Starbucks si lancia nel Web3: collezione di NFT e molto altro ancora in arrivo

7 Agosto 2022, di Gianmarco Carriol

Starbucks ha intrapreso un viaggio nel Web3. La catena di caffè rivelerà di più su questa iniziativa all’Investor Day del 13 settembre 2022 di Seattle, in cui sarà anche presentata una collezione NFT a tema caffè. Starbucks non ha anticipato sulla sugli NFT o su quale blockchain saranno creati, riferisce TechCrunch. Tuttavia, la società ha affermato che l’intero piano sarà multichain o indipendente dalla catena principale, il che apparentemente implica chenon è stato ancora finalizzato. Inoltre Starbucks non ha chiarito se agli NFT saranno associati dei premi.

Cosa sappiamo sugli NFT di Starbucks

Parlando della collezione NFT, Starbucks ha affermato che sarà finalizzata alla “fidelizzazione del cliente”. Alla presentazione dei conti di questa settimana, Howard Schultz, fondatore e amministratore delegato della società, ha affermato di aver lavorato a una “nuova iniziativa digitale molto entusiasmante che si basa sulla nostra piattaforma digitale leader del settore esistente in modi nuovi e innovativi, tutti incentrati sul caffè e soprattutto, sulla lealtà, che riveleremo all’Investor Day”. Il fondatore di Starbucks ha aggiunto:

“Riteniamo che questa nuova iniziativa digitale abilitata per Web3 ci consentirà di basarci sull’attuale modello di coinvolgimento di Starbucks Rewards con il suo potente approccio alla spesa per guadagnare stelle, introducendo anche nuovi metodi per coinvolgere emotivamente i clienti, ampliando la nostra community digitale del terzo posto e offrendo una più ampia serie di premi, tra cui esperienze uniche che non puoi ottenere da nessun’altra parte, integrando il nostro ecosistema digitale Starbucks Rewards con oggetti da collezione digitali a marchio Starbucks sia come ricompensa che come elemento di costruzione della comunità”.

Alla presentazione dei conti di maggio, Starbucks aveva rivelato che sarebbe entrata nello spazio Web3 e avrebbe rilasciato una raccolta NFT, aggiungendo che questa decisione si adattava ai suoi obiettivi di costruire un “terzo posto” o un luogo lontano da casa dove le persone possono divertirsi il loro caffè. “Stiamo creando il terzo posto digitale. Per raggiungere questo obiettivo, amplieremo il nostro quadro di ciò che significa per le persone essere membri della comunità di Starbucks, aggiungendo nuovi concetti come la proprietà e i modelli di appartenenza basati sulla comunità che vediamo svilupparsi nello spazio web3”, aveva detto agli investitori all’epoca Brady Brewer, chief marketing officer dell’azienda.

In un post sul blog aziendale del 3 maggio scorso, Starbucks aveva immaginato la creazione di “una nuova comunità digitale globale, una comunità definita da collaborazione, esperienze e proprietà condivisa, tutta incentrata sul caffè per iniziare, e poi forse ampliata in molte delle aree Starbucks. Immaginata negli anni come coffeehouse; arte, musica, libri e non solo.”

L’industria degli NFT ha attratto quasi tutte le principali società nell’ultimo anno, da Gucci, Nike, ad Addidas e Coca-Cola. Tuttavia, anche questo settore ha avuto la sua parte di preoccupazioni, poiché di recente le celebrità che promuovevano le collezioni NFT sono finite nel mirino degli investitori che hanno perso denaro in tali collezioni.