Borse: lavoro Usa sorprende ancora, Piazza Affari al top del 2017

2 novembre 2017, di Daniele Chicca

Il mercato del lavoro Usa sorprende ancora una volta in positivo e i mercati azionari festeggiano. In ottobre gli Stati Uniti hanno creato 235 mila posti di lavoro nel settore privato, più delle attese del consensus, che erano per una variazione di +225.000 unità. Piazza Affari, che ieri dopo la pubblicazione del report occupazionale ha toccato i massimi dell’anno, tenta l’allungo. Sempre negli Stati Uniti il presidente Trump ha scelto Jerome Powell come successore di Janet Yellen a febbraio 2018: si tratta del candidato più colomba di tutti i nomi papabili, un centrista dalle posizioni attendiste quasi quanto la presidente uscente.

Questo sta aiutando le Borse mondiali e non solo americane ad estendere la lunghissima fase di rialzi mentre sta penalizzando un po’ il dollaro sul mercato valutario e sta influenzando in negativo anche l’andamento dei prezzi dell’obbligazionario. In Europa è stabile lo Spread tra Btp e Bund decennali, sceso molto nelle ultime sedute successive alla riunione di politica monetaria più accomodante del previsto della Bce in ottobre.

Lasciate qui commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli operativi, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti sulle Borse li trovate nel LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

2 novembre 201710:18

Dopo le notizie sulla nomina di Powell alla Fed, il dollaro Usa ha preso la strada dei ribassi e i rendimenti del Tesoro Usa si sono rafforzati. Il mercato azionario e l’euro stanno guadagnando terreno mentre i Bond dell’area euro hanno ripiegato un po’ dopo che ieri lo Spread tra Btp e Bund si è ridotto in area 141 punti base.

L’indice paneuropeo dell’azionario EuroStoxx 600 è poco ispirato con settori immobiliare e telecomunicazioni che fanno meglio del resto del mercato. Le Borse asiatiche sono contrastate dopo che la corsa dei prezzi vista di recente ha permesso all’indice MSCI della regione di toccare i massimi in 10 anni.

2 novembre 201710:21

Sul Forex la sterlina britannica corre in attesa della riunione della Banca d’Inghilterra. nonostante le palesi difficoltà dell’economia e il peso delle incertezze sul futuro del Regno Unito post Brexit, la banca centrale guidata da Mark Carney si appresta a innalzare il costo del denaro per la prima volta in più di dieci anni. Tra le materie prime il petrolio è sceso in area 54 dollari al barile: le scorte sono diminuite me la produzione è aumentata. I metalli industriali hanno visto erosi in parte i guadagni messi a segno ieri.

2 novembre 201711:30

Trimestre da dimenticare per la Tesla di Elon Musk, che si è lasciato alle spalle il suo peggior bilancio di sempre. In scia ai conti, diffusi ieri a mercato chiuso su cui ha pesato la produzione a rilento della nuova berlina Model S, l’azione Tesla ha segnato un calo di oltre il 5% nella sessione after-hours di Wall Street.

Nel terzo trimestre dell’anno, la casa automobilistica ha evidenziato una perdita netta di 619 milioni di dollari, contro l’utile da 22 milioni del corrispondente periodo del 2016. Come utile per azione, l’EPS di 2,92 dollari è risultato inferiore ai 2,29 stimati.

Tesla ha avvertito che ci vorrà più del previsto per raggiungere l’obiettivo di produzione di 5.000 nuove Model 3 a settimana e il target di produzione verrà raggiunto non più entro fine anno ma nel primo trimestre del 2018. Tesla deve vedersela anche con le proteste dei sindacati dopo che ha licenziato centinaia di dipendenti.

2 novembre 201711:31

Trimestre da dimenticare per la Tesla di Elon Musk, che si è lasciato alle spalle il suo peggior bilancio di sempre. In scia ai conti, diffusi ieri a mercato chiuso e su cui ha pesato la produzione a rilento della nuova berlina Model S, l’azione Tesla ha segnato un calo di oltre il 5% nella sessione after-hours di Wall Street.

