Rumor, ecco il piano diabolico deciso in gran segreto da banche centrali

22 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – “Per favore non bollatela come una pazza teoria cospirazionista…Pensateci…E’ quasi spaventoso come abbia senso”. Peter è un trader, che opera sul mercato delle materie prime, e che ritiene che quanto sta avvenendo nel settore sia qualcosa di estremamente insensato, al di fuori di ogni ragione. A suo avviso dietro i movimenti assurdi dei mercati ci sono ancora loro, le banche centrali. D’altronde, già nel mese di marzo si era parlato di un accordo segreto che sarebbe stato siglato dai banchieri centrali, in occasione del meeting del G20 a Shanghai. E dell’ipotesi avevano parlato fonti autorevoli, come il Guardian e Bloomberg.

Nella giornata di mercoledì, 20 aprile, un utente scrive a Peter, facendo notare gli scambi record che stanno avvenendo sui mercati delle commodities.

“Oggi vengono scambiati 774.000 contratti di semi di soia, e ciò sarebbe un record di quasi 160.000 contratti, dal momento che già ieri il record è stato testato a 615.000. Più di 88.000 contratti luglio/novembre sono stati scambiati oggi e 97.000 sono stati i contratti a maggio/luglio. Il volume della farina di soia è stato di 270.000 contratti e dovremmo considerare anche questo numero un record (…) Circolano diverse idee su come cercare di spiegare questi movimenti: si parte dal dietrofront delle scommesse short degli hedger commerciali, alle politiche sui prezzi della Cina, per arrivare all’ipotesi dello scambio di prodotti dall’Argentina agli Stati Uniti. Ma non sono sicuro che tutto ciò, o anche parte di tutto questo, sia vero. E’  una seduta davvero scatenata“.

Peter risponde:

“Amico…sarei MOLTO sorpreso se ciò fosse dovuto a qualunque motivo tra quelli di cui la gente sta parlando..

E spiega:

“Sul pricing della Cina – Sono sicuro del fatto che possa entrarci, ma nel corso delle contrattazioni overnight, non in quelle che avvengono di giorno. Sugli hedger commerciali, è molto probabile che contribuiscano al caos, ma non esiste che i volumi commerciali scatenino scambi a questi livelli ridicoli. Sullo scambio di prodotti con l’Argentina..come no, dal momento che abbiamo proprio bisogno di razionare le nostre scorte di semi di soia…LOL”. Il punto è che “non c’è nient’altro che possa spiegare quanto sta avvenendo a parte…sai cosa? Ecco la mia vera e REALE teoria cospirazionista: la stupida Fed, insieme ad altri banchieri centrali di tutto il mondo, stanno agendo in modo concertato per alzare in modo artificiale l’inflazione, per uscire dal disastro che hanno creato  con i tassi di interesse a zero o negativi. Considerami pazzo, e non sono a favore delle teorie cospirazioniste, ma quello che sta accadendo non ha assolutamente una spiegazione “ragionevole”. (…) La Fed e altre banche centrali hanno già distrutto l’azionario e altri mercati finanziari…ora tocca ai mercati delle commodities..Parlo seriamente, davvero…vorrei essere semplicemente sarcastico..ma fermati per un momento e pensa a quello che è scritto sopra…Cosa spiega i movimenti del prezzo del petrolio? Ok, potrei tentare di riconoscere la presenza di una qualche “ragione” riguardo al recupero da $26 a $40 (che è folle), ma il trend dei prezzi di oggi dopo il meeting di Doha? Non si tratta di nient’altro che di pura, semplice, diretta manipolazione. Solo questa può spiegare il trend dei mercati di petrolio crude degli ultimi tre giorni…”.

Frustrato, il trader continua:

“Quali sono d’altronde le principali componenti che stanno zavorrando i numeri relativi all’inflazione? Quali? BENI ALIMENTARI ED ENERGIA. Dunque, è talmente folle pensare che i banchieri centrali si siano tutti riuniti all’inizio del 2016 e siano arrivati all’equazione seguente? “Alzare artificialmente le valutazioni delle commodities=inflazione artificiale più alta=necessità che i tassi vengano alzati=le banche centrali si salvano uscendo dalla trappola in cui hanno trascinato loro stesse e noi con gli esperimenti di tassi a zero o negativi.(D’altronde) chi o cosa ha il potere di produrre volumi tali in un arco temporale così breve??? Non i potenti cinesi, non chi fa commercio, e neanche la folla “normale” degli hedge fund…”.