Mercati, è il giorno del TLTRO: piano Bce per rivitalizzare l’economia

7 Marzo 2019, di Daniele Chicca

Mercati con il fiato sospeso per la riunione della Bce. La banca centrale ha tagliato di molto le stime su crescita economica ed inflazione, annunciando come atteso un nuovo piano di iniezione di liquidità al sistema bancario. Il programma di TLTRO entrerà in vigore in settembre e durerà fino a marzo 2021, con l’obiettivo di rafforzare le banche della regione e rilanciare l’economia che da fine 2018 sta rallentando il passo. Non solo in Italia ma anche in Germania, per esempio.

Servirà per aiutare le banche prorogare €720 miliardi di prestiti Bce e scongiurare un credit crunch che rischia di peggiorare la situazione economica già traballante della regione

Spread tra Btp a 2 e 10 anni si assottiglia: TLTRO in arrivo

L’highlight della giornata è stato la conferenza stampa di Mario Draghi, in cui il banchiere ha sottolineato la situazione incerta persistente. L’Ocse ieri ha rivisto al ribasso le stime sul Pil italiano portandole al -0,2%. I tassi di interesse guida saranno lasciati dove sono, ai minimi storici, fino ad almeno fine 2019. Questa invece è una novità: il mercato non si aspettava infatti una revisione in avanti della forward guidance. La Bce avvierà inoltre una tornata di prestiti vantaggiosi per le banche (programmaTLTRO numero tre).

David Madden, market analyst di CMC Markets nel Regno Unito, dice al Guardian che le speranze di un altro round di misure per aumentare la liquidità da parte della Bce hanno contribuito a sostenere l’azionario ieri. E a indebolire invece i rendimenti sui Bond e l’euro, sceso ai minimi di due settimane sul Forex. I tassi sui Bund decennali sono scesi ai minimi dal 2016 allo 0,07%. Il Btp di riferimento quota 2,51%.

TLTRO Bce, è anche una questione di necessità

In definitiva la Bce vara un programma che in parte è anche “una questione di necessità”. Così la pensa Adrian Hilton, Portfolio Manager di Columbia Threadneedle Investments. “La precedente operazione inizierà a finire a giugno 2020, mettendo gli stabili requisiti di finanziamento sotto pressione per alcune delle banche dell’Eurozona entro l’estate. Ma previsioni economiche al ribasso forniscono anche una ragione economica per rafforzare il meccanismo di trasmissione della politica monetaria, estendendo così il programma TLTRO”.

Piazza Affari ha archiviato la seduta in positivo ieri, ma non tutti i listini hanno chiuso sopra la parità. Oggi le performance delle Borse europee sono fiacche. In Usa Wall Street ha chiuso in rosso, appesantita dai dati sul deficit commerciale e oggi va altrettanto male. Malgrado gli sforzi di Donald Trump per ridurre le importazioni di prodotti, specie dalla Cina, tramite l’imposizione di dazi, il disavanzo commerciale è salito più del previsto ai massimi di dieci anni a dicembre.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 7 Marzo 201913:10

Le Borse cedono terreno mentre sul Forex il dollaro si rafforza. La sterlina perde lo 0,2% sul dollaro e lo 0,3% sull’euro. Le perdite della divisa britannica sono un misto di ansia per la Brexit anxiety e speranze nei piani della Bce per rilanciare l’economia, secondo il parere di Connor Campbell, analista di Spreadex.

Daniele Chicca 7 Marzo 201913:13

Quasi tutti i listini azionari europei scambiano in rosso, di quasi mezzo punto percentuale. Fa eccezione l’IBEX spagnolo (in rialzo di 11 punti, +0,12%). Londra fa -0,45%, Francoforte -0,49%, Parigi -0,4% e Milano -0,21%.

Daniele Chicca 7 Marzo 201915:01

Il periodo di incertezza continua ha spinto la Bce ad annunciare un nuovo piano di stimolo monetario e a posticipare l’eventuale innalzamento dei tassi di interesse. L’accordo sul TLTRO è stato trovato all’unanimità. L’azionario oscilla tra i rialzi e i ribassi. L’euro e i rendimenti dei Bund si indeboliscono. Sulla sterlina ora l’andamento è piatto a 0,8544 sterline.

Daniele Chicca 7 Marzo 201915:24

Mario Draghi ha tagliato le stime su Pil (in modo sostanziale) e inflazione, annunciando al contempo un nuovo programma Tltro. Si tratta di operazioni di liquidità a lungo termine per le banche volte a rilanciare l’economia della regione.

Daniele Chicca 7 Marzo 201915:25

La Bce ha anche rinviato ulteriormente l’appuntamento con la stretta monetaria. La risposta e l’andamento dei mercati sono contrastanti. L’euro e i rendimenti dei Bund (meno 4 punti base) si indeboliscono in seguito all’annuncio del nuovo round di liquidità a partire da settembre. Tuttavia le Borse e il settore bancario in particolare non reagiscono positivamente, forse perché i trader si aspettavano annunci simili.

Daniele Chicca 7 Marzo 201915:25

L’indice paneuropeo del settore bancario lascia sul campo -1,2% alle 15:15 italiane e Piazza Affari cede lo 0,35% a 20.778 punti, con tre banche che sono i titoli peggiori di seduta (Ubi Banca, Banco BPM e Unicredit).

Daniele Chicca 7 Marzo 201918:44

Le principali Borse europee chiudono in rosso una seduta dominata dalla decisione della Bce. L’indice panaeuropeo EuroStoxx50 segna un ribasso dello 0,55%, presentando le stesse dinamiche del listino domestico. Giù le banche: Soc.Gen -4,32%, Santander -3.82%, BNP Paribas -3,38%. Positive le Utilities e le società di Tlc.

Daniele Chicca 7 Marzo 201918:45

Anche Piazza Affari subisce il contraccolpo delle nuove stime e della nuova politica monetaria decisa dalla Bce. Il Ftse Mib chiude in flessione dello 0,74% trascinato al ribasso dal comparto bancario: Ubi Banca -4,98%, Banco Bpm -3,97% e Bper Banca -2,94% le peggiori. Positive invece le utilities, tipico settore anticiclico: A2A +2,23%, Enel +1,93%, Terna +1,78%, Snam +1,76% e Italgas +1,49%.