Buone notizie per i Btp: conti individuali di risparmio saranno inseriti nel Def

2 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

I Conti individuali di risparmio (Cir) saranno inseriti nella legge di bilancio. Ci spera la Lega, che sta facendo pressioni sul governo perché lo strumento con il quale si incentivano i contribuenti italiani ad aumentare gli investimenti in Btp venga incluso nel decreto legge collegato alla manovra finanziaria. Entrambi i testi legislativi dovrebbero venire approvati entro il 20 ottobre.

“La struttura è definita”, annuncia a Reuters il padre dell’iniziativa Armando Siri, sottosegretario alle Infrastrutture. Su oltre 2.300 miliardi di debito pubblico complessivo, la fetta in mano a investitori non residenti è di poco inferiore al 31%, secondo i dati di Bankitalia aggiornati a giugno 2018.

La gran parte dei titoli di Stato è in mano a banche e fondi di investimento: alle famiglie e le imprese italiane fa capo una percentuale inferiore al 5%. Con un rapporto deficit Pil al 2,4%, diversificare le fonti di finanziamento dovrebbe essere la parola d’ordine per il governo, che dice di voler ridurre gradualmente il rapporto tra debito e il Pil nei prossimi anni.