Riscatto Borsa Milano, si scommette su bazooka per salvare banche

8 Luglio 2016, di Daniele Chicca

MILANO (WSI) – Piazza Affari chiude la sessione all’insegna degli acquisti, sulla scia del rimbalzo delle banche che è avvenuto già nei primi minuti di contrattazione. Sprint Ftse Mib, chiude in corsa +4,08% a 16.066,38 punti.

Il boom di buy è stato successivamente rinfocolato dalle dichiarazioni arrivate da Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia e dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, in occasione dell’assemblea annuale dell’ABI.

Le dichiarazioni hanno portato gli investitori a scommettere in modo più aggressivo sull’arrivo di un bazooka italiano per salvare le banche più deboli del paese. Padoan ha precisato che il governo Renzi sta “dialogando con l’Unione Europea per verificare la possibilità di un intervento pubblico nel sistema bancario” e che “c’è un dialogo continuo per esplorare tutte le possibilità di intervento pubblico ammesse” dalle regole europee.

Sebbene lo stesso Fondo Monetario Internazionale FMI si sia occupato dei problemi che affliggono le banche italiane, a Piazza Affari i titoli bancari hanno continuato a correre, con BP che ha chiuso nel finale con rialzi +18% circa. Unicredit e Intesa SanPaolo +10%. E’ rimasta indietro Mps, con un notevole balzo comunque superiore a +4%.

Sentiment dei mercati sostenuto anche dal report occupazionale Usa. In ogni caso gli analisti sono convinti che l’impatto dei dati sul lavoro Usa sulle decisioni della Federal Reserve in materia di tassi di interesse sia sceso da quando è stata votata la Brexit. Janet Yellen e soci ora sono più attenti a come si muovono i mercati e le economie globali.

A proposito di dati macro, ieri l’indice sulla fiducia dei consumatori britannici realizzato da GfK ha mostrato il calo più marcato da dicembre 1994. L’impatto della Brexit si è fatto sentire.

In Asia Borse negative con Tokyo che cede l’1,1% e anche le principali piazze cinesi sotto pressione.

Sugli altri mercati il petrolio soffre dopo aver perso il 5% ieri per via dei timori sui livelli delle scorte di barili americani. Contratto WTI piatto attorno a $45, Brent in lieve rialzo sopra $46.

Sul valutario euro in lieve calo, si mantiene al di sopra della soglia di $1,10. Dollaro-yen in ribasso attorn a JPY 100. Sterlina in ripresa sul dollaro attorno a $1,29. L’euro è sceso anche sullo yen, a JPY 111 circa.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 8 Luglio 20168:56

Tra le materie prime, stamattina il petrolio è poco mosso dopo il tonfo del 5% di ieri. Il contratto Wti quota 46,67 dollari al barile. I cali della vigilia sono stati causati soprattutto dalla diffusione del dato sulle scorte di petrolio EIA settimanali che sono calate a 2,2 milioni di barili a fronte di un calo previsto di 2,5 milioni.

Sul mercato dei metalli, oro in arretramento dal massimo dal marzo 2014 a $1.377,45 l’oncia toccato due giorni fa. I prezzi segnano 1.359 dollari all’oncia circa al momento.

Daniele Chicca 8 Luglio 20168:56

In Asia la borsa di Tokyo ha chiuso ancora oggi in ribasso (-1,1%), in un mercato in cui continua a sussistere un’elevata incertezza causata della Brexit. Nintendo ha guadagnato l’8,9% grazie all’applicazione Pokémon GO, lanciata da pochi giorni sul mercato, già in cima alla classifica dei videogiochi più scaricati. Seven & I Holdings Co. ha perso l’1,6% dopo aver diffuso un dato sull’utile in calo lo scorso trimestre dello 0,5%. Al momento Hong Kong a -1,08% e sale Shangai composite a -0,82%.

