Elezioni Olanda: massima incertezza, Bond europei sotto stress

14 Marzo 2017, di Daniele Chicca

I mercati dei bond europei sono sotto stress per via dell’avvicinarsi delle elezioni in Olanda e delle elezioni in Francia. Il Btp a un certo punto oggi rendeva anche più del 2,4%. Nonostante la polemica con la Turchia, che si pensava potesse favorire un partito contrario alle politiche di accoglienza dei migranti come quello di Geert Wilders, i consensi del movimento di estrema destra anti europeo sono scesi negli ultimi giorni quando mancano 24 ore al voto in Olanda. Al momento si assicurerebbe il 14% (Partito delle Libertà, PVV).

Il partito del premier olandese in carica Mark Rutte (VVD) è in testa con il 17% dei favori, ma l’esito delle elezioni è quanto mai incerto, anche per via della presenza di numerosi piccoli partiti (che creeranno dispersione dei voti) e dell’ancora grande numero di elettori indecisi. Anche se Wilders dovesse uscire vittorioso dalle elezioni, difficilmente avrebbe i numeri per governare o riuscirebbe a trovare un accordo con un altro partito per formare una coalizione di governo.