La spesa si paga in Bitcoin, arriva in Italia carta di debito Coinbase

12 Giugno 2019, di Mariangela Tessa

Pagare il caffè in Bitcoin, oppure fare la spesa in Litecoin? Da oggi è possibile grazie al lancio da parte di Coinbase, una delle principali piattaforme di exchange di criptovalute, del proprio bancomat in sei paesi europei, Italia inclusa.

In concreto gli utenti di Coinbase residenti in Italia, Francia, Germania, Irlanda, Olanda e Spagna potranno utilizzare queste carte di debito, che sono sincronizzate automaticamente con i propri conti sull’exchange. La Coinbase Card, questo il nome della carta di debito, era stata originariamente lanciata nell’aprile di quest’anno, ma esclusivamente per gli utenti del Regno Unito.

La carta è disponibile sia in formato digitale, tramite le applicazioni per i sistemi Android e iOS (il sistema operativo dei dispositivi Apple), sia in formato fisico, consentendo il prelievo di banconote tradizionali dagli sportelli bancari al tasso di conversione del momento.

Gli utenti e fedeli al credo FinTech possono decidere quale criptovaluta vogliono utilizzare per effettuare un pagamento nell’app mobile di riferimento. Le valute utilizzabili sono quelle presenti sulla piattaforma Coinbase, ovvero bitcoin, ethereum, ripple, litecoin e zcash.

Piuttosto che pagare i rivenditori direttamente con la valuta digitale, Coinbase addebita agli utenti una commissione per la conversione in denaro tradizionale (in valuta fiat). Il nuovo prodotto permette di spendere le proprie criptovalute presso qualsiasi commerciante che accetta carte del circuito Visa.