Usa: richieste sussidi disoccupazione in rialzo, massimo in sei settimane

20 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Il numero di lavoratori Usa che ha presentato richiesta per ricevere i sussidi di disoccupazione è salito, nella settimana compresa tra il 9 e il 15 ottobre, di 13.000 unità, a quota 260.000. Il valore rappresenta il massimo in sei settimane. Le condizioni del mercato del lavoro degli Stati Uniti rimangono tuttavia solide, se si considera che il ritmo a cui le aziende americane licenziano rimane a livelli minimi record.

Si tratta inoltre della 85esima settimana consecutiva in cui le richieste dei sussidi rimangono al di sotto della soglia di 300.000 unità.

Il dato è stato comunque peggiore delle attese, con gli analisti che avevano previsto un incremento limitato a 250.000 unità. L’incremento delle richieste di sussidi si può spiegare con l’uragano Matthew che si è abbattuto negli Usa e che ha provocato l’interruzione di alcuni lavori. L’indicatore relativo allo stato della Carolina del Nord è salito di fatto di 2.520 unità. Al di là degli stati Usa colpiti da Matthew, altri aumenti delle domande per ricevere i sussidi hanno interessato il Michigan, il Kentucky e la California.

La media delle ultime quattro settimane delle richieste dei sussidi è avanzata di 2.250 a 251.750 unità.

Il numero di lavoratori Usa che ricevono i sussidi negli Usa, relativo alla settimana terminata l’8 ottobre, è sceso di 12.750 a 2,05 milioni di unità, al minimo dal luglio del 2000.