Vaticano: lo Ior chiude 5.000 conti correnti

12 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Chiusi allo Ior circa 5mila conti correnti, per l’esattezza 4.935, tra giugno 2013 e dicembre 2015. A comunicarlo la stessa banca vaticana che oggi pubblica il Rapporto Annuale 2015.

“Le procedure in vigore sono diligentemente applicate a tutti i nuovi clienti e relative attività”.

Al 31 dicembre 2015, lo Ior ha servito 14.801 clienti, registrando un utile netto di 16,1 milioni di euro – in forte calo rispetto ai 69,3 milioni del 2014 – interamente versato sotto forma di dividendo. Il risultato operativo dello Ior è pari a 42,8 milioni di euro mentre l’anno scorso era pari a 104,5 milioni.

“Esso riflette positivamente la strategia di investimento partita a fine 2014 per condurre una razionalizzazione e il de-risking del portafoglio di proprietà dello Ior in un contesto di tassi bassi. È stato raggiunto nonostante la volatilità dei mercati finanziari aggravata dall’incertezza geopolitica ed economica. Questa congiuntura ha caratterizzato la maggior parte dell’anno ma è stata particolarmente intensa nel secondo semestre e, dopo tutto, ha influenzato i risultati netti di esercizio ed ha condotto a una diminuzione dei proventi netti da interessi”.