Fed, Yellen protagonista a Jackson Hole. Dubbi su economia Usa

26 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

A Jackson Hole, nello Wyoming, dove puntualmente va di scena il simposio che vede raccolti i banchieri centrali del mondo, la grande protagonista è lei, Janet Yellen, numero uno della Fed. I mercati mostrano un certo nervosismo, in quanto finora le indicazioni che sono arrivate dalla Banca centrale Usa sul trend dei tassi sono state confuse.

Il verdetto di Janet Yellen arriva lo stesso giorno in cui dal fronte macro Usa, oltre al deficit commerciale – in calo – viene comunicato il dato relativo al Pil del secondo trimestre dell’anno.

Il Pil è stato lievemente rivisto al ribasso: la crescita è stata dell’1,1%, invece del +1,2% riportata in via preliminare, comunque migliore del +0,8% del primo trimestre dell’anno. Detto questo la crescita è ben al di sotto del potenziale Usa, che dovrebbe essere attorno al +3% circa. Preoccupante è la dinamica degli utili societari al lordo delle tasse, che hanno segnato il quinto calo degli ultimi sei trimestri, scendendo dell’1,2%. Le aziende hanno inoltre tagliato gli investimento del 2,5% nel secondo trimestre, e le scorte sono scese di $12,4 miliardi, soffrendo la prima flessione dal 2011.

Dal lato dei consumi – che incidono per il 70% sull’attività economica Usa, arrivano invece buone indicazioni: le spese per consumi vengono riviste infatti al rialzo a un tasso di crescita +4,4%, che è il più sostenuto in due anni. Ma i segnali negativi si alternano a quelli positivi: da un lato, le spese sulla proprietà intellettuale legata alle attività di ricerca e sviluppo sono state riviste al rialzo a +8,6%, dal +3,5% inizialmente reso noto. Dall’altro lato – ma si parla di variazioni legate alla stagione – gli investimenti in nuove case sono scesi -7,7%, rispetto al -6,1% inizialmente riportato.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201615:24

In attesa delle parole di Janet Yellen, numero uno della Fed, che inizierà a parlare alle 16 ora italiana, Cnbc riporta le dichiarazioni di diversi esponenti della Banca centrale Usa. Tra queste, quelle di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland: “Credo davvero che l’economia sia in un percorso di accelerazione della crescita, che si dovrebbe verificare nel secondo semestre dell’anno”. Mester ha sottolineato anche che il timing non è un fattore chiave nella politica di rialzo dei tassi, ma ammette che “forse non stiamo comunicando come dovremmo”. Sempre Mester afferma che esiste il potenziale di una bolla ma al momento i problemi non vengono considerati imminenti. Tuttavia, in alcune parti del mercato immobiliare Usa, si intravedono alcuni segnali di bolla.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201615:36

A parlare in attesa del discorso di Janet Yellen è stato anche James Bullard, presidente della Fed di St. Louis. Bullard ha affermato che i prezzi degli asset sono al momento nella parte alta del valore giusto di mercato e ha sottolineato al contempo che i tassi di interesse sono a un livello che è storicamente incredibilmente basso. Sull’inflazione, Bullard ha detto che il tasso “è un po’ basso ma non lontano dal target della Fed”. Il funzionario ha anche lanciato un appello affinché venga lanciato un piano quinquennale piuttosto che stimoli di breve periodo, per sostenere la crescita Usa.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201615:52

Semore James Bullard, numero uno della Fed di St. Louis, ha sottolineato che “settembre potrebbe essere un buon momento per alzare i tassi” e che “siamo in presenza di dati sull’occupazione positivi”, anche se il tasso di crescita del Pil su base annua è molto basso”. Di fatto, “si tratta di un trend molto basso e il punto è che non si può dare la colpa ad aggiustamenti di carattere stagionale”. Bullard ha comunque detto che il parlare di “rialzo dei tassi graduale” sta minando la credibilità della Fed e ha precisato di auspicare un solo rialzo dei tassi nell’arco dei prossimi due anni.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201615:54

Estratto discorso Janet Yellen: la Fed prevede rialzo graduale dei tassi, dipende dai dati.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201615:58
Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201615:59

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:11

“I presupposti per un rialzo dei tassi si sono rafforzati negli ultimi mesi”. E’ quanto risulta dagli estratti del discorso di Janet Yellen, numero uno della Fed, che sta per parlare da Jackson Hole, in occasione del simposio dei banchieri centrali. Immediata la reazione del dollaro, che si rafforza sullo yen.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:12

Indice Dow Jones in rialzo.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:13

Yellen afferma che i presupposti per un rialzo dei tassi si sono rafforzati negli ultimi mesi.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:14

Photo published for Fed's Yellen says case for interest rate hike has strengthened

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:16

Dura poco il rialzo del dollaro. Yellen ha affermato che sono aumentate le possibilità di un rialzo dei tassi, ma non ha fatto riferimento al timing, né ha rilasciato indicazioni su cosa accadrà a settembre. Il dollaro torna negativo e il petrolio è al momento in rialzo a New York.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:19

Movimenti isterici sul mercato dei cambi. Il dollaro torna negativo sullo yen.

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:41

Janet Yellen: il “Fomc continua ad anticipare che, nel corso del tempo, rialzi graduali dei dei tassi sui fed funds siano appropriati, al fine di raggiungere e sostenere l’occupazione e l’inflazione”, in modo tale che esse si attestino “nei pressi dei nostri obiettivi”. Yellen ha aggiunto; “Di fatto, alla luce della continua solida performance del mercato del lavoro e in base al nostro outlook sull’inflazione e l’attività economica, ritengo che i presupposti per un rialzo dei tassi sui fed funds si sia rafforzato negli ultimi mesi”. 

Laura Naka Antonelli 26 Agosto 201616:43

La sterlina testa un nuovo massimo in tre settimane sul dollaro, sulla scia delle dichiarazioni di Janet Yellen, numero uno della Fed, che afferma che i presupposti per un rialzo dei tassi si sono rafforzati negli ultimi mesi.