Borsa Milano capitola, occhio a scommesse short su questo asset

26 Settembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Avversione al rischio sull’azionario globale, in attesa del primo dibattito televisivo tra i due candidati alle elezioni Usa Hillary Clinton e Donald Trump e del meeting informale ad Algeri tra i paesi produttori di petrolio appartenenti all’Opec. Il dibattito televisivo – il primo di tre scontri tv tra Trump e Clinton – avverrà nella serata di oggi. In calendario c’era anche il discorso del numero uno della Bce, Mario Draghi, che ha parlato delle difficoltà del settore bancario, e di alcuni esponenti della Federal Reserve.

Il peggioramento del sentiment a livello globale scatena i sell sull’azionario europeo: bagno di sangue sui titoli bancari italiani, che affossano l’indice Ftse Mib di Piazza Affari. Indicazioni poco confortanti sono arrivate anche dal fronte macro dell’Italia. Sui corsi dei titoli europei grava anche la tensione su Deutsche Bank. Per il gruppo si teme il peso dei contenziosi legali e si prospetta un aumento di capitale dopo che Merkel ha detto no agli aiuti pubblici. Il titolo ha perso il 52% da inizio anno.

In Asia, l’azionario ha segnato il calo più forte in due settimane, complice l’attenzione degli investitori sulla riunione dell’Opec e sulle speranze di una intesa che tenda al congelamento della produzione di petrolio. Da segnalare a tal proposito che i money manager hanno aumentato le loro scommesse short sul petrolio al ritmo più forte in più di un anno nella settimana terminata il 20 settembre, a conferma dello scetticismo sulla possibilità di giungere a un accordo da parte dei paesi produttori di petrolio. Le quotazioni del petrolio sono comunque in recupero a New York e si attestano ben al di sopra di $44 al barile.

L’indice di riferimento MSCI Asia Pacific Index ha esteso i cali dell’ultima sessione, continuando a ritracciare dal massimo in 14 mesi. Il rialzo dello yen ha messo sotto pressione l’indice Nikkei della Borsa di Tokyo, che ha ceduto oltre l’1%. Sul Forex tra le valute dei mercati emergenti perdite soprattutto sulla lira turca, dopo la decisione di Moody’s Investors Service di tagliare il rating sul debito del paese a “junk”.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 20168:57

In recupero le quotazioni del prezzo del petrolio nell’attesa del meeting informale dei produttori dell’Opec in Algeria.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 20169:00

Il trend dei prezzi del petrolio negli ultimi tre mesi di contrattazioni. Nel corso di un’intervista Amin H.Nasser, numero uno del colosso dell’Arabia Saudita Saudi Aramco, ha ammesso che, sebbene i prezzi del petrolio abbiano recuperato terreno, rimangono deboli. Nasser ha aggiunto che nel breve termine il mercato continuerà a fare i conti con la volatilità.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 20169:03

Avvio negativo per l’indice di riferimento dell’azionario europeo, lo Stoxx Europe 600. Negativi tutti i settori.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 20169:12

Trend negativo per i principali indici azionari europei.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 20169:58

Accelerazione ribassista per l’indice Ftse Mib di Piazza Affari, che capitola dell’1,88%, a quota 16.143,21 punti. 

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201610:00

Sell off su Deutsche Bank, che cede -5% circa dopo le indiscrezioni riportate dalla rivista tedesca Focus Magazine, secondo cui la cancelliera tedesca avrebbe escluso qualsiasi bail out per il colosso bancario. Merkel avrebbe deciso anche di non intervenire nella battaglia legale con il dipartimento di Giustizia Usa, che ha reso noto che cercherà di ottenere dalla banca 14 miliardi di dollari in sanzioni.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201610:02

Sull’indice Ftse Mib Mps -0,74%, Bper -2,65%, BPM -3,36%, BP -3,21%. Male tra le banche anche Intesa SanPaolo -3,16%, Mediobanca -2,67%, Unicredit -4,28%, Ubi Banca -3,62%.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201610:17

Notizie negative dal fronte macro dell’Italia e, in particolare, da quello dei consumi. L’Istat ha reso noto che nel mese di luglio le vendite al dettaglio hanno registrato una diminuzione, su base congiunturale, dello 0,3% sia in termini di valore che di volumi. Su base annua, le vendite al dettaglio sono calare dello 0,2% in valore e dello 0,8% in volume.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201610:18

L’indice Ftse Mib di Piazza Affari continua a essere zavorrato dai sell off sui titoli bancari e cede -2%.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201610:40

Dal fronte macro della Germania reso noto l’indice Ifo, che si è confermato migliore delle stime. Il dato è salito a 109,5 punti, al di sopra delle attese di oltre tre punti, e contro i 106,3 di agosto.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201612:10

In salita del 6,5% a 0,2 euro a Piazza Affari il titolo MPS nel giorno in cui si svolge il primo cda targato Marco Morelli, nuovo ad della banca senese. A incidere sul rialzo delle azioni dell’istituto anche le voci di un interesse di fondi del Medio Oriente a partecipare alla prossima ricapitalizzazione.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201615:18

Il titolo Deutsche Bank cede il 5% anche a Wall Street, nelle contrattazioni prima dell’inizio della sessione. Ancora sotto pressione il listino Ftse Mib di Piazza Affari, che ritraccia comunque dai minimi intraday – quando è affondato di oltre il 2% – cedendo l’1,63%, a 16.185,03 punti. Mps riduce i guadagni e sale del 2,28%, a 0,1927 euro.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201615:21

Deutsche Bank ha diramato un comunicato, in cui afferma che un aumento di capitale al momento è fuori questione. La banca tedesca ha aggiunto di essere determinata a risolvere i propri problemi da sola e ha tenuto a precisare che l’amministratore delegato John Cryan non ha chiesto alla cancelliera tedesca Angela Merkel di intervenire nella causa legale Usa, che il dipartimento di Giustizia ha proposto di risolvere comminando una sanzione del valore di $14 miliardi.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201615:42

Wall Street sotto pressione, come anticipato anche dal trend dei futures Usa, con quelli sull’indice Dow Jones crollati di 100 punti. Pochi minuti dopo l’inizio della sessione a Wall Street, il Nasdaq Composite cede -0,65%, a 5.271 punti; il Dow Jones crolla di oltre 100 punti, a 18.147, lo S&P arretra dello 0,55% a 2.153.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201615:44

Dopo qualche minuto, il Dow Jones accelera ulteriormente al ribasso e arretra di ben 150 punti.

Laura Naka Antonelli 26 Settembre 201616:22

Parla Mario Draghi, numero uno della Bce. Il governatore afferma che, a prescindere da quale sarà l’esito delle trattative tra il Regno Unito e l’Unione europea sulla Brexit, sarà fondamentale che tutti i partecipanti al mercato unico vengano soggetti alle stesse regole.

Daniele Chicca 26 Settembre 201616:29

A Wall Street la situazione dopo che i dati sulle vendite di case nuove sono stati meno negativi delle previsioni è la seguente: il Nasdaq perde lo 0,8% a 5.626 punti, il Dow lascia sul campo lo 0,8% a 18.116 punti, mentre l’S&P 500 cede lo 0,7% a quota 2.150.

Daniele Chicca 26 Settembre 201617:45

Borse europee in calo dell’1-2% in seduta, a seconda dei casi. Piazza Affari ha terminato le contrattazioni in ribasso dell’1,6% circa, appesantito dal settore bancario, da Saipem e da FCA. Si sono invece mosse in controtendenza Recordati, Terna e Mps, sul cui piano di salvataggio sono giunti nuovi dettagli.

L’indice EuroStoxx50 termina la seduta in calo dell’1,86%, appesantito dai titoli del comparto bancario e assicurativo mentre Ab Inbev è in controtendenza.

Daniele Chicca 26 Settembre 201617:46

Tra gli altri mercati, sul valutario il tasso di cambio euro dollaro scambia al momento in area $1,1271, mentre sull’energetico il future Wti sul petrolio guadagna il 3,4% a 46 dollari al barile.