Nano medicina, un’app ci salverà con il “dottore elettronico”

2 Marzo 2018, di Alessandra Caparello

La salute verrà gestita con le app. Le ultime ricerche producono sensori microscopici, indossabili come un orologio o un orecchino in grado di registrare battito cardiaco, fasi del sonno, secchezza della pelle, tono muscolare, livelli di zucchero, ecc e poi trasmetterli ad un cervellone, un server, tramite smartphone o tablet che restituisce poi i dati, dopo averli elaborati in un algoritmo.

Una medicina 4.0 a cui le dieci maggiori imprese tecnologiche, da Google ad Apple, credono fortemente aumentando i loro investimenti in campo sanitario. Ma anche l’Europa non si fa cogliere impreparata e negli ultimi tempi è un brulicare di  start-up e progetti che mettono insieme università, aziende e programmi pubblici. Ad esempio? Ada Health, con sede a Berlino, che – racconta La Stampa –  funziona come un medico di famiglia elettronico e aiuta il paziente-consumatore a capire i propri sintomi e a comunicarli, se è il caso, a uno specialista in carne ed ossa. Una cura della salute improntata al tech.

E in Italia? All’avanguardia nella sperimentazione di sensori indossabili per monitorare lo stato di pazienti afflitti da sclerosi multipla, epilessia, depressione è il Dipartimento di ingegneria e scienza applicata dell’ Università di Bergamo guidato da Valerio Re.

“Le app sono utili per seguire a distanza malati cronici, soprattutto per patologie graviPer il Parkinson si usano sensori che registrano il movimento, da cui si deduce lo stato del soggetto. Abbiamo anche realizzato un sensore per il ph della pelle: attraverso l’ acidità indica la prossimità alla disidratazione prima che si avverta la sete, adatto quindi per gli atleti. Grazie alla geolocalizzazione queste app salvano delle vite, specie nel caso degli anziani (…) Dall’ altra parte c’ è il rischio dell’ invasione della privacy e dell’ immissione di dati sensibili in algoritmi, soprattutto quando si tratta di incrociare dati differenti”.

La vera rivoluzione sta arrivando in casa Apple che sta mettendo a punto Health App che riunirà tutti i dati medici di un individuo. In arrivo così l’era del medico elettronico e onnisciente.