“Sarà un anno positivo per Borse Eurozona e Bond periferia”

9 Dicembre 2015, di Daniele Chicca

In un universo di tassi bassi non favorevole al credito e ai titoli sovrani restiamo positivi nei confronti dell’azionario La buona performance delle azioni europee rimarrà in agenda nel 2016, sostenuta da fattori solidi nell’Eurozona. È lo scenario previsto dagli analisti di La Financière de l’Echiquier nel loro ultimo outlook sull’anno prossimo.

Il consiglio di investimento è per certi versi banale ma non sempre ovvio a tutti: in un ambiente volatile solo la selettività consentirà di cogliere le migliori opportunità di investimento. Quanto all’Asset Allocation gli analisti tendono a privilegiare “i titoli dell’Eurozona che traggono vantaggio da un quadro particolarmente favorevole”.

“Manteniamo la nostra esposizione al mercato americano che ci ha consentito, ad oggi, di cogliere l’aumento del dollaro anche se dovremmo ridurre progressivamente i nostri investimenti nel corso dell’anno”.

I nostri comparti obbligazionari rimangono complessivamente molto prudenti nei confronti del debito sovrano in vista dei futuri aumenti dei tassi da parte della Federal Reserve. Siamo tuttavia positivi nei confronti del debito di alcuni paesi periferici.

Quanto al credito corporate, investiamo in aziende europee ad alto rendimento e in società poco indebitate.