Terroristi Isis in Europa. Pronti a colpire questa capitale

27 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) –  Capitale europea nel mirino dell’ ISIS, che starà forse perdendo terreno in Siria o in Iraq, ma che sicuramente sta guadagnando terreno in Europa.

La capitale europea è Stoccolma. Alert dunque molto alto in queste ore in Svezia, dopo le rivelazioni del quotidiano Swedish Expressen, secondo cui i servizi di intelligence del paese avrebbero ricevuto informazioni dai loro colleghi iracheni, riguardo a una minaccia terroristica imminente.

Secondo le fonti del quotidiano, tra sette e otto terroristi dell’Isis sarebbero già arrivati in Svezia per colpire Stoccolma e, scrive il quotidiano, “stando alle informazioni, starebbero pianificando un attacco per colpire civili nella capitale”.

Nessuna conferma è arrivata dal Servizio di sicurezza del paese, ovvero dal Säkerhetspolisen, sui rumor che sono stati riportati sia dall’Expressen sia dall’altro tabloid più letto in Svezia, l’Aftonbladet. Tuttavia, il Servizio ha precisato che sta lavorando per analizzare il materiale di intelligence che ha ricevuto.

La tensione cresce, in vista delle celebrazioni del 70esimo compleanno del re svedese Carlo XVI, che riuniranno la famiglia reale, i funzionari governativi e altri reali europei, il prossimo 30 aprile.

AP ha riportato che ci sono state indiscrezioni nei media locali, secondo cui proprio il 30 aprile potrebbe essere il giorno prescelto dai terroristi.

Stando a una ricerca messa a punto dal Centro Internazionale contro il Terrorismo (ICCT), e pubblicata lo scorso 1° aprile, sono almeno 300 i cittadini svedesi che si sono recati in Iraq e Siria per unirsi alle fila dello Stato Islamico.

Di questi, la metà circa proviene dalla città di Gothenburg, la seconda città più grande della Svezia, che ha una popolazione di circa 500.000 persone.

Ciò rende Gothenburg la città europea, in proporzione alla popolazione, “che contribuisce con il maggior numero di persone al violento estremismo”, così come ha detto il capo della polizia Ulf Bostrom lo scorso anno.