Rishi Sunak nuovo primo ministro inglese. Qual è stata la reazione dei mercati?

24 Ottobre 2022, di Gianmarco Carriol

L’ex ministro delle finanze inglese Rishi Sunak sarà il prossimo primo ministro del Regno Unito dopo aver sconfitto lunedì la sua rivale rimasta nella corsa per diventare leader del partito conservatore. L’altra potenziale candidata, Penny Mordaunt, ha ammesso di non essere riuscita a raggiungere la soglia di nomination necessaria. Qualche istante prima dell’annuncio del numero delle nomination, Mordaunt ha promesso il suo pieno sostegno a Sunak.

Sunak diventerà primo ministro una volta nominato ufficialmente da re Carlo III e sarà il primo primo ministro nominato dal nuovo re dopo la morte della regina Elisabetta II lo scorso settembre. Questa nomina segna l’apice di quella che è stata un’ascesa al potere sorprendentemente rapida per Sunak.

Chi è Rishi Sunak

Sunak diventerà la prima persona indiana e di religione induista a guidare il Regno Unito. A 42 anni, è anche la persona più giovane ad assumere l’incarico in più di 200 anni. È stato eletto per la prima volta in Parlamento nel 2015 ed è diventato sottosegretario nel 2017. È stato Johnson a conferire a Sunak il suo primo ruolo importante nel governo, nominandolo segretario capo del Tesoro nel 2019 e promuovendolo cancelliere nel 2020.

Ma in quanto terzo primo ministro britannico in sette settimane, Sunak si trova ad affrontare una missione difficile.

Il suo stesso partito è diviso e sempre più impopolare dopo quattro mesi di turbolenze politiche e caos sui mercati finanziari a seguito dell’annuncio della manovra di Liz Truss, la premier precedente, dimessasi dopo soli 45 giorni. Allo stesso tempo, la Gran Bretagna sta affrontando una grave crisi economica, con molti economisti che credono sia già in recessione. “Il Regno Unito è un grande Paese ma stiamo affrontando una profonda crisi economica. Ecco perché mi candiderò per essere il leader del Partito conservatore e il prossimo Primo Ministro. Voglio riparare la nostra economia, unire il nostro Partito e portare di nuovo in alto il nostro Paese”, ha scritto Sunak domenica scorsa su Twitter.

La reazione dei mercati

BlackRock, il più grande gestore patrimoniale del mondo, questa mattina ha dichiarato di aver aggiornato i Gilt britannici a neutrali da sottopeso e ha affermato che “la percezione della credibilità fiscale è migliorata, anche se non completamente”.

La sterlina è rimbalzata in territorio positivo rispetto al dollaro, dopo essere diventata brevemente negativa, mentre i titoli sensibili ai consumatori hanno fatto salire il FTSE 100, il principale indice inglese, nel corso della giornata. Il FTSE 100 è aumentato dello 0,6% nel corso della giornata, sostenuto dai settori di consumo e industriali, ma sta sottoperformando i più ampi mercati europei, dove lo STOXX 600 è in rialzo dell’1,2%.

I rendimenti dei Gilt a dieci anni sono scesi di 28 punti base, al 3,78%, dopo aver toccato il minimo dalla manovra presentata dall’ex ministro delle finanze Kwasi Kwarteng il 23 settembre scorso Per Josh Mahoney, senior market analyst, IG Group, Londra:

“La notizia del successo dell’offerta di Rishi Sunak per diventare il nuovo Primo Ministro ha risparmiato ai mercati ogni ulteriore incertezza oggi, con il Regno Unito essenzialmente destinato a essere guidato attraverso questa crisi da due cancellieri. I mercati dei Gilt hanno certamente risposto positivamente, con rendimenti in calo che fanno sperare che i costi finanziari continueranno a diminuire dopo un turbolento mandato di Truss. Tuttavia, con le politiche a favore della crescita un ricordo del passato, la sterlina si trova sotto pressione visti i segnali di allarme forniti dai dati sul Pmi al collasso pubblicati questa mattina. La speranza per molti è che politiche più restrittive della banca centrale e del governo riducano rapidamente l’inflazione senza danneggiare troppo l’economia. Tuttavia, i trader rimarranno preoccupati che le ricadute economiche siano più dannose del previsto e che l’inflazione mantenga i tassi più alti più a lungo”.