Salvataggio banche venete costato quanto bilancio Difesa

27 Giugno 2017, di Daniele Chicca

I conti correnti delle due banche venete erano a rischio e pertanto il governo è dovuto intervenire con un bailout e un pacchetto di garanzie per scongiurare il crac di Pop Vicenza e Veneto Banca. Il prezzo da pagare per i contribuenti è stato di 17 miliardi di euro, pari all’intero bilancio annuale speso per la Difesa l’anno scorso.

Nessun governo ha a portata di mano un budget del genere da sacrificare ogni volta che una banca di media o piccola taglia ha bisogno di aiuti esterni per sopravvivere. In Italia, paese indebitato fino al collo, in particolare. Il debito pubblico è arrivato a superare il 132% del Pil. I soldi non ci sono.

L’Unione Europea ha imposto una serie di nuove regole per gestire problemi simili. La direttiva sul bail-in prevede proprio che i contribuenti non debbano pagare per i salvataggi di banche private. Insomma, la prossima volta che una delle banche italiane va in crisi, a pagare saranno i correntisti e non più il governo.