Borsa cala in attesa della Fed, nuovo debutto a Milano

27 Maggio 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – Seduta debole per le borse europee, con gli investitori innervositi dalle attese per le decisioni della Federal Reserve. Aspettando l’intervento di questa sera della presidente della Banca centrale Usa Janet Yellen, che potrebbe essere decisivo per capire cosa attende i mercati in materia di tassi di interesse, sul valutario il dollaro tiene bene le posizioni.

In calendario macro oltre alla fiducia delle imprese e dei consumatori in Italia e Spagna, è prevista l’asta del Tesoro italiano di Bot a breve termine per 6 miliardi di euro. In Usa in agenda focus sui dati sul Pil del primo trimestre e l’indice di fiducia della Michigan University. Sul fronte societario oggi ha debuttato a Piazza Affari, sul segmento Aim, Industrial Stars of Italy 2.

Tra le materie prime dopo aver testato quota 50 dollari al barile, i prezzi del petrolio scendono. Qualsiasi movimento rialzista viene interpretato dagli operatori come un incentivo a far ripartire attività produttive che sono state chiuse o sospese. Il che vorrebbe dire anche che ritornerebbero i timori di sovraccarico di un offerta già in eccesso.

In Asia l’andamento è stato positivo. La Borsa di Tokyo ha chiuso in lieve rialzo (+0,37%) con il mercato che, dopo i dati conferma di una deflazione sempre più grave, specula sul possibile congelamento dell’Iva fino al 2019. Al termine dei lavori del G7 il premier Shinzo Abe ha annunciato che la decisione sull’Iva sarà assunta prima delle elezioni estive. L’incremento dell’imposta sui consumi dall’8 al 10% è stato rimandato di altri 28 mesi, ad aprile 2017. Tra i rischi maggiori citati dai grandi capi di Stato del mondo c’è lo scenario di Brexit. Le piazze di Hong Kong e Shanghai guadagnano terreno.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 27 Maggio 20169:33

Sul reddito fisso, il future sui Bund decennali con scadenza a giugno ha aperto stamane in rialzo di 1 tick a 166,04; lo spread tra Btp e Bund di riferimento si posiziona a 123 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,36%. Il Tesoro offre oggi in asta BOT a 6 mesi per 6 miliardi di euro.

Daniele Chicca 27 Maggio 20169:35

Quanto alle materie prime, il contratto Wti sul petrolio è in calo dello 0,6% al moemnto in area 50 al barile, dopo aver superato la soglia dei 50 dollari per la prima volta in sette mesi. Il paradosso è che il mercato teme che la risalita dei prezzi possa finire per diventaare un incentivo a far ripartire attività produttive che sono state chiuse o sospese. Alimentando i rischi di offerta in eccesso – il fattore numero uno in termini di fondamentali che mette sotto pressione i prezzi.

Daniele Chicca 27 Maggio 20169:37

Sul valutario il tasso di cambio euro dollaro si attesta intorno a quota $1,12. In attesa dell’intervento di stasera della Yellen, il dollaro tiene bene le posizioni anche se perde vigore il movimento rialzista che ha portato mercoledì la valuta Usa a testare i massimi da 2 mesi sulla moneta unica. Il mercato ormai sconta un rialzo dei tassi Usa già da giugno e al più tardi a luglio. In quest’ottica, oggi occhi puntati sui dati sul Pil che verranno pubblicati alle 14.30 italiane e alle parole che proferirà Yellen stasera.

Daniele Chicca 27 Maggio 20169:38

Sul fronte macro, il Giappone è sprofondato sempre di più in una fase di deflazione. I prezzi al consumo sono scesi per il secondo mese consecutivo ad aprile, in un contesto di bassi consumi che alimenta i timori di deflazione e tiene sotto pressione la Banca centrale. Non sono da escludere nuove misure di stimolo monetario, mentre il governo del premier Abe ha rinviato per la seconda volta l’aumento dell’Iva. L’indice Cpi ‘core’ nazionale ha registrato una contrazione dello 0,3% su anno, in sintonia con quanto visto il mese precedente e in confronto alle attese che erano ferme a -0,4%.

Daniele Chicca 27 Maggio 201610:10

A parte Londra la seduta è debole per le principali Borse d’Europa. Piazza Affari cede lo 0,37% a 18.148 punti. Tra i singoli titoli più richiesti figurano Banco Popolare e Pop Milano in Italia e Roche in Europa, dopo che la compagnia farmaceutica ha ricevuto un giudizio positivo sui test condotti su una cura contro il linfoma.

Daniele Chicca 27 Maggio 201610:15

Nonostante l’andamento positivo di alcune popolari, il settore bancario è ancora sotto pressione dopo l’annuncio dell’aumento di capitale iper diluitivo della spagnola Banco Popular, che ha alimentato i timori sulla solidità delle banche. Banco Popolare giova del giudizio positivo di Goldman Sachs. Pop Emilia invece fa la stessa fine toccata a Ubi Banca ieri e paga le indiscrezioni stampa su un possibile intervento su Veneto Banca, smentito da un portavoce.

