Alta tensione sui debiti sovrani Italia e Francia. Spread testano nuovi record

8 Febbraio 2017, di Laura Naka Antonelli

E’ di nuovo alta tensione sul mercato dei titoli di stato dell’Eurozona. A essere venduti sono ancora i bond italiani e francesi, con i relativi spread con la Germania che si attestano a nuovi livelli record.

La ragione è sempre la stessa: gli investitori sono spaventati dai venti di populismo che soffiano in Europa, nell’attesa delle elezioni in Olanda, in vista delle elezioni francesi, probabilmente italiane – e tedesche.

Si attaccano di conseguenza i titoli di debito dell’Eurozona che risultano più vulnerabili e sensibili al nervosismo sui mercati.

Lo spread Italia-Germania +2,82% oltre la soglia dei 200 punti, mentre lo spread Francia-Germania balza a 78,8 punti base, al record dal novembre del 2012. Tassi in rialzo, con quelli sui BTP italiani a 10 anni che avanzano +0,85% al 2,34%. Acquistati i Bund tedeschi, con i rendimenti decennali che scivolano di quasi -9% allo 0,34%.