Ue taglia stime su Pil Italia 2016 a +1,1%, conferma outlook 2017

3 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

Il verdetto dell’Ue sull’Italia è arrivato. La Commissione Ue ha rivisto al ribasso le stime sulla crescita del Pil italiano, nel 2016, a +1,1%, rispetto a +1,4% reso noto nel mese di febbraio.

La stima sul Pil del 2017 è stata invece reiterata a un tasso di crescita +1,3%.

Nella sintesi generale sull’Italia che è inclusa nelle Previsioni economiche di primavera, rese note oggi dall’Ue, si legge:

“Le proiezioni indicano che la ripresa dell’economia italiana continuerà nel 2016 e 2017, con la ripresa della domanda interna. Si prevede che L’occupazione continui a crescere, mentre l’inflazione dovrebbe rimanere bassa anche a causa della pressione limitata del costo del lavoro. Le proiezioni indicano che nel 2016, il deficit pubblico calerà leggermente e il rapporto debito-Pil resterà stabile, prima di cominciare a scendere nel 2017″.