Panama Papers sono costati all’Ue 237 miliardi e 1,5 milioni di posti di lavoro

3 Maggio 2017, di Daniele Chicca

Lo scandalo dei Panama Papers è costato tra i 109 e i 237 miliardi di euro agli Stati membri dell’Unione europea in termini di perdita di gettito fiscale e 1,5 milioni di posti di lavoro in termini occupazionali. Sono i calcoli presenti nel documento “The impact of schemes revealed by the Panama papers on the economy and finances of sample of member states” (gli impatti economici che i Panama papers hanno avuto dal punto di vista economico e fiscale su un campione di stati), discusso il 27 aprile 2017 dalla commissione Pana (la commissione del Parlamento europeo sui Panama papers).

Secondo il documento se i miliardi finiti negli schemi sfuggiti al fisco e operati dallo studio Mossack e Fonseca di Panama, rivelati l’anno scorso, fossero invece stati impiegati in politiche a favore dell’occupazione in Europa oggi ci sarebbero 1,5 milioni di posti di lavoro in più.