Borsa Milano snobba taglio Fitch. Boom scommesse short sull’euro

24 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Azionario globale positivo, in attesa della pubblicazione di altri bilanci sia di aziende Usa che europee.

Attenzione al forex dove la continua ascesa del dollaro mette sotto pressione l’euro e neanche il dato relativo all’indice Pmi Composite dell’Eurozona – oltre le stime e al ritmo di espansione più forte di quest’anno – riesce a sostenere più di tanto la moneta unica.

In un contesto in cui un rialzo dei tassi Usa appare sempre più probabile, aumentano le scommesse short sull’euro, che accusa anche le dichiarazioni arrivate da Mario Draghi, numero uno della Bce, la scorsa settimana, che ha segnalato l’intenzione di proseguire il piano di Quantitative easing oltre il mese di scadenza del marzo 2017.

Stando a quanto riporta Bloomberg, gli speculatori hanno portato le loro scommesse shot sull’euro al record dallo scorso luglio. Sempre sul forex, occhio allo yuan, vicino a testare il minimo record sui mercati offshore sulla scia dell’accelerazione della fuga di capitali dalla Cina.

Petrolio in ritirata, dopo che l’Iraq ha manifestato la contrarietà ad aderire al piano dell’Opec teso a ridurre la produzione.

A Piazza Affari, attenzione sempre MPS, reduce da un rialzo di ben il 56% sull’ indice Ftse Mib di Piazza Affari, la scorsa settimana, con gli investitori che scommettono sia sull’efficienza del piano di rilancio da parte di Marco Morelli, nuovo AD dell’istituto, che sul piano per salvare la banca che porta la firma di Corrado Passera. Boom delle quotazioni anche nella sessione odierna, con il titolo che è balzato anche oltre +31%.

Il Ftse Mib ignora l’annuncio di Fitch, arrivato venerdì alla fine delle contrattazioni a Piazza Affari. L’agenzia di rating ha tagliato l’outlook dell’Italia a “negativo” da “stabile”, citando come motivazioni la crescita delle incertezze politiche e la presenza di rischi al ribasso. Fitch ha confermato comunque la valutazione a «BBB+», pur sottolineando che l’economia italiana è rimasta comunque ferma nel secondo trimestre, anche se tornerà a crescere nel terzo. “Il pil italiano è attualmente sopra i livelli del 2000 e il 7% al di sotto del picco del 2007, la peggiore performance nell’area euro ad esclusione della Grecia”..

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

 

 

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 20169:08

Avvio positivo per gli indici azionari europei.

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201610:18

L’euro rimane praticamente piatto sul dollaro, nonostante il dato relativo al Pmi Composite dell’Eurozona, che si è attestato a ottobre a 53,7 punti, meglio dei 52,8 punti attesi dal consensus. 

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201610:38

Rimane rialzista l’impostazione dei principali indici azionari europei, come conferma il grafico di cui sotto, anche per il dato migliore delle attese relativo all’indice Pmi Composite dell’Eurozona. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib sale dello 0,69%, a 17.285,30 punti, con Mps che si conferma regina incontrastata del listino. Dopo il +56% della scorsa settimana, le quotazioni della banca senese volano di oltre l’11%. Attesa nella giornata di oggi per la riunione del cda, che deciderà sul nuovo piano industriale, ma anche per il bilancio del terzo trimestre. Nelle prime battute della sessione, il titolo Mps non è riuscito a fare prezzo, per poi entrare nelle contrattazioni con un balzo anche superiore a +12%.

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201611:38

Positiva la performance dei futures sugli indici azionari Usa.

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201611:43

Acquisti sul titolo Royal Philips, dopo che la conglomerata dell’Olanda ha annunciato stamattina un bilancio, relativo al terzo trimestre, migliore delle attese., sulla scia dell’aumento delle vendite nella sua divisione core di tecnologia applicata alla ,medicina e grazie ai risparmi sui costi. Philips ha confermato l’outlook per l’anno in corso, aggiungendo di prevedere un ulteriore miglioramento degli utili nel quarto trimestre. Le quotazioni balzano di quasi il 5%. 

Daniele Chicca 24 Ottobre 201613:57

Le Borse europee guadagnano terreno nel primo pomeriggio sospinte dai buoni dati macro pubblicati in mattinata: grazie soprattutto alla performance della Germania, l’Indice Pmi manifatturiero ha registrato il miglioramento più convincente dell’anno. In ottobre l’indice dell’attività del settore è salito a 53,3 punti dai 52,6 del mese prima. Le stime degli analisti erano per un risultato pari a 52,6 punti. Il Ftse MIB avanza del +1%.

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201614:30

Dollar Index piatto, dopo essere salito al record in nove mesi nei confronti di un paniere che rappresenta le valute più importanti a livello globale. A sostenere le quotazioni del dollaro, anche le speculazioni secondo cui Donald Trump sarà battuto da Hillary Clinton nella corsa alla presidenza Usa.

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201615:48

Wall Street apre la sessione positiva, per accelerare poi al rialzo, con il Dow Jones che balza di quasi 100 punti circa. 

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201615:51

Alle 15.50 circa ora italiana il Dow Jones balza di 119 punti (+0,66%), a 18.264 punti circa; lo S&P 500 avanza di 13 punti a 2.154,25 (+0,61%), mentre il Nasdaq avanza di quasi 45 punti (+0,85%), a 5.302 punti. Il rialzo del Dow Jones è il più forte dal mese di settembre. Gli indici azionari Usa sono vicini ad azzerare le perdite del mese di ottobre, come dimostra il grafico (performance dall’inizio del mese).

Laura Naka Antonelli 24 Ottobre 201615:53

Boom di acquisti su Mps, in attesa della presentazione del nuovo piano strategico, prevista tra qualche ora. Il titolo vola fino a +17% circa, mentre Reuters riporta che passa di mano il 10% circa del capitale.

Daniele Chicca 24 Ottobre 201618:00

Piazza Affari ha chiuso in progresso una seduta positiva fin dalle prime battute, in sintonia con le borse europee. L’indice Ftse MIB ha guadagnato lo 0,8% circa trainato da Mps, Pop Emilia e Telecom Italia, spinta dalle notizie di M&A nel settore tlc. In controtendenza Campari, A2A e Ferragamo.

Daniele Chicca 24 Ottobre 201618:01

Sugli altri mercati sul valutario il tasso euro dollaro quota $1,088, mentre il contratto sul petrolio Wti è in calo dell’1,3% a 50,2 dollari al barile.