’economia in salute nonostante la battuta d’arresto del Pil nel primo trimestre, definita dalla stessa Fed un rallentamento passeggero. Ora i mercati presteranno massima attenzione ai commenti che faranno i funzionari della banca centrale. Loretta Mester della Fed di Cleveland potrebbe essere stata solo la prima di una lunga serie di esponenti del braccio di politica monetaria ad assumere un atteggiamento da falco.

Persino Eric Rosengren, un tempo una delle colombe del board, ha avvertito che la banca centrale rischia di alzare il piede dall’acceleratore delle manovre espansive troppo tardi e che deve agire per evitare un surriscaldamento dell’economia. Ancora non è chiaro quante saranno le strette monetarie quest’anno ma per quella di giugno ci sono più di due possibilità su tre secondo i future sui Fed Funds. Secondo il chief economist di Goldman Sachs Hatzius, tuttavia, i mercati finanziari dovrebbero prepararsi a uno “choc monetario” con la banca centrale che prepara un numero di rialzi dei tassi guida molto più numeroso del previsto. “Vedremo una media di 3-4 rialzi l’anno fino alla fine del 2019”, rispetto alle attese di mercato che sono per massimo uno-due strette monetarie.

Daniele Chicca 11 Maggio 201710:12

Oggi in Inghilterra è il Super Thursday: la Banca centrale del paese annuncerà la sua decisione sui tassi e le nuove stime sull’inflazione. Ecco come si sta muovendo la sterlina in attesa delle novità:

Daniele Chicca 11 Maggio 201710:33

Sui mercati energetici il prezzo del petrolio continua la fase di rimbalzi avviata ieri dopo che il greggio aveva subito una serie di cali che lo avevano portato sotto i 44 dollari al barile (contratto Wti). Oggi l’oro nero viene favorito dalle indiscrezioni secondo cui i paesi esportatori dell’Opec e anche quelli che non fanno parte del cartello avrebbero trovato un accordo per estendere il piano di riduzione dei barili prodotti di altri sei mesi oltre la data di giugno prestabilita.

Daniele Chicca 11 Maggio 201710:36

Non si ferma la corsa dei prezzi del Bitcoin: il valore ha superato anche la barriera dei 1.800 dollari a un nuovo massimo assoluto. Prosegue a un ritmo esponenziale il rincaro della criptovaluta: basti pensare ch sin soli quattro giorni di scambio la capitalizzazione di mercato di una moneta ancora illegale nella maggior parte dei paesi è salita di 3 miliardi di dollari.

Daniele Chicca 11 Maggio 201710:54

Continua anche la corsa di UniCredit, che al momento registra un progresso superiore al +4%. Ad aiutare i risultati trimestrali, che hanno visto 907 milioni di euro di utili, sono stati l’incremento delle commissioni e il buon andamento delle attività di wealth management e di trading. 

Daniele Chicca 11 Maggio 201711:40

Sul fronte obbligazionario intanto la volatilità dei mercati Usa è scesa ai minimi da agosto 2014: è un segnale del fatto che i trader di Treasuries sono più ottimisti dopo la riunione della Fed della settimana scorsa e la vittoria di Macron nelle elezioni presidenziali francesi. Nei giorni scorsi l’indice Vix sul mercato azionario era scivolato addirittura ai minimi dal 1993.

Sotto è riportato il grafico dell’indice MOVE, il Merrill Lynch Option Volatility Estimate, che viene calcolato in base all’andamento dei contratti di Treasuries (da 2 a 30 anni) scambiati nel mercato delle opzioni over-the-counter. L’indicatore è sceso a quota 55,2203 punti martedì, ai minimi di quasi tre anni. Ieri il rendimento del bond decennale del Tesoro Usa scambiava in area 2,5%.

Daniele Chicca 11 Maggio 201711:46

Le Borse europee intanto stanno perdendo forza. Il rimbalzo delle materie prime e in particolare del petrolio aiuta i gruppi attivi nel settore. Dal punto di vista tecnico, sottolinea Bloomberg, l’indice EuroStoxx 600 è salito sopra un livello (in prossimità dei record assoluti) che indica come potrebbe essere giunto il momento di tirare il fiato dopo la corsa delle ultime sedute. Le trimestrali societarie sin qui sono state nel complesso positive, basti pensare ai casi di Telefonica, Maersk e UniCredit.

