Inflazione Usa delude: Fed potrebbe cambiare piani, Bond molto richiesti

31 Agosto 2017, di Daniele Chicca

L’andamento dell’inflazione Usa a luglio ha deluso le attese, evidenziando una timidezza più accentuata del previsto. Questo potrebbe cambiare i piani della Federal Reserve. L’indice dei prezzi al consumo ‘core’ (quello delle spese al consumo personali che non tiene conto di componenti volatili come cibo ed energia) è aumentato dell’1,4% su base annuale e di appena lo 0,1% su base mensile.

L’indice è la misura preferita della Fed per sapere a che punto si trova l’inflazione negli Stati Uniti e una lettura deludente del genere non fa che aumentare le possibilità che la banca centrale non si affretti a imporre una stretta monetaria, come promesso, entro fine anno. Le notizie hanno spinto in rialzo i prezzi dei Treasuries Usa: con gli investitori che tornano a fare il loro ingresso nel mercato obbligazionario americano, i rendimenti calano di molto oggi.