Indici PMI: la Germania batte la Francia. Di nuovo

16 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

BERLINO (WSI) – Lettura flash dell’indice Pmi composito della Germania, elaborato da Markit Economics, che è sceso a 54,9 da 55,2 di novembre. Nonostante il calo dell’attività però, il dato preliminare di dicembre preclude a una buona chiusura d’anno per la prima economia dell’Eurozona: si dovrebbe concludere infatti il miglior trimestre del 2015 per il settore privato tedesco.

Lo stesso non si pùo dire della Francia che alla luce degli ultimi dati su Pmi dei servizi e del manifatturiero, nel quarto trimestre dovrà accontentarsi di una crescita del Pil inferiore al già magro 0,3% registrato nel periodo luglio-settembre.

“Le aziende del settore privato tedesco hanno chiuso il quarto trimestre su una solida base, con tutti i barometri chiave della salute aziendale che mostra ulteriori miglioramenti” – così ha sottolineato  Oliver Kolodseike, economista di Markit  che continua – “il mercato del lavoro è un punto particolarmente luminoso.”

La crescita dell’occupazione è stata particolarmente forte nel settore dei servizi con la disoccupazione che è scesa al 6,3 per cento nel mese di novembre.