Daniele Chicca 11 Maggio 201711:57

Le Borse europee intanto stanno perdendo forza. Il rimbalzo delle materie prime e in particolare del petrolio (Brent +1,25% a $50,85) aiuta i gruppi del settore. Dal punto di vista tecnico, sottolinea Bloomberg, l’indice EuroStoxx 600 è salito sopra un livello (in prossimità dei record assoluti) che indica come potrebbe essere giunto il momento di tirare il fiato dopo la corsa delle ultime sedute. Le trimestrali societarie sin qui sono state nel complesso positive, basti pensare ai casi di Telefonica, Maersk e UniCredit.

Daniele Chicca 11 Maggio 201712:01

In Usa si prevede un avvio sottotono per le Borse dopo la seduta interlocutoria di ieri. L’indice della volatilità Vix ha chiuso sotto 11 punti per la tredicesima seduta di fila, un record.

Daniele Chicca 11 Maggio 201712:39

Petrolio sempre in rialzo sulle piazze internazionali, dopo le indiscrezioni secondo cui l’accordo sui tagli alla produzione raggiunto dai grandi paesi produttori di petrolio appartenenti all’Opec e non Opec sarà esteso di ulteriori sei mesi. L’accordo, deciso per la prima volta lo scorso anno, per ora è valido per i primi sei mesi del 2017. I prezzi oggi rimbalzano sui mercati con il contratto del Brent che fa +1,25%.

Tuttavia non bisogna farsi illusioni, secondo Bank of America Merrill Lynch. Gli analisti hanno infatti ridotto le sue previsioni sul prezzo del petrolio, sottolineando l’esistenza di una “cruda realtà”. “Le riserve sono ancora troppo alte e l’offerta in Usa è destinata a recuperare più velocemente di quanto ci aspettassimo”. La stima del prezzo del Brent è stata tagliata da 61 a 54 dollari il barile per il 2017 e da 65 a 56 dollari per il 2018.

Daniele Chicca 11 Maggio 201713:23

I tassi rimangono invariati allo 0,25% e la sterlina si indebolisce sul Forex, ma la Banca d’Inghilterra ha rivisto le stime sull’inflazione e ora prevede che tocchi il picco al 2,82% alla fine di quest’anno. Prima le stime erano per un tasso del 2,75% nella seconda parte del 2018. La banca ha fatto sapere che i tassi di interesse potrebbero essere alzati “in qualche modo di più” di quanto si aspettano i mercati. I tassi di interesse potrebbero dover essere aumentati prima della fine del 2019.

Daniele Chicca 11 Maggio 201713:28

La Banca d’Inghilterra ha abbassato le stime sull’economia britannica all’1,9% nel 2017, contro il +2% di febbraio. La crescita per il 2018 è stata invece rivista al rialzo all’1,7% dall’1,6% e nel 2019 all’1,8% dall’1,7%.

Daniele Chicca 11 Maggio 201713:32

I tassi rimangono invariati allo 0,25% e la sterlina si indebolisce sul Forex, ma la Banca d’Inghilterra ha rivisto le stime sull’inflazione e ora prevede che tocchi il picco al 2,82% alla fine di quest’anno. Prima le stime erano per un tasso del 2,75% nella seconda parte del 2018. 

La banca ha fatto sapere che i tassi di interesse potrebbero essere alzati “in qualche modo di più” di quanto si aspettano i mercati. I tassi di interesse potrebbero dover essere aumentati prima della fine del 2019. Sul valutario la sterlina tocca i minimi di un mese sul dollaro e di seduta sull’euro.

Daniele Chicca 11 Maggio 201713:34

A inizio pomeriggio dopo la decisione della Banca d’Inghilterra le piazze dell’azionario europeo continuano a pendere dal lato dei rialzi.

Daniele Chicca 11 Maggio 201713:34

A inizio pomeriggio dopo la decisione della Banca d’Inghilterra le piazze dell’azionario europeo pendono appena dal lato dei rialzi.

Daniele Chicca 11 Maggio 201714:38

Le ultime novità giunte dal fronte macro Usa non spostano un gran che l’andamento dei principali mercati. Il numero di americani che ha fatto una nuova richiesta di sussidio di disoccupazione è calato di due mila unità la settimana scorsa a quota 236 mila. I sussidi continuativi di disoccupazione sono invece scesi ai minimi da novembre 1988 durante la settimana precedente.

