Borsa Milano in pressing, occhio a trimestrali e Bce

20 Luglio 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – Mentre i mercati scaldano i motori in vista dell’attesa riunione della Bce di domani e in vista del taglio dei tassi della Banca d’Inghilterra in agosto, gli investitori tendono ad assumere un atteggiamento sempre più difensivo dopo la Brexit. In Asia ed Europa gli scambi in Borsa sono nervosi per via di prese di profitto e trimestrali societarie poco convincenti.

L’ultima ricerca condotta da State Street Global Markets sull’approccio al rischio, mostra che gli investitori sono stati meno propensi a correre rischi prima del referendum sulla Brexit, ma non sono stati completamente avversi al rischio così come lo erano stati a gennaio e inizio febbraio. Dal momento che molti politici, tra cui il presidente del Consiglio  Ue Donald Tusk, hanno parlato di “rischio globale, può sembrare naturale assumere un atteggiamento cauto” in Borsa.

La Brexit non è l’unico problema che assillerà la mente degli investitori quest’estate. A fine luglio arrivano gli stress test sulle banche europee. I movimenti del mercato delle valute continuano a essere disordinati, si teme un rialzo dei tassi d’interesse della Federal Reserve e un’ulteriore svalutazione della valuta cinese, senza contare la persistente crisi del debito per via dell’inefficacia delle politiche delle banche centrali.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 20 Luglio 20168:21

In Asia azionario contrastato. Il Nikkei giapponese fa segnare un ribasso dello 0,35%. Hong Kong fa più 0,77%, l’indice composito cinese SSE cala dello 0,06%, il paniere australiano guadagna lo 0,58% e il Sensex indiano lo 0,23%.

Daniele Chicca 20 Luglio 20168:30

Chiusura in calo per la borsa di Tokyo. Il Nikkei 225 ha terminato gli scambi con un ribasso dello 0,26%, a 16.679 punti.

Daniele Chicca 20 Luglio 20168:41

L’agenda macroeconomica della giornata prevede il saldo di partite correnti di Eurozona e l’indice di fiducia dei consumatori, attesa in calo dopo gli eventi di Nizza e Turchia, ed il tasso di disoccupazione di giugno nel Regno Unito.

Daniele Chicca 20 Luglio 20168:42

Sul mercato del reddito fisso, di prima mattina il contratto sul Bund con consegna settembre ha aperto stamane in rialzo di 7 tick a 166,56 lo spread tra Btp e Bund decennali si attesta a 127 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,23%. Attive sul primario Germania, UK e Portogallo.

Daniele Chicca 20 Luglio 20168:43

Future sul petrolio Wti in lieve rialzo dello 0,1% stamane a 44,70 dollari al barile, in attesa nel pomeriggio dei dati EIA sulle scorte settimanali Usa di greggio. Quotazioni dell’oro e dell’argento in lieve calo rispettivamente a $1.329 l’oncia e 19,83 dollari l’oncia.

Daniele Chicca 20 Luglio 20168:43

Sul valutario dollaro favorito dagli ultmi dati macro Usa. Al momento il tasso di cambio euro dollaro Usa viaggia in area $1,1016. Il biglietto verde cede parte dei guadagni nei confronti della valuta giapponese ma rimane vicino ai massimi di quattro mesi su un paniere di valute grazie ai solidi dati macroeconomici diffusi negli Usa e alle crescenti attese di un ulteriore stimolo monetario dalla Banca del Giappone.

Daniele Chicca 20 Luglio 20168:45

Si preannuncia un avvio di scambi positivi in Europa, con i futures sui principali indici dell’azionario che scambiano in progresso.

Daniele Chicca 20 Luglio 20169:24

Borsa Milano ha aperto in rialzo dello 0,53%. In Europa piazze principali positive. Tra i singoli titoli si mette in luce Microsoft che avanza di più di tre punti percentuali a Francoforte dopo risultati trimestrali convincenti spinti dal business cloud.

Daniele Chicca 20 Luglio 201610:19

Dopo una breve sbandata in territorio negativo, complice l’indebolimento del settore bancario, Piazza Affari torna a guadagnare terreno. Pop Emilia, Pop Milano, MPS (-1,67%), Banco Popolare sono sempre in rosso. Sale in controtendenza invece Intesa Sanpoalo (+1,5%). Tra le note positive anche Saipem (+2,72%), Recordati (+1,56%) e Luxottica (+1,14%). Maglia nera per Tenaris, che subisce un calo di più del -3%

Daniele Chicca 20 Luglio 201610:22

Dopo una breve sbandata in territorio negativo, complice l’indebolimento del settore bancario, Piazza Affari torna a guadagnare terreno. Pop Emilia, Pop Milano, MPS (-1,67%), Banco Popolare sono sempre in rosso. Sale in controtendenza invece Intesa Sanpoalo (+1,5%). Tra le note positive anche Saipem (+2,72%), Recordati (+1,56%) e Luxottica (+1,14%). Maglia nera per Tenaris, che subisce un calo di più del -3% dopo il downgrade del rating da parte di Goldman Sachs a Neutral da Buy.

