Ray Dalio apre al Bitcoin: può essere utile per diversificare

10 Dicembre 2020, di Alberto Battaglia

Ray Dalio, il celebre investitore e fondatore dell’hedge fund Bridgewater associates, ha ammorbidito la sua posizione storicamente scettica nei confronti del Bitcoin. In una discussione tenuta sul social network Reddit, Dalio ha fatto sapere che in un contesto in cui il denaro viene iniettato con disinvoltura è importante diversificare per proteggersi da possibili cadute future nel potere d’acquisto. Così Dalio:

“Siamo immersi in una marea di denaro e di credito che sta aumentando la maggior parte dei prezzi delle attività e distribuendo ricchezza in un modo che siamo arrivati a credere sia normale… e questo sta minacciando il valore del nostro denaro e del nostro credito”, ha scritto Dalio su Reddit, “molto probabilmente quest’alluvione non si placherà, quindi quelle attività non diminuiranno di prezzo…”.

L’invito dell’investitore, è pertanto quello di allargare la varietà di asset in portafoglio:

“E’ importante diversificare bene in termini di valute e paesi, nonché classi di attività”. Anche il Bitcoin potrebbe rientrare nel menu? Il Bitcoin “potrebbe servire come agente di diversificazione rispetto all’oro e ad altri asset simili”, ha detto Dalio. “Per quanto riguarda [la scelta fra] Bitcoin oppure oro, preferisco decisamente detenere le stesse cose delle banche centrali e con le quali queste ultime vorranno scambiare valore quando cercheranno di effettuare transazioni”, ha chiarito Dalio, propendendo evidentemente per l’oro.

Lo scorso 17 novembre Dalio aveva affermato su Twitter di non riuscire a “immaginare che il Bitcoin possa essere utilizzato dalle banche centrali, dai grandi investitori istituzionali, dalle imprese o dalle multinazionali. Se mi sbaglio su queste cose mi piacerebbe essere corretto”.