Rame chiude sui minimi, pesano timori scorte

16 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Sulle attese per un aumento delle scorte mondiali e con alcuni trader che hanno ridotto le loro posizioni chiude oggi in calo a Wall Street il prezzo del rame.

L’attesa per la decisione della Federal reserve di rialzare i tassi di interesse frena i trader visto che il rame potrebbe diventare molto  costoso per gli acquirenti che utilizzano altre valute.

Il contratto del rame a marzo al Comex ha ceduto il 2,6%, 5,5 centesimi, a 2,0565 dollari a pound. 4,4 miliardi di dollari è la cifra che si sono garantiti il colosso minerario Rio Tinto e i suoi partner per espandere la miniera Oyo Tolgoi in Mongolia che quando sarà a pieno regime produrrà in media 430.000 tonnellate di rame, il 2% circa della produzione globale. Si attende però il via libera da parte del Consiglio di amministrazione del gruppo, forse nella prima metà del 2016.