Daniele Chicca 20 Luglio 201610:47

Dopo la pubblicazione dei dati sul lavoro nel Regno Unito, la sterlina ha azzerato i ribassi sul dollaro e ora scambia sulla linea di parità. Il tasso di disoccupazione britannico è sceso al 4,9% nel trimestre marzo-maggio, sui livelli più bassi dal 2005.

Daniele Chicca 20 Luglio 201611:21

Il settore migliore di giornata è per ora quello tecnologico, grazie in particolare ai conti del gruppo di software SAP. L’indice di riferimento paneuropeo EuroStoxx Technology guadagna più di 2 punti percentuali. I titoli della società tedesca pure avanzano dopo la pubblicazioni di conti migliori del previsto. Il gruppo ha registrato un aumento degli utili operativi del 9% nel secondo trimestre. Come nel caso di Microsoft, ha aiutato il buon risultato del business cloud.

Daniele Chicca 20 Luglio 201612:31

Si muovono in buon progresso i futures sui principali indici della Borsa Usa. Gli investitori di Wall Street aspettano di conoscere un’altra sfilza di risultati societari tra cui i conti fiscali di Morgan Stanley e Intel.

Gli investitori continuano a comprare anche dopo che il Dow Jones ha registrato un rialzo per otto sedute di fila: da anni non si vedeva una striscia positiva così lunga. 

Daniele Chicca 20 Luglio 201612:34

In Europa intanto Volkswagen risulta tra i migliori titoli di giornata con un +5% dopo i conti fiscali convincenti malgrado le conseguenze dello scandalo dieselgate sui motori truccati. I profitti operativi sono stati decisamente più alti delle attese. Nella prima parte dell’anno l’utile è stato pari a 5,3 miliardi di euro. Secondo le stime della casa automobilistica tedeca alla fine dell’esercizio fiscale ancora in corso il fatturato dovrebbe calare del 5% rispetto al 2015.

Daniele Chicca 20 Luglio 201612:58

I risultati positivi di Volkswagen fanno bene anche FCA, che corre del 3,7% in Borsa al giro di boa. Piazza Affari chiude la prima parte di seduta con un buon progresso, mettendosi alle spalle le difficoltà iniziali. Alla vigilia della riunione della Bce un po’ di volatilità è fisiologica.

L’indice delle blue chip Ftse MIB guadagna lo 0,7% a 16.789 punti. Rialzi più sostenuti per le altre Borse europee: Francoforte +1,4%, Parigi +1,2%. A Milano molto richieste le Saipem (+4,5%). Continuano invece le vendite su Mps (-2,3% a 0,315 euro) che risente, tra l’altro, della smentita di Ubi Banca su un suo presunto interesse per Antonveneta.

weds aft

Laura Naka Antonelli 20 Luglio 201614:41

Trend al rialzo per i futures Usa.

Laura Naka Antonelli 20 Luglio 201614:44

Piazza Affari debole, il Ftse Mib sale ora di appena +0,26%, a 16.717,94 punti. Tra i titoli scambiati sull’indice Mps -2,75%, Bper -0,06%, BPM -0,35%, BP -0,59%, Intesa SanPaolo +1,77%, Unicredit +1,54%, Ubi Banca +0,79%. Tra i titoli di altri settori Atlantia -0,86%, Campari +0,40%, Eni -1,10%, FCA rimbalza con +3,42%, Tenaris -3,97%, Saipem oltre +4%, 

Laura Naka Antonelli 20 Luglio 201615:41

Focus sul balzo del titolo Saipem, che a Piazza Affari, sull’indice  Ftse Mib, è arrivato a superare anche +5%, portando le quotazioni a valore al massimo intraday di 0,4585, al record in più di cinque mesi. Il rally si spiega con la decisione di Goldman Sachs di confermare il rating buy sul titolo, già nella Conviction Buy List della banca Usa.

Laura Naka Antonelli 20 Luglio 201617:50

L’indice Ftse Mib ha terminato le contrattazioni in rialzo +0,54%, a 16.763,82 punti. Tra i titoli attenzione sempre alle banche: Ubi Banca +0,65%, Unicredit +1,81%, Mediobanca +1,19%, Mps -2,72%, Bper +1,24%, BPM -0,40%, BP -0,75%. Tra i titoli di altri settori vendite su Tenaris, che durante la sessione ha perso anche -4% per poi dimezzare le perdite – ha pesato un downgrade di Goldman Sachs -. Male anche Telecom Italia -1,52%; molto bene invece Moncler, con oltre +4% e Luxottica oltre +2%. FCA +3,84%, Eni -0,69%, Cnh Industrial +1,96%, Atlantia -0,59%.