Nel terzo trimestre dell’anno, la casa automobilistica ha evidenziato una perdita netta di 619 milioni di dollari, contro l’utile da 22 milioni del corrispondente periodo del 2016. Come perdita per azione, i 2,92 dollari in rosso sono risultati peggiore dei 2,29 stimati. Tesla ha avvertito che ci vorrà più del previsto per raggiungere l’obiettivo di produzione di 5.000 nuove Model 3 a settimana e il target di produzione verrà raggiunto non più entro fine anno ma nel primo trimestre del 2018. Tesla deve vedersela anche con le proteste dei sindacati dopo che ha licenziato centinaia di dipendenti.

2 novembre 201711:36

Il Bitcoin ha superato i 7040 dollari e ora secondo gli analisti tecnici potrebbe andare a testare la prossima resistenza al rialzo a $7.150.

2 novembre 201712:21

Nella seduta del Supergiovedì i future sui principali indici della Borsa Usa scambiano incerti, in lieve ribasso. Le Borse asiatiche si muovono in timido rialzo mentre l’andamento in Europa è sempre poco variato. Alle 13 italiane la Banca d’Inghilterra alzerà i tassi per la prima volta in oltre dieci anni nonostante il raffreddamento dell’economia. È una buona notizia soltanto per i risparmiatori britannici, per il resto il rischio è che Mark Carney sia portato ad alzare i tassi non perché l’economia si sta surriscaldando troppo ma al contrario perché è troppo pessimista sulle sue prospettive.

Sempre oggi il partito Repubblicano presenterà ufficialmente il piano di riforma fiscale che potrebbe essere più deludente delle promesse fatta da Donald Trump in campagna elettorale. Sempre Trump nominerà oggi Jerome Powell alla guida della Fed a partire da febbraio 2018. L’unico non economista dei candidati in lizza prenderà il posto di Janet Yellen. Oggi verranno pubblicati anche i conti trimestrali di Apple e Starbucks. Il dollaro si sta indebolendo con gli investitori che stanno comprando euro e valute dei paesi emergenti specialmente quelle più rischiose (“high beta”).

2 novembre 201712:25

Nella seduta del Supergiovedì i future sui principali indici della Borsa Usa scambiano in lieve ribasso. Le Borse asiatiche si muovono in timido rialzo mentre l’andamento in Europa è sempre poco variato. Alle 13 italiane la Banca d’Inghilterra alzerà i tassi per la prima volta in oltre dieci anni nonostante il raffreddamento dell’economia. È una buona notizia soltanto per i risparmiatori britannici, per il resto il rischio è che Mark Carney sia portato ad alzare i tassi non perché l’economia si sta surriscaldando troppo ma al contrario perché è troppo pessimista sulle sue prospettive.

Sempre oggi il partito Repubblicano presenterà ufficialmente il piano di riforma fiscale che potrebbe essere più deludente delle promesse fatta da Donald Trump in campagna elettorale. Sempre Trump nominerà oggi Jerome Powell alla guida della Fed a partire da febbraio 2018. L’unico non economista dei candidati in lizza prenderà il posto di Janet Yellen. Oggi verranno pubblicati anche i conti trimestrali di Apple e Starbucks. Il dollaro si sta indebolendo con gli investitori che stanno comprando euro (salito a $1,1653) e valute dei paesi emergenti specialmente quelle più rischiose (“high beta”).

2 novembre 201712:45

Nella seduta del Supergiovedì i future sui principali indici della Borsa Usa scambiano in lieve ribasso. Le Borse asiatiche si muovono in timido rialzo mentre l’andamento in Europa è sempre poco variato. Alle 13 italiane la Banca d’Inghilterra alzerà i tassi per la prima volta in oltre dieci anni nonostante il raffreddamento dell’economia. È una buona notizia soltanto per i risparmiatori britannici, per il resto il rischio è che Mark Carney sia portato ad alzare i tassi non perché l’economia si sta surriscaldando troppo ma al contrario perché è troppo pessimista sulle sue prospettive.

Sempre oggi il partito Repubblicano presenterà ufficialmente il piano di riforma fiscale che potrebbe essere più deludente delle promesse fatta da Donald Trump in campagna elettorale. Sempre Trump nominerà oggi Jerome Powell alla guida della Fed a partire da febbraio 2018. L’unico non economista dei candidati in lizza prenderà il posto di Janet Yellen. Oggi verranno pubblicati anche i conti trimestrali di Apple e Starbucks. Il dollaro si sta indebolendo con gli investitori che stanno comprando euro (salito a $1,1653) e valute dei paesi emergenti specialmente quelle più rischiose (“high beta”).