Daniele Chicca 8 Luglio 20168:57

Sul valutario, il cambio euro dollaro scambia in area $1,1077. Euro in lieve rialzo dal calo di ieri sera nei confronti del dollaro, anche la sterlina recupera nei confronti del biglietto verde. Lo yen ha beneficiato ancora del suo carattere difensivo e si è apprezzato rispetto al dollaro per il quarto giorno consecutivo.

Daniele Chicca 8 Luglio 20168:58

In ambito di mercato del reddito fisso, il future sul Bund con consegna a giugno ha aperto gli scambi in rialzo di 15 tick a 167,72 punti, mentre lo spread tra Btp Bund decennali è stabile a 140 punti base, con il rendimento del titolo italiano a 10 anni che si attesta all’1,23%. Il Tesoro annuncerà oggi la tipologia e i quantitativi dei Btp che verranno messi all’asta il prossimo 13 luglio.

Daniele Chicca 8 Luglio 20169:10

Avvio in sordina per le principali Borse europee. Piazza Affari cede circa mezzo punto percentuale. Ancora negativa Telecom. Pesano anche oggi i cali del settore bancario che fanno diventare sempre più pesante il computo della settimana (-5%).

Daniele Chicca 8 Luglio 20169:14

Avvio in sordina per le principali Borse europee. Piazza Affari cede circa mezzo punto percentuale. Ancora negativa Telecom. Pesano anche oggi i cali del settore bancario che fanno diventare sempre più pesante il computo della settimana (-5,7%). Il comparto in Europa oggi cede lo 0,75%. L’indice Eurostoxx 600 ha aperto in calo dello 0,3%. 

Daniele Chicca 8 Luglio 20169:22

La Borsa italiana ha effettuato un’improvvisa virata in positivo e ora il Ftse MIB guadagna lo 0,45% sopra 15.500 punti. Riscatto delle popolari – eccezion fatta per Pop Emilia – e di Telecom Italia. Buy anche su Saipem (dopo le commesse per 1,5 miliardi annunciate ieri) e Generali. 

Tra le note negative nelle prime battute si segnalano Banca Mediolanum (-1%) Atlantia e A2A. Mps piatta dopo le novità emerse dal CdA di ieri, Unicredit +0,3% e Intesa Sanpaolo +0,2%.

Daniele Chicca 8 Luglio 20169:30

Le previsioni sull’atteso rapporto occupazionale Usa del mese di giugno parlano di 178 mila posti di lavoro creati dopo il deludentissimo +38 mila di maggio. Parallelamente il Bureau of Labor Statistics del Dipartimento del Lavoro statunitense diffonderà il tasso di disoccupazione statunitense. Le attese sono per una percentuale pari al 4,8% dopo il 4,7% precedente.

Daniele Chicca 8 Luglio 201610:14

Sul valutario la sterlina è stranamente in rialzo sul dollaro oggi (+0,19% a 1,2932 dollari). Stranamente perché ieri sera è stato pubblicato un sondaggio da cui è emerso il calo più marcato della fiducia dei consumatori britannici da dicembre 1994, fattore che aumenta le chance di ribasso dei tassi di interesse da parte della Banca d’Inghilterra.

Daniele Chicca 8 Luglio 201610:46

Intesa Sanpaolo corre in Borsa stamattina dopo che il Ceo della banca, Carlo Messina, ha assicurato che l’istituto sarà promosso negli stress test di fine luglio. Le dichiarazioni sono state riportate dall’agenzia stampa Reuters. I titoli avanzano del 2,81% al momento a Piazza Affari.

Daniele Chicca 8 Luglio 201611:03

Il listino Ftse MIB guadagna ora l’1,61% sui massimi di seduta. Piazza Affari è la migliore Borsa d’Europa. Londra è in ribasso dello 0,21%. Francoforte fa +0,55% mentre Parigi +0,21%. L’andamento poco mosso dei futures sui principali indici della Borsa Usa dice che l’avvio a Wall Street sarà all’insegna della cautela.