Nel settore petrolifero, dove i prezzi di Wti e Brent sono in calo dopo aver testato quota 50 dollari al barile, scivola Eni mentre tiene meglio Tenaris. Tra le notizie societarie, Anima Holding perde terreno dopo che il Credito Valtellinese si è sbarazzato del 2% del capitale azionario.

Daniele Chicca 27 Maggio 201610:44

Quanto alle materie prime, il contratto Wti sul petrolio è in calo dello 0,6% al moemnto in area 49 al barile, dopo aver toccato la soglia dei 50 dollari per la prima volta in sette mesi. Il paradosso è che il mercato teme che la risalita dei prezzi possa finire per diventaare un incentivo a far ripartire attività produttive che sono state chiuse o sospese. Alimentando i rischi di offerta in eccesso – il fattore numero uno in termini di fondamentali che mette sotto pressione i prezzi.

Daniele Chicca 27 Maggio 201612:04

L’indice azionario paneuropeo inverte rotta e al momento scambia in positivo dopo un avvio sottotono e al di sotto della parità. 

Daniele Chicca 27 Maggio 201613:18

Se l’andamento rimarrà questo i prezzi del petrolio chiuderanno la settimana sotto i massimi di sette mesi raggiunti in area 50 dollari al barile. Tuttavia gli investitori rialzisti potranno accontentarsi di un guadagno settimanale di due punti percentuali circa.

Laura Naka Antonelli 27 Maggio 201614:08

Performance positiva per i futures Usa in attesa del dato relativo al Pil del primo trimestre e del discorso del numero uno della Fed, Janet Yellen.

Daniele Chicca 27 Maggio 201614:55

Azionario stabile dopo la pubblicazione di dati sul Pil Usa che sono tati rivisti al rialzo ma leggermente meno del previsto. A pagare il prezzo della situazione è l’oro, con le previsioni per un rialzo dei tassi della Fed al più tardi a luglio che stanno compromettendo la domanda. Per il metallo prezioso, bene rifugio per eccellenza, è la quarta settimana consecutiva di cali.

Daniele Chicca 27 Maggio 201614:57

Azionario stabile dopo la pubblicazione di dati sul Pil Usa che sono tati rivisti al rialzo ma leggermente meno del previsto. A pagare il prezzo della situazione è l’oro, con le previsioni per un rialzo dei tassi della Fed al più tardi a luglio che stanno compromettendo la domanda. Per il metallo prezioso, bene rifugio per eccellenza, è la quarta settimana consecutiva di cali.

Viceversa sul valutario il dollaro invece si sta rafforzando con l’euro che cede lo 0,33% a quota $1,1157.

Daniele Chicca 27 Maggio 201616:01

Il titolo Goldman Sachs, che ieri era stato protagonista in negativo a Wall Street, oggi risulta invece tra i più positivi di giornata.

Daniele Chicca 27 Maggio 201616:02

A impedire che la Borsa Usa salga di ritmo e acceleri al rialzo è il calo pesante di Apple, che rimane schiacciato nei bassifondi del Dow Jones con un ribasso dello 0,7%.

Daniele Chicca 27 Maggio 201616:38

Quando manca meno di un’ora alla chiusura dell’ultima seduta della settimana il Ftse MIB scambia in calo del -0,28% a 18.165,45 punti. Rispetto all’apertura di lunedì e nonostante il tonfo della prima giornata dell’ottava, il paniere delle blue chip è riuscito a guadagnare quasi 400 punti.

Laura Naka Antonelli 27 Maggio 201617:49

L’indice Ftse Mib ha chiuso la giornata di contrattazioni in calo -0,17%, a 18.186,14 punti. Tra i titoli scambiati sul listino, in particolare tra le banche, Unicredit -0,93%, Ubi Banca -0,74%, Mps +0,56%, Bper -0,17%, BPM +0,83%, BP +0,63%, Intesa SanPaolo -0,76%. Tra i titoli di altri settori Unipol +1,75%, Moncler +1,49%, Saipem -2% circa,  FCA -1,98%, Buzzi Unicem +2,13%, 

Laura Naka Antonelli 27 Maggio 201617:52

Sul fronte delle materie prime, dietrofront dei prezzi del petrolio, con il contratto sul WTI Crude che scende -0,42%, a $49,27 e il Brent che cala -0,75%, a $49,22. Oro-0,51%, a $1.213,57 l’oncia.

Laura Naka Antonelli 27 Maggio 201617:54

Sul mercato valutario, il rialzo del dollaro mette ulteriormente sotto pressione l’euro, che perde -0,53%, a $1,1135. Dollaro in rialzo anche nei confronti dello yen, +0,14%, a JPY 109,91. Euro/yen -0,39%, a JPY 122,39; euro/sterlina -0,28%, a GBP 0,7609. Euro/franco svizzero -0,25%, a CHF 1,1047.