Borsa Milano in rally, banche volano fino a +10%

17 Giugno 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – Una certa calma per lo meno relativa è tornata nelle sale operative, forse anche per via della chiusura temporanea delle ostilità nel Regno Unito e in Eurozona in vista del referendum del 23 giugno sull’uscita di Londra dall’area Ue. Dopo la morte del deputato labour filo europeista Jo Cox – uccisa da un fanatico nazionalista – le campagne elettorali del fronte dei pro e contro la Brexit sono state interrotte.

I titoli di Borsa sono in ripresa in tutto il mondo dopo le batoste degli ultimi giorni (4 cali nelle ultime 5 sedute). A Piazza Affari, in calo di oltre il 20% da inizio anno, focus sull’ottimo recupero delle banche e anche su RCS, nel giorno del possibile rilancio dell’offerta di Cairo e dopo che il gruppo editoriale ha perfezionato l’accordo per un finanziamento del valore di massimo 352 milioni. MPS +5,40%, BPM +8,95%, BP +9,6%, Bper +8,73%, Banca Mediolanum +3,10%, Intesa SanPaolo +4%, Unicredit +9,44%, Ubi Banca +9,96%, Mediobanca +4,01%.

Solidi anche i titoli di altri settori, come Cnh Industrial +4,83%, Eni +3,25%, Saipem +5,46%, Telecom Italia +3,92%, Unipol +6,43%, FCA +2,50%.

L’indice di riferimento dell’azionario europeo, lo Stoxx Europe 600, ha terminato la sessione in rialzo +1,9%. Il trend su base settimanale è tuttavia negativo, così come, nonostante i rialzi odierni, è negativa la performance settimanale dei prezzi del petrolio, con il Brent che ha ceduto (vedi grafico) -3,25%. Nella sessione odierna, il Brent e il WTI sono balzati di quasi +3%, superando rispettivamente $48 e $47.

Sul valutario, euro-dollaro oltre $1,12, in rialzo, mentre dollaro-yen piatto, poco al di sopra di JPY 104. Euro-yen oltre JPY 117, euro-sterlina in calo a GBP 0,7879; sterlina-dollaro in ripresa, si avvicina a $1,43.

L’indice giapponese del Nikkei ha guadagnato più di un punto percentuale oggi e anche in Europa prevalgono le puntate rialziste.

Ieri sono tornate le vendite innescate dall’inerzia delle banche centrali (Banca del Giappone, Banca d’Inghilterra e Banca Nazionale Svizzera) a intervenire sui mercati in attesa del responso del referendum sulla Brexit. Le quote dei bookmaker e le rilevazioni nei sondaggi hanno visto aumentare l’eventualità di una vittoria del fronte favorevole all’uscita dall’Europa.

Sul mercato dei titoli di stato, forte ritracciamento dello spread BTP-Bund che è tornato sotto quota 150 punti base, a fronte di tassi sui BTP decennali attorno all’1,50% e tassi sui Bund tedeschi a 10 anni tornati positivi allo 0,02% dopo essere scesi sotto lo zero, nelle sessioni precedenti, per la prima volta in assoluto.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 17 Giugno 201610:16

La Borsa di Milano ha aperto la seduta con i principali indici in rialzo: Ftse Mib +0,90%, Ftse All +0,91%. È un evento tragico secondo i trader ad aver riportato la calma. L’assasinio della deputata laburista inglese filo europea da parte di un pazzo nazionalista potrebbe spingere i cittadini britannici a sostenere la permanenza del Regno Unito in Europa.

Piazza Affari guadagna circa l’1,4% nelle prime battute. Positivo quasi tutto il listino, in particolare si riprendono i titoli bancari dopo pesanti perdite negli ultimi giorni, Generali, Telecom, Anima. In lieve controtendenza A2A, Campari, Ferrari, Snam e Terna.

Daniele Chicca 17 Giugno 201610:17

Sul valutario il tasso di cambio euro dollaro quota $1,1235. Torna a salire invece la sterlina, sull’ipotesi che l’evento tragico accaduto alla laburista Jo Cox, deputata a favore della permanenza in Europa, possa dare una spinta alla campagna contro l’uscita del Regno Unito dall’Union Europea.

Daniele Chicca 17 Giugno 201610:18

Tra gli altri mercati, le quotazioni del petrolio Wti sono in progresso per la prima volta in sette giorni. Il rialzo è di circa lo 0,4% stamane attestandosi a 46,61 dollari al barile per la prima volta in sette giorni. Dietro al trend positivo ci sono anche in questo caso le tensioni legate alla Brexit, allentatesi dopo i fatti tragici di ieri in Inghilterra.

Brent crude prices over the last month

Daniele Chicca 17 Giugno 201610:23

Sul fronte obbligazionario, il future sul Bund tedeco a giugno ha aperto in calo di 39 tick a 165,06, mentre lo spread tra Btp e Bund decennali scambia “sotto controllo” a 145 punti base, con il rendimento del decennale italiano che si posiziona per il momento all’1,45%.

