Investimenti, la strategia di Nordea AM in tema di sostenibilità

28 Ottobre 2020, di Massimiliano Volpe

Nel corso del webinar di Nordea AM dal titolo “Rendimenti e responsabilità. Dai valore ai tuoi investimenti” dedicato ai professionisti della consulenza finanziaria, sono stati affrontati il tema della sostenibilità e delle opportunità di investimento al tempo del coronavirus.
Nel corso dell’incontro condotto da Leopoldo Gasbarro direttore di Wall Street Italia, sono intervenuti Fabio Caiani, managing director di Nordea, Nicola Ronchetti, ceo di Finer Finance Explorer e, in collegamento, Hilde Jenssen, responsabile del Team Fundamental Equities di Nordea AM e Karsten Bierre, responsabile dell’Allocazione Fixed Income per il Team Multi Assets di Nordea AM.

La filosofia ESG di Nordea AM

Nel corso del suo intervento Hilde Jenssen ha evidenziato come negli ultimi anni il tema della sostenibilità degli investimenti sia esploso. Questo soprattutto perché è aumentato il numero di società quotate che ha adottato pratiche di business legate alla sostenibilità nelle quali è possibile investire. Inoltre si è visto che questa tipologia di investimenti consente di ridurre i rischi in quanto hanno dimostrato di avere un rendimento superiore ai tradizionali indici.

Jenssen ha poi illustrato le strategie adottate da Nordea nel campo della sostenibilità. In particolare questo tema è seguito da un team di analisti ESG (Responsible Investment Team) che valuta le scelte in tema di sostenibilità adottate dalle diverse società sulle quali si andrà poi ad investire e collabora costantemente con il team di investimento (Fundamental Equities Team).
Si tratta di due team con un’impostazione internazionale composti da persone di estrazione diverse in grado di cogliere tutti gli aspetti legati ai rischi e alle possibili performance, dovendo relazionarsi con una platea di clienti sparsa in tutto il mondo. Il primo team si occupa di analizzare gli aspetti più legati alle tematiche ESG, organizza le attività di engagement con i manager delle società quotate per accompagnarli su queste tematiche, mentre il secondo è concentrato sull’analisi fondamentale.
Grazie alle metodologie di investimento adottate da Nordea AM Jenssen ha evidenziato che introducendo criteri di sostenibilità nella scelta dell’universo investibile è possibile avere performance durature superiori alla media, con un profilo di rischio inferiore in termini di volatilità.

La ricerca di Finer sui clienti dei consulenti

La ricerca di Finer ha coinvolto i clienti dei consulenti finanziari, ovvero i risparmiatori definiti affluent fino a quelli private, rappresentativi dell’85% della ricchezza degli italiani. Secondo la ricerca l’interesse per la sostenibilità è cresciuto negli ultimi 12 mesi e il livello di conoscenza delle tematiche ESG è correlato al livello del patrimonio del cliente, come anche la correlazione degli investimenti ESG alle performance ottenute.
I driver degli investimenti ESG sono diversi a seconda della tipologia di investitori. In particolare gli aspetti legati all’ambiente hanno colpito di più gli investitori meno patrimonializzati mentre man mano che cresce il patrimonio vengono apprezzate tematiche quali la corporate governance, l’inclusione e l’accettazione delle differenze.
Dalla ricerca emerge poi che i risparmiatori si aspettano informazioni su questi temi da parte dei consulenti finanziari, dai media e dalle società di investimento.
Non stupisce il fatto che i clienti più informati dai propri consulenti sono quelli che hanno sottoscritto maggiormente i prodotti finanziari legati alle tematiche ESG.
Infine un altro aspetto emerso dalla ricerca è che ci sono una serie di miti da sfatare sulla sostenibilità che i consulenti finanziari devono essere in grado di chiarire ai clienti per accrescere la consapevolezza verso questi prodotti.

Come investire la liquidità ferma sui conti correnti

Fabio Caiani ha evidenziato come negli ultimi mesi sia aumentata la liquidità parcheggiata sui conti correnti da parte degli italiani. Liquidità che al momento non consente di cogliere le opportunità offerte dai mercati finanziari. Secondo Caiani gli investimenti ESG rappresentano un’interessante opportunità da cogliere perché, oltre all’interessante profilo rischio-rendimento, hanno anche un impatto positivo sull’economia reale.
E’ quindi necessario che i consulenti finanziari aumentino la diffusione di questi strumenti tra i risparmiatori italiani. In una fase complessa come quella attuale, Nordea AM è sempre più vicina alle reti distributive per fare fronte a tutte le esigenze dei consulenti finanziari e dei loro clienti.

Le strategie di Nordea AM sul mercato azionario ESG

Hilde Jenssen ha poi evidenziato la gamma di soluzioni di Nordea AM sul mercato azionario a disposizione degli investitori. In particolare la gamma di strategie ESG STARS specializzate nell’investimento ESG su diverse aree geografiche.
Ci sono poi i fondi Tematici focalizzati su megatrend di lungo periodo legati alle tematiche di sostenibilità come le strategie Global Climate and Environment, Global Disruption e a breve sarà anche disponibile la strategia Global Impact.
Infine c’è una terza categoria di prodotti complementari rappresentata dalla strategia European Small and Mid Cap e Global Equity Market Neutral per gli investitori meno propensi all’investimento azionario.

Le strategie di Nordea AM sul mercato obbligazionario

Per quanto riguarda gli investimenti obbligazionari Karsten Bierre ha illustrato la strategia di Nordea AM in un periodo caratterizzato da rendimenti ai minimi storici. Nonostante i rendimenti molto risicati rispetto al passato, l’investimento obbligazionario ha ancora senso perché svolge un ruolo importante di diversificazione e di protezione all’interno dei portafogli dei risparmiatori.
Gli unici rendimenti in questa asset class si trovano nel segmento degli high yield. Secondo Nordea AM il loro profilo di rischio è però aumentato e può generare ulteriore volatilità, poco adatta ai tradizionali investitori in obbligazioni e titoli di Stato.
Per fare fronte al contesto di bassi tassi di interesse, Nordea AM ha avviato delle strategie di gestione obbligazionarie più flessiibili, con un approccio più difensivo e che prevedono anche l’inserimento di una piccola componente di azioni nei fondi obbligazionari.
Secondo Karsten Bierre i prodotti di Nordea AM adatti agli investitori italiani sono tre con differenti profili di rischio e con una copertura dei mercati a livello globale. Si tratta delle strategie Conservative Fixed Income, Flexible Fixed Income e Balance Income.