Legge di bilancio: Commissione Ue grazia l’Italia

19 Dicembre 2018, di Alessandra Caparello

Nessuna procedura di infrazione da parte della Commissione europea contro l’Italia. La notizia la danno oggi fonti Ue secondo cui Bruxelles avrebbe deciso di non avviare la procedura di infrazione per deficit eccessivo in attesa di ulteriori verifiche da compiere nelle prossime settimane ma tonerà a fare il punto della situazione a gennaio una volta che la legge di bilancio sarà stata approvata dal Parlamento.

Il collegio dei commissari riunito a Bruxelles ha dato così il suo ok alle modifiche giunte dal governo italiano che prevedono un deficit nominale al 2,04%, a fronte del 2,4% precedente. Dombro

“La soluzione sul tavolo non è ideale, non dà una soluzione a lungo termine per i problemi economici italiani. Ci consente di evitare per ora di aprire una procedura per debito, posto che le misure negoziate siano attuate pienamente”.

Così il vicepresidente della Commissione Ue responsabile per l’euro, Valdis Dombrovskis nella conferenza stampa annessa al collegio di oggi. Fa eco Pierre Moscovici.

È una vittoria del dialogo politico che la Commissione ha preferito rispetto allo scontro. Alcuni avevano auspicato una crisi, noi invece abbiamo sempre puntato a una soluzione.

Oggi alle 13 il premier Giuseppe Conte sarà in Aula al Senato per riferire al Parlamento e subito dopo il governo presenterà in commissione Bilancio il maximendamento contenente le modifiche sui saldi, che prevedono la riduzione dei fondi per reddito di cittadinanza e pensioni. I mercati sembrano gradire la notizia e in questo momento il Ftse Mib guadagna l’1,1% a 18.860 punti, mentre cala lo spread tra Btp e Bund  a 257 punti base.