2 novembre 201713:10

Dopo che Mark Carney ha detto che qualsiasi rialzo dei tassi in futuro avverrà “in maniera graduale e sarà limitato” la sterlina inglese ha iniziato a perdere terreno sul Forex.

2 novembre 201713:18

Dopo che la Banca d’Inghilterra ha alzato i tassi allo 0,5%, nella prima stretta monetaria in più di 10 anni, Mark Carney ha detto che qualsiasi rialzo dei tassi in futuro avverrà “in maniera graduale e sarà limitato”. Le parole hanno impattato negativamente sulla sterlina, con la moneta inglese che ha iniziato a perdere terreno sul Forex.

2 novembre 201715:10

L’indebolimento della sterlina inglese sta favorendo la Borsa di Londra (+0,5%), mentre le altre piazze d’Europa sono poco intonate. A sorpresa la valuta britannica è scesa fino a 1,31 dollari dopo il rialzo dei tassi. La stretta monetaria, la prima in oltre dieci anni, era attesa e Carney ha fatto sapere che eventuali nuovi rialzi saranno modesti e avverranno in modo graduale.

2 novembre 201715:12

Tra le Borse europee principali, Parigi e Francoforte scambiano in lieve calo, mentre la Borsa di Milano, che in mattinata viaggiava saldamente sopra i 23mila punti, nel primo pomeriggio è poco variata a 22.997 punti (+0,03%). A Piazza Affari le banche sono favorite dalle indiscrezioni stampa sul raggiungimento dell’accordo sulle nuove norme Basilea 4 che saranno approvate in via definitiva a dicembre.

2 novembre 201715:14

Tra le Borse europee principali, Parigi e Francoforte scambiano in lieve calo, mentre la Borsa di Milano, che in mattinata viaggiava saldamente sopra i 23mila punti, nel primo pomeriggio è poco variata a 22.997 punti (+0,03%). A Piazza Affari le banche sono favorite dalle indiscrezioni sul raggiungimento dell’accordo sulle norme Basilea 4 che saranno approvate in via definitiva a dicembre.

2 novembre 201715:22

Dopo che Mark Carney ha detto che qualsiasi rialzo dei tassi in futuro avverrà “in maniera graduale e sarà limitato” la sterlina inglese ha iniziato a perdere terreno sul Forex.

2 novembre 201715:22

L’indebolimento della sterlina inglese sta favorendo la Borsa di Londra (+0,5%), mentre le altre piazze d’Europa sono poco intonate. A sorpresa la valuta britannica è scesa fino a 1,31 dollari dopo il rialzo dei tassi. La stretta monetaria, la prima in oltre dieci anni, era attesa e Carney ha fatto sapere che eventuali nuovi rialzi saranno modesti e avverranno in modo graduale.

2 novembre 201715:24

Negli Stati Uniti dopo quasi un’ora di contrattazioni il Nasdaq scambia in ribasso appesantito dai cali di Facebook e Tesla, mentre l’indice S&P 500 e il paniere delle blue chip Dow Jones sono piatti. Alle 16.15 il gruppo dei Repubblicani alla Camera presenterà il disegno di legge sulla riforma fiscale Usa e per ora il dollaro non sembra apprezzare i contenuti che sono usciti nelle indiscrezioni stampa. Sempre oggi, poi, il governo americano annuncerà il nome del sostituto di Janet Yellen alla presidenza della Fed a partire da febbraio dell’anno prossimo. Il prescelto dovrebbe essere, nel segno della continuità, Jerome Powell.

2 novembre 201716:04

Lucy O’Carroll, Chief Economist di Aberdeen Standard Investments, sostiene che il rialzo della Bank of England “è più rilevante a livello simbolico che per il suo impatto economico. Annulla soltanto il taglio fatto dopo il referendum sulla permanenza nell’UE che aveva l’obiettivo di prevenire qualsiasi ricaduta economica. Ma è un promemoria per le nuove generazioni che i tassi d’interesse – ed il costo del debito – possono salire e non solo scendere. Questo è di particolare rilievo in un momento in cui la crescita del debito al consumo desta qualche preoccupazione”.

