Mercati positivi, si smorzano scommesse tassi. Si attende meeting Bce

5 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Mercati positivi. La delusione del report occupazionale relativo al mese di agosto rimanda a dicembre le speculazioni su una nuova manovra restrittiva da parte della Fed al meeting di dicembre. Il report ha messo in evidenza una creazione di nuovi posti di lavoro inferiore alle attese, smorzando così le speculazioni su un imminente rialzo dei tassi di interesse nel prossimo meeting di settembre. E’ attesa intanto per la riunione della Bce e la conseguente conferenza stampa di Mario Draghi, in calendario questo giovedì, 8 settembre.

Tornano orti dubbi sulle reali condizioni di salute dell’economia Usa, dopo la carrellata di numeri arrivati fronte macro della prima economia al mondo, che hanno fatto suonare più di un campanello d’allarme.

La riunione del G20 in Cina ha confermato i timori dei leader sulla crescita economica globale e la necessità di accompagnare, alle misure espansive di politica monetaria, quelle di natura fiscale.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 20168:41

Atteso avvio positivo per gli indici di Francoforte e Parigi, ma la borsa di Londra dovrebbe aprire piatta.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 20168:52

Mercati asiatici positivi. A Tokyo, l’indice Nikkei chiude in rialzo dello 0,66%, a 17.037,63. Bene anche Hong Kong +1,62%, Sidney +1,06%, Shanghai al momento è piatta con +0,09%, Seoul oltre +1%.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 20168:52

Focus sulle dichiarazioni rilasciate nella giornata di oggi da Haruhiko Kuroda, governatore della Bank of Japan, che ha affermato che la banca centrale dispone ancora di “ampio spazio per una ulteriore espansione della politica monetaria” e che “nuove idee non dovrebbero essere escluse”. Kuroda ha anche rigettato i commenti, secondo cui la politica monetaria avrebbe testato i suoi limiti.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 20169:08

Jean-Pierre Mustier, amministratore delegato di Unicredit, ha affermato di non essere preoccupato del fatto che la banca possa lanciare un aumento di capitale nello stesso periodo di Mps. Mustier ha parlato in occasione del Forum Ambrosetti che si sta svolgendo in questi giorni a Cernobbio. L’AD ha affermato che presenterà il nuovo piano strategico di Unicredit entro la fine dell’anno.Come indica il grafico sotto, il titolo Unicredit è in calo di oltre -54% quest’anno.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 20169:17

La maggior parte degli indici azionari europei ha aperto la sessione in territorio positivo.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 20169:18

Focus su Banco Popolare, che si conferma il titolo migliore tra quelli scambiati sull’indice di riferimento dell’azionario europeo, lo Stoxx Europe 600 Index.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 20169:18

I titoli peggiori in Europa.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201610:52

Rialzo deciso per i prezzi del petrolio, dopo che dal G20 è arrivato l’impegno dei leader a sostenere il mercato. Reuters ha riportato, citando fonti, che l’Arabia Saudita e la Russia dirameranno un comunicato congiunto in occasione del G20, in Cina, promettendo cooperazione per sostenere il mercato. Secondo altre indiscrezioni, è probabile inoltre che la Russia incontrerà l’Arabia Saudita nel meeting dell’Opec che si terrà a Vienna, nel mese di novembre. 

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201614:38

Si smorza decisamente l’appeal speculativo sui mercati del petrolio, dopo le indiscrezioni su una cooperazione tra Russia e Arabia Saudita. Gli analisti sono molto scettici sulla possibilità che le controparti si accordino per un congelamento della produzione e i prezzo del petrolio, che erano saliti anche +5% circa, rimangono in territorio positivo, azzerando tuttavia gran parte dei guadagni della mattina.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201616:30

Wall Street oggi chiusa in occasione del lungo week end per la celebrazione della festa del Lavoro. Sul mercato del forex si assiste all’indebolimento del dollaro, sulla scia del deludente report occupazionale Usa diffuso lo scorso venerdì, che ha smorzato le speculazioni su imminenti rialzi dei tassi di interesse da parte della Fed. Le probabilità che la Fed decida di alzare il costo del denaro nel prossimo meeting di questo mese sono scese al 32% lo scorso venerdì, dopo il 34% di giovedì scorso. Le probabilità sono scese brevemente fino al 20% immediatamente dopo la pubblicazione dei dati sul Lavoro Usa.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201616:37

Sul mercato del forex si assiste all’indebolimento del dollaro, sulla scia del deludente report occupazionale Usa diffuso lo scorso venerdì, che ha smorzato le speculazioni su imminenti rialzi dei tassi di interesse da parte della Fed. euro-dollaro -0,7%, a $1,1148; dollaro-yen -0,49%, a JPY 103,41. Dollaro-sterlina +0,05% a $1,3301; dollaro verso dollaro canadese -0,51%, a $1,2927. Euro-yen -0,59%, a JPY 115,28; euro-sterlina -0,14%, a GBP 0,8381; euro-franco svizzero -0,05%, a CHF 1,0930.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201616:38

Oggi sono chiusi i mercati finanziari di Canada, India e Stati Uniti. Focus sui movimenti sul mercato del petrolio, sulla scia delle dichiarazioni congiunte arrivate da Russia e Arabia Saudita nel meeting del G20. Il rally della mattinata si è tuttavia decisamente smorzato. Il contratto WTI Crude segna +1,40%, a $45,06, il Brent fa oltre +1%, a $47,31. Quotazioni oro in crescita +0,26%, a $1.330,20.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201616:42

Focus sui movimenti sul mercato del petrolio, sulla scia delle dichiarazioni congiunte arrivate da Russia e Arabia Saudita nel meeting del G20. Il rally della mattinata si è tuttavia decisamente smorzato. Il contratto WTI Crude segna +1,40%, a $45,06, il Brent fa oltre +1%, a $47,31. Quotazioni oro in crescita +0,26%, a $1.330,20.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201617:12

Performance praticamente ingessata per l’indice Ftse Mib di Piazza Affari. Il listino segna una variazione di appena -0,01%. Tra i titoli Mps -0,95%, bene invece le popolari Bper +0,34%, BPM oltre +2%, Banco Popolare oltre +4%. Ma Unicredit -0,85%, Ubi Banca piatta con +0,08% e Intesa SanPaolo -0,18%. Tra i titoli di altri settori, particolarmente male Buzzi Unicem -2,07%, Exor -1,50%, Generali -1,29%, Yoox Net A Porter -0,95%, Ferragamo -0,67%, Moncler +0,80%, Telecom Italia -0,85%, Eni +0,95%.

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201617:18

Occhio alla performance dei titoli delle società di lusso, dopo che gli analisti di JpMorgan hanno confermato la valutazione “overweight” su Kering, Lvmh e Moncler, affermando che i titoli “offrono il migliore rischio/rendimento”. Moncler (su cui il target di prezzo e’ stato portato a 19,5 euro) in particolare “e’ l’unica storia di pura crescita tra i titoli che copriamo e finora con una capacita’ di esecuzione impeccabile”. Riguardo agli altri titoli italiani JpMorgan e’ “neutral” su Ferragamo e Tod’s (con target però alzato rispettivamente a 22 euro e a 55 euro).

Laura Naka Antonelli 5 Settembre 201617:44

In assenza di Wall Street, il trend dei principali indici azionari europei si è rivelato poco mosso.