Mercati, banche spingono Piazza Affari ma si teme “choc monetario”

di Daniele Chicca
Pubblicato 11 Maggio 2017 • Aggiornato 12 Maggio 2017 08:50

Azionario europeo incerto con Piazza Affari che si mette in evidenza. In Asia la Borsa Tokyo continua a salire e si porta in prossimità del record di 20 mila punti: investitori incoraggiati dal balzo dell’avanzo delle partite correnti. Tra gli altri mercati euro poco mosso, l’oro interrompe la striscia negativa e il petrolio prosegue il rimbalzo avviato ieri, quando ha guadagnato circa il +3%. Anche se Mario Draghi ha sottolineato che la crescita sta “chiaramente migliorando” in area euro, la Bce ha avvertito che il mercato del lavoro in Eurozona è in una situazione molto più drammatica di quanto si pensi, con il tasso di disoccupazione effettivo pari al doppio di quello riportato nei dati ufficiali (18 e non 9,5%). Intanto il chief economist di Goldman Sachs ha avvertito che la Fed potrebbe provocare uno “choc monetario”.

Tornando a Piazza Affari, una carrellata di trimestrali aiuta il listino milanese ad estendere i timidi rialzi messi a segno ieri. All’interno del comparto finanziario se da un lato convincono i conti trimestrali di UniCredit (profitti raddoppiati a 900 milioni e riduzione importante dei crediti deteriorati iscritti a bilancio) e Mediobanca, dall’altro Generali ha visto un calo dell’utile. Il gruppo triestino punta sul risparmio gestito: obiettivo 500 miliardi di attivi entro il 2020 in Europa grazie a una nuova piattaforma di asset management. Aiuta anche il clima più sereno nel comparto dopo che Ubi Banca ha inglobato tre delle quattro banche regionali salvate con il piano di bail-in (CariChieti, Banca Etruria e Banca Marche).

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato