valute pagina 3

Guerra valutaria, non escluso intervento Usa per indebolire dollaro

Strategist di Wall Street non escludono un irrigidimento delle posizioni di Washington sul mercato dei cambi. Ecco cosa potrebbe accadere.

Euro mostra i muscoli contro il dollaro, sui massimi da tre mesi

Il tono particolarmente ‘dovish’ della Federal Reserve al termine dell’ultimo consiglio di politica monetaria incrementa le possibilità di un taglio dei tassi Usa. Prospettiva che mette sotto pressione il dollaro. In apertura di seduta sulla piazza londinese il cross euro/dollaro viaggia sui record degli ultimi tre mesi, non troppo lontano da 1,14, dopo un progresso

Capitombolo sterlina, aggiornati minimi dell’anno su ipotesi no-deal

Si indebolisce sui mercati valutari la sterlina, che oggi aggiorna i minimi dell’anno toccando quota 1,25 contro il dollaro. Sull’andamento al ribasso pesano le incertezze sulla Brexit e la possibilità che alla fine prevalga l’opzione più temuta dal mercato, ovvero quella del no-deal. Prospettiva che prende piede alla luce della prospettiva, sempre più concreta, che

Analisti, Mps Capital Services in testa alla classifica di Bloomberg

Nuovo riconoscimento per Mps Capital Services Banca per le Imprese, la corporate ed investment bank del gruppo Montepaschi. La divisione si conferma sul podio dei migliori previsori a livello mondiale nella speciale classifica stilata da Bloomberg al 31 marzo scorso per le previsioni dei diversi cambi valutari. Nel primo trimestre 2019 la società si è

Goldman Sachs crede in rimonta sterlina: “prevarrà Brexit soft”

La banca d’affari Usa crede che alla fine nella travagliata storia della Brexit prevarrà un happy ending.

Mercati emergenti ringraziano la Fed, approccio prudente favorirà rally

Dopo il sell-off dello scorso anno, le valute e le Borse dei mercati emergenti sono pronte a prendersi la rivincita

Oro ai massimi storici in ben 72 valute

Le quotazioni dell’oro toccano il loro massimo storico in ben 72 valute. Nella lista non troviamo però la stelrina, leuro, lo yuan o il franco svizzero ma il dollaro americano sì.

Tesoro Usa toglie alla Cina etichetta di “manipolatrice di valuta”

Come anticipato, il Tesoro Usa ha evitato di definire la Cina come una manipolatrice di valuta, anche se guarda con preoccupazione all’indebolimento dello yuan, che ha perso il 7% contro il dollaro da metà giugno. In un comunicato che ha accompagnato il rapporto semestrale del Tesoro, il segretario Steven Mnuchin ha spiegato che “la mancanza di trasparenza

Mercati emergenti, Barclays: entrati in “declino strutturale”

Per la banca, i vecchi modelli di crescita sono andati in frantumi e situazione è destinata a peggiorare. Qualche buona opportunità nel valutario

Mercati emergenti in fase orso: “trader vogliono uscire”

Siamo a -20% dai massimi di gennaio, alcuni investitori non vogliono altro che mettersi al riparo. Ma tra gli analisti c’è chi vede un punto di svolta non lontano.