Elezioni anticipate: partito di Renzi vincerebbe

9 Dicembre 2016, di Daniele Chicca

Rimbalzano in questi giorni voci secondo cui viste le divisioni interne al Partito Democratico e la voglia di rivincita del premier dimissionario, Matteo Renzi stia valutando l’ipotesi di formare un suo partito progressista. Secondo un sondaggio condotto dall’Istituto Piepoli l’idea sarebbe vincente in quanto il ben il 57% degli elettori di centro sinistra lo voterebbe e con essi il 33% degli elettori di altre aree politiche. I ‘no’ dei cittadini che tendenzialmente votano PD sono pari al 37%.

Ricapitolando un “partito Renzi” del genere riuscirebbe a convincere quasi sei elettori di orientamento di centro sinistra su dieci e piacerebbe anche ad addirittura un terzo degli elettori di altro orientamento politico. Un quinto degli elettori del MoVimento 5 Stelle (20%) lo sosterrebbe e l’11% degli elettori di centro destra si dice disposto a votare Renzi se uscisse dalle morse del PD.

Paradossalmente la sconfitta bruciante maturata al referendum costituzionale ha reso politicamente più forte il premier uscente. Che siano stati l’onestà mostrata uscendo di scena come promesso (anche se poi si tratta di un’uscita temporanea e un allentamento solo “fisico” dalle stanze del potere) o forse il 40% dei Sì alle sue riforme – un endorsment dell’operato del primo ministro secondo alcuni commentatori contrarian – fatto sta che la popolarità di Renzi essere aumentata dopo il voto del 4 dicembre.

Insomma, un partito di Renzi arriverebbe al primo posto (con più del 30% delle preferenze), nel caso in cui le elezioni anticipate dovessero tenersi oggi. Il problema del premier è che rimane ingabbiato nelle trattative per la formazione di un nuovo governo e che al termine delle consultazioni al Quirinale si rischia di non andare presto al voto.

Il sondaggio è stato condotto da Piepoli il 5 dicembre, un giorno dopo l’esito del referendum costituzionale e a essere interpellato è stato un campione di 500 casi, rappresentativo della popolazione italiana.