I tassi d’interesse nel Regno Unito sono ancora eccezionalmente bassi secondo la media storica. Il rischio è che questo sia interpretato come l’inizio di un ciclo di rialzi dei tassi, cosa che potrebbe minare la fiducia dei consumatori in un momento particolarmente vulnerabile per l’economia. L’inflazione è cresciuta notevolmente ma per effetto di fattori temporanei. Resta il fatto che né i salari né i prezzi stanno crescendo molto, quindi a questo punto ulteriori rialzi sostanziali dei tassi non sarebbero giustificati.

“La domanda più importante per Carney è cosa fare se la Brexit non sarà un percorso così liscio come indicano ora le sue previsioni. Questo piccolo rialzo dei tassi non lascia molto spazio a tagli aggressivi se l’economia dovesse cambiare rotta. La banca centrale potrebbe riprendere l’allentamento monetario ma gli strumenti a disposizione sono praticamente esauriti. La domanda oggi è senza risposta, non da ultimo perché la banca non l’ha ancora”.

2 novembre 201716:16

Le ultime indiscrezioni sul maxi piano di riforma fiscale Usa non piacciono tanto ai mercati: l’andamento a Wall Street è peggiorato in concomitanza con la pubblicazione del testo preparato dal gruppo dei Repubblicani alla Camera. Il disegno di legge prevede un taglio della corporate tax al 20% dal 35% e una restrizione della fascia di aliquote delle imposte sul reddito, stando ai documenti ottenuti e consultati da Reuters e altre agenzie di stampa come Bloomberg. Il problema, più che i contenuti, è il fatto che si teme che il piano sia di difficile approvazione. Dow e S&P cedono lo 0,1-0,2%.

2 novembre 201716:19

Le ultime indiscrezioni sul maxi piano di riforma fiscale Usa non piacciono tanto ai mercati: l’andamento a Wall Street è peggiorato in concomitanza con la pubblicazione del testo preparato dal gruppo dei Repubblicani alla Camera. Il disegno di legge prevede un taglio della corporate tax al 20% dal 35% e una restrizione della fascia di aliquote delle imposte sul reddito, stando ai documenti ottenuti e consultati da Reuters e altre agenzie di stampa come Bloomberg. Il problema, più che i contenuti, è il fatto che si teme che il piano sia di difficile approvazione. Nasdaq e S&P cedono lo 0,1-0,2%.

2 novembre 201717:13

Non migliora la situazione per la sterlina britannica, che è scesa ai minimi di tre settimane e mezzo sul dollaro Usa. Se continua così per la valuta inglese, per lo meno rispetto al biglietto verde, sarà la seduta peggiore degli ultimi 13 mesi. Il calo ha però ridato energia alla Borsa londinese, che scambia in rialzo dello 0,8% a 7.553 punti.

2 novembre 201717:53

Petrolio Wti poco mosso in area 54,20 dollari al barile, sostenuto dall’erosione delle scorte Usa a dispetto di una produzione che continua ad aumentare. Il rispetto dei Paesi Opec e non Opec dei tagli all’offerta prosegue nel frattempo in maniera “eccellente” secondo il ministro saudita per il petrolio.

2 novembre 201717:59

Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo dello 0,24% a 23.046 punti. Dopo la trimestrale Tenaris ha realizzato un progresso di quasi due cifre percentuali (+9,76%). Ferrari recupera dai minimi dopo le stime giudicate troppo conservative dal mercato. Richiesti anche i titoli del settore bancario italiano, più positivi dei rivali europee. Una mano la offrono i conti positivi di Credit Suisse (+4%). Pop Emilia, Ubi Banca e UniCredit sono tra i migliori del comparto. In uno studio di oggi Credit Suisse si dice “selettivamente costruttiva” sulle banche italiane, mentre ha poco impatto la notizia di un nuovo accordo ormai raggiunto sulle norme di Basilea 4.

2 novembre 201718:00

Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo dello 0,24% a 23.046 punti. Dopo la trimestrale Tenaris ha realizzato un progresso di quasi due cifre percentuali (+9,72%). Ferrari recupera dai minimi dopo le stime giudicate troppo conservative dal mercato. Richiesti anche i titoli del settore bancario italiano, più positivi dei rivali europee. Una mano la offrono i conti positivi di Credit Suisse (+4%). Pop Emilia, Ubi Banca e UniCredit sono tra i migliori del comparto. In uno studio di oggi Credit Suisse si dice “selettivamente costruttiva” sulle banche italiane, mentre ha poco impatto la notizia di un nuovo accordo ormai raggiunto sulle norme di Basilea 4.

Hai dimenticato la password?