In aprile i prezzi alla produzione sono saliti dell 0,5% in Usa su base mensile mentre sono in rialzo del 2,5% negli ultimi dodici mesi: è la crescita più marcata da febbraio 2012.  Sui mercati il dollaro consolida i moderati progressi nei confronti di euro e sterlina, ma lo yen guadagna terreno sul biglietto verde. I future sui principali indici della Borsa Usa scambiano in ribasso dello 0,2-0,3% quando manca meno di un’ora al suono della campanella a Wall Street.

Daniele Chicca 11 Maggio 201715:31

Continua il momento difficile della sterlina dopo la riunione di politica monetaria della Bank of England. La valuta britannica, che scambiava a $1,2926 prima della decisione sui tassi di interesse, lasciati invariati allo 0,25%, passa di mano a 1,2861 dollari Usa al momento in calo dello 0,6% rispetto al riferimento.

Daniele Chicca 11 Maggio 201715:33

Wall Street si prende una pausa di riflessione dopo che il Nasdaq ha allungato a cinque la striscia di sedute positive di fila. Il Dow Jones cede circa 100 punti. Tra i singoli spicca il ribasso di Macy’s dopo che i profitti trimestrali hanno deluso di molto le attese.

Daniele Chicca 11 Maggio 201716:18

L’indice paneuropeo EuroStoxx 600 ha toccato i minimi di giornata.

Daniele Chicca 11 Maggio 201716:19

Sul valutario con Wall Street negativa il dollaro ha accelerato al ribasso nei confronti dello yen.

Daniele Chicca 11 Maggio 201716:20

Si fa più pesante il calo di Snap in Borsa dopo che la matricola di Wall Street ha riportato conti disastrosi nel primo trimestre da quando l’App di messaggeria e video ha fatto il suo ingresso nel mercato americano. I ricavi e la crescita degli utenti hanno fatto peggio delle attese.

Daniele Chicca 11 Maggio 201716:21

Si fa pesante il calo di Snap in Borsa dopo che la matricola di Wall Street ha riportato conti disastrosi nel primo trimestre da quando l’App di messaggeria ha fatto il suo ingresso nel mercato americano. I ricavi e la crescita degli utenti hanno fatto peggio delle attese.

Daniele Chicca 11 Maggio 201716:59

I fattori dietro al ribasso di Wall Street possono essere diversi: il declassamento di sei banche canadesi da parte di Moody’s, il rischio stagflazione evidenziato dai prezzi alla produzione di aprile, la perdita di fiducia nelle promesse di Trump, i conti scoraggianti di Macy’s o molto più semplicemente una pausa tecnica dopo la corsa degli ultimi giorni.

Fatto sta che come si vede bene nel grafico sotto riportato oggi il Dow Jones è tornato sui livelli ai quali scambiava prima del primo turno delle presidenziali francesi, quando la vittoria di Macron aveva alimentato l’ottimismo sul futuro politico in Europa dando via a una serie di acquisti. L’indice Vix è rimbalzato in area 11 punti.

Daniele Chicca 11 Maggio 201717:50

Piazza Affari chiude sotto la parità. Il Ftse Mib chiude a -0,4%, virando in negativo dopo una mattinata al rialzo. Ultima del listino Generali, che risente dei risultati inferiori alle attese: l’utile netto è risultato in flessione del 9% a 535 milioni (consensus fermo a 603,4 milioni). Male anche Yoox e Ubi Banca. In rialzo invece Unicredit che ha evidenziato risultati trimestrali superiori alle attese. Bene anche Leonardo e Mediobanca.

Daniele Chicca 11 Maggio 201717:51

In ribasso anche le altre Borse europee: l’indice Eurostoxx50 chiude con un calo del -0,68% in una seduta guidata da alcuni risultati societari. Il settore TLC è tra i più venduti con Telefonica ultima del principale listino europeo. Male anche Deutsche Post e E.On. In rialzo invece Sanofi, Danone e Unibail Rodamco.

Daniele Chicca 11 Maggio 201717:51

Sui mercati energetici prosegue il rimbalzo del petrolio iniziato ieri. Il contratto sul petrolio Wti è in rialzo di un punto e mezzo percentuale, scambiato a 48 dollari al barile, dopo la discesa delle scorte Usa e un taglio oltre le attese delle forniture saudite all’Asia.

Daniele Chicca 11 Maggio 201717:52

Sul valutario le parole accomodanti del vice presidente della Banca centrale europea Victor Constancio, che in un’intervista ha sottolineato come prolungare lo stimolo monetario sia meno rischioso di un ritiro prematuro delle misure espansive, pesano sull’euro. Il cross euro dollaro è in modesto calo a quota $1,087.