Pop Emilia: titolo sale a Piazza Affari, +13% dopo i conti

5 Agosto 2016, di Alessandra Caparello

BOLOGNA (WSI) – In calo l’utile netto della banca popolare dell’Emilia Romagna (Bper) che chiude il primo semestre a 64 milioni contro i 73,2 milioni dello scorso anno.

Il margine di interesse si attesta a 590,4 milioni in calo del 5,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e le commissioni nette, pari a 358,1 milioni, sono anch’esse in calo dello 0,5% mentre il risultato netto delle attività di negoziazione (comprensivo dei dividendi) si attesta a 73,5 milioni (-2,4%).

Salgono dell’1,9% a 639,7 milioni i costi della gestione. Bper registra un Core Tier1 in forte crescita al 14,49% rispetto all’11,55% di fine marzo, dovuto al fatto che la banca, per la prima volta, ha utilizzato i modelli interni per i requisiti del rischio che hanno avuto un impatto positivo di circa 300 punti base. Nonostante questi risultati il titolo Ber oggi a Piazza Affari guadagna il 13% ed entro fine anno stima che cederà il 10% delle sofferenze.