Daniele Chicca 17 Giugno 201610:25

In Asia, la Borsa di Tokyo ha recuperato quota dal minimo di 4 mesi toccato ieri, facendo segnare un progresso dell’1,1%. Aiuta il rallentamento dello yen, che interrompe la corsa contro le principali valute rivali, sebbene continuino a sentirsi i timori legati alla Brexit.

Hanno beneficiato della frenata della divisa giapponese le società esportatrici come Toyota Motor (+2,65%), Panasonic (+2,38%) e Canon (+1,4%). L’indice Hang Seng di Hong Kong scambia al momento in progresso del +0,49%, mentre l’indice composito della Borsa di Shangai fa +0,16%.

Daniele Chicca 17 Giugno 201610:32

Luce verde ai fondi di emergenza per uno dei paesi più indebitati del mondo. L’Eurozona ha approvato la tranche di aiuti da 7,5 miliardi alla Grecia. Il governo ha finalmente convinto la troika composta da Bce, Fmi e Commissione Ue, dimostrando di avere la volontà per varare le riforme chieste dai creditori.

Daniele Chicca 17 Giugno 201610:36

Tra gli altri mercati, le quotazioni del petrolio Wti sono in progresso per la prima volta in sette giorni. Il rialzo è di circa lo 0,4% stamane a quota 46,61 dollari al barile. Il Brent sfiora i 48 dollari al barile, salendo a $47,96.

Dietro al trend positivo ci sono anche in questo caso le tensioni legate alla Brexit, allentatesi dopo i fatti tragici di ieri in Inghilterra.

Brent crude prices over the last month

Daniele Chicca 17 Giugno 201613:05

Allo scoccare delle 13 i listini azionari d’Europa guadagnano tutti circa un punto percentuale, con un clima di ritrovata serenità che aleggia sui mercati. I trader hanno ritrovato un certo ottimismo per via dell’aumento delle chance che al voto del 23 giugno sulla Brexit vinca il fronte del Remain. Sono gli ultimi fatti di cronaca e le quote dei bookmaker a convincere gli operatori di questo.

Daniele Chicca 17 Giugno 201614:51

I titoli del gruppo editoriale Rcs corrono a Piazza Affari nel giorno dell’atteso Cda di Cairo Communication che potrebbe rilanciare l’offerta di pubblico scambio (Ops) per la fusione con l’azienda del Corriere della Sera. Al momento le azioni Rcs balzano del 4% a 0,78 euro, mentre quelle di Cairo Communication salgono del 2,1% a 4,1 euro.

Secondo quanto appreso dagli organi di stampa, la riunione del consiglio del gruppo guidato dall’imprenditore piemontese dovrebbe tenersi nel tardo pomeriggio. Sempre oggi inoltre si riunirà il board di Rcs per dare il proprio giudizio anche sulla contro offerta lanciata da Bonomi, Mediobanca, Diego Della Valle, Unipol e Pirelli.

Laura Naka Antonelli 17 Giugno 201615:37

Wall Street avvia le contrattazioni in territorio negativo.

Laura Naka Antonelli 17 Giugno 201615:42

Sotto pressione le quotazioni del rublo, mentre il presidente russo Vladimir Putin ha preso la parola al Forum economico internazionale in corso a S.Pietroburgo. Putin ha invitato i leader delle diverse regioni della Russia ad aprire i loro mercati, al fine di sostenere la crescita. Putin ha anche parlato della necessità di lanciare un nuovo modello di crescita per il paese. 

Laura Naka Antonelli 17 Giugno 201615:46

Accelerazione rialzista per Piazza Affari, con l’indice Ftse Mib della Borsa di Milano che riporta un aumento superiore a +3%, a quota 16.858,19 punti. Boom dei titoli bancari, con rialzi che arrivano a superare anche +9%, come nel caso di BP e BPM. Mps oltre +6%, Bper +8,57%, Intesa SanPaolo +4,21%, Unicredit oltre +7%, Ubi Banca oltre +9%. Tra i titoli di altri settori, Eni +2,65%, Exor +3,09%, Telecom Italia +5,34%, Moncler +4,40%, Mediaset +2,51%, Unipol +6,11%

Laura Naka Antonelli 17 Giugno 201617:10

Wall Street accelera al ribasso.

Laura Naka Antonelli 17 Giugno 201617:37

Positiva la chiusura dei listini azionari europei. L’indice di riferimento Stoxx Europe 600 chiude in rialzo +1,9%. Ma su base settimanale è in calo -2,3%.

Laura Naka Antonelli 17 Giugno 201617:39

A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha chiuso in rialzo +3,49%, attestandosi a 16.923 punti.