Daniele Chicca 8 Luglio 201611:13

Continua la risalita delle banche italiane a Piazza Affari. Banco Popolare è la più gettonata dagli investitori con un +8,31%, forti Buy anche su Pop Emilia (+6,74%) e Unicredit (+4,79%). Intesa Sanpaolo accelera del 5,56% dopo che il Ceo Messina ha garantito che la banca passerà gli stress test cruciali di fine luglio.

Daniele Chicca 8 Luglio 201612:16

Il titolo Eni è uno dei pochi a scambiare in territorio negativo nella mattinata di oggi a Piazza Affari. Sui corsi delle azioni del colosso petrolifero pesa la notizia dell’esplosione di un oleodotto in Nigeria.

Alcuni aggressori hanno fatto saltare un oleodotto della controllata di Eni nello stato di Baylesa del paese africano. Le forze delle NSDC, l’agenzia paramilitare per la difesa e la sicurezza in Nigeria, hanno ingaggiato uno scontro a fuoco con alcuni degli aggressori.

Daniele Chicca 8 Luglio 201614:42

Il titolo Saipem guadagna terreno a Piazza Affari dopo che gli analisti di Barclays hanno rivisto al rialzo il loro rating sul titolo da “Underweight” ad “Overweight”. Il titolo fa +3,6% al momento mentre la Borsa di Milano, favorita dallo scatto in avanti delle banche, guadagna il 3% circa.

Daniele Chicca 8 Luglio 201614:45

La Borsa italiana, favorita dallo sprint di titoli bancari come Unicredit (+7%) e le popolari accelera del 3% circa nel primo pomeriggio. Non influisce particolarmente il dato sul report occupazionale Usa che ha mostrato una crescita di posti di lavoro superiore alle attese in giugno ma una cifra molto deludente in maggio.

Gli Stati Uniti hanno creato 287 mila posti di lavoro a giugno a fronte dei 175 mila attesi in media dagli analisti. Il tasso di disoccupazione è risalito al 4,9%. Il mese prima, tuttavia, sono stati creati solo 111 mila posti nel settore non agricolo.

Laura Naka Antonelli 8 Luglio 201615:00

Futures Wall Street accelerano al rialzo dopo la pubblicazione del dato chiave che influenzerà le decisioni della Fed e l’andamento dei mercati azionari di tutto il mondo. I futures sul Dow Jones sono balzati fin oltre +100 punti, +0,7%, a 17.937; quelli sul Nasdaq +0,6% a 4.477 mentre quelli sullo S&P 500 fino a +0,85% circa.

Laura Naka Antonelli 8 Luglio 201615:03

Futures Wall Street accelerano al rialzo dopo la pubblicazione del dato chiave che influenzerà le decisioni della Fed e l’andamento dei mercati azionari di tutto il mondo. I futures sul Dow Jones sono balzati fin oltre +100 punti, +0,7%, a 17.937; quelli sul Nasdaq +0,6% a 4.477 mentre quelli sullo S&P 500 fino a +0,85% circa.

Daniele Chicca 8 Luglio 201616:10

L’avvio a Wall Street è molto positivo con il Dow Jones che in un solo minuto di scambi, forte di un guadagno di 100 punti pieni, è riuscito a azzerare i cali post Brexit. Il merito è  del rapporto occupazionale governativo di giugno, che ha fatto meglio delle stime allontanando lo spettro di una recessione in Usa.

Tra i singoli titoli Amazon avanza dell’1% ai massimi di sempre.

Daniele Chicca 8 Luglio 201616:31

Le banche americane sono le grandi protagoniste di giornata: rialzi del due percento circa dopo la pubblicazione del report occupazionale migliore del previsto nel mese di giugno.

Daniele Chicca 8 Luglio 201616:47

L’avvio a Wall Street è molto positivo con il Dow Jones che in un solo minuto di scambi, forte di un guadagno di 100 punti pieni, è riuscito a azzerare i cali post Brexit. Il merito è  del rapporto occupazionale governativo di giugno, che ha fatto meglio delle stime allontanando lo spettro di una recessione in Usa.

Tra i singoli titoli Amazon avanza dell’1% ai massimi di sempre.