Fed, Lacker: momento è arrivato, tassi in rialzo almeno all’1,5%

4 ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Ci sono forti presupposti che avallano un rialzo dei tassi da parte della Fed, anche in modo preventivo. E’ quanto ha detto Jeffrey Lacker, presidente della Fed di Richmond, che non fa parte comunque dei membri votanti del Fomc (il braccio di politica monetaria della Banca centrale Usa).

Secondo Lacker, l’adozione di una politica monetaria restrittiva potrebbe rendersi necessaria, e in modo anche molto sostenuto, per tenere sotto controllo l’inflazione.

A suo avviso, prendendo in considerazione la serie storica dei tassi, e considerando sia la dinamica dei prezzi che quella del disoccupazione, il costo del denaro Usa dovrebbe essere più alto rispetto a quello attuale – che corrisponde al range compreso tra lo 0,25% e lo 0,50% – di almeno 1,5 punti percentuali.

Così Lacker, secondo gli estratti del suo discorso.

  • La situazione appare piuttosto buona, al momento”, riferendosi agli obiettivi della Fed sull’inflazione e l’occupazione
  • “Stiamo iniziando ad assistere all’aumento dei salari”.
  • I tassi di riferimento della Fed dovrebbero essere pari all’1,5% o anche superiori.

Hai dimenticato la password?