Mercati assuefatti, Cina e materie prime in difficoltà

9 Maggio 2017, di Daniele Chicca

Dopo lo scampato pericolo Le Pen i mercati finanziari si concentrano sui prossimi appuntamenti elettorali dell’anno in Europa (legislative francesi, Regno Unito, Germania e forse Italia) ma soprattutto sui rischi di hard landing e scoppio di bolla del credito in Cina. Ieri l’indice della Volatilità Vix è sceso ai minimi da febbraio 2007 e l’azionario viaggia sempre su livelli record, nonostante la reazione poco euforica all’elezione di Macron, già scontata dai mercati. Ciononostante gli ultimi dati deboli pubblicati dalla seconda potenza economica mondiale hanno fatto suonare il campanello d’allarme.

I fondamentali dell’economia e in particolare il rallentamento della domanda in Cina mettono sotto pressione le materie prime. I prezzi del petrolio (contratto Wti) sono tornati a scambiare sotto i 45 dollari al barile sui mercati energetici, mentre la squadra di analisti di Goldman Sachs sottolinea che stavolta nonostante il ciclo di rialzo dei tassi della Fed, la corsa delle commodities potrebbe essere deragliata da tre fattori di rischio principali. Oltre alla già citata frenata della domanda di metalli industriali e altre risorse di base in Cina, elementi “pericolosi” sono l’andamento degli affari del gas di scisto americano e l’irrigidimento monetario più graduale del solito in America.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 9 Maggio 20179:17

La Borsa di Tokyo ha chiuso in calo dello 0,26% mentre l’avvio per le Borse europee è lievemente positivo grazie soprattutto ai dati macro economici positivi pubblicati in Germania.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:00

Intanto i mercati azionari in Cina si apprestano a chiudere in calo: si tratterebbe della striscia di ribassi più lunga da tre anni, ovvero da dicembre 2013. Il governo a Pechino sta cercando di ridurre i livelli di indebitamento nel sistema finanziario.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:09

A Piazza Affari pesanti i titoli di Poste Italiane (-0,23%) dopo il declassamento del rating da parte di Fitch. Male anche FCA, Luxottica e Leonardo. In testa al paniere qualche titolo finanziario come Banca Generali e UniCredit. Rimbalza Saipem sulla scia del rincaro dei prezzi del petrolio. Dopo una chiusura in rimonta ieri a New York, oggi i contratti sul Wti americano sono poco variati sopra i 46 dollari al barile. il Brent guadagna 4 centesimi a $49,38.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:10

A Piazza Affari pesanti i titoli di Poste Italiane (-0,23%) dopo il declassamento del rating da parte di Fitch. Male anche FCA, Luxottica e Leonardo. In testa al paniere qualche titolo finanziario come Banca Generali e UniCredit. Rimbalza Saipem sulla scia del rincaro dei prezzi del petrolio. Dopo una chiusura in rimonta ieri a New York, oggi i contratti sul Wti americano sono poco variati sopra i 46 dollari al barile. Il Brent guadagna 4 centesimi a $49,38.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:11

Sul Forex, l’euro scambia in ribasso sul dollaro questa mattina in avvio degli scambi sui mercati internazionali. La moneta unica scende a 1,0911 sul dollaro ($1,0930 era il valore ieri sera alla chiusura di Wall Street). Nei confronti dello yen invece l’euro guadagna terreno attestandosi in area 123,8 yen.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:12

Sul versante obbligazionario lo Spread tra Btp e Bund decennali si amplia nella prima mattinata. Il differenziale sale a 183 punti base dopo i cali dei giorni scorsi, sull’onda delle elezioni presidenziali francesi. Il rendimento del titolo decennale italiano segna 2,27%.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:13

Borse europee positive con la piazza di Milano tra le migliori di giornata per ora (Ftse Mib +0,9%), davanti a Parigi (+0,46%), Londra (+0,22%), Francoforte e Madrid (+0,14% entrambe). Aiutano i dati macro migliori delle stime in Francia e in Germania. Positivi i futures sui principali indici di Wall Street, in vista della fiducia delle piccole imprese, dei posti di lavoro vacanti, attesi in ribasso, e delle vendite e delle scorte all’ingrosso a marzo negli Usa.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:15

A livello settoriale gli assicurativi pagano i conti deludenti di Munich Re (-2,3%, Helvetia -2,4% dopo che UBS ha consigliato di vendere i titoli del gruppo svizzero), mentre le banche si muovono in due direzioni diverse. C’è chi guadagna come UniCredit e chi perde terreno come Credit Suisse (-3,1%). Richieste anche le azioni di Standard Chartered (+1,41%), Banco Popular Espanol (+1,06%) e Caixabank (+0,79%).

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:24

Il mercato è incerto su come accogliere i risultati societari di E.ON. I titoli ora avanzano dopo aver toccato punte al ribasso del -0,6% circa in avvio di seduta. L’utility ha registrato una trimestrale deludente. I ricavi sono scesi del 7% a 10,5 miliardi di sterline nel primo trimestre. Il mercato britannico preoccupa E.On, che ha citato i possibili nuovi interventi del governo conservatore (proposto limite ai prezzi energetici per venire incontro ai consumatori). Ma il CFO vede una stabilizzazione dei margini nel mercato al dettaglio in Germania.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:29

Tra le banche che in Europa stanno registrando un bel rialzo si può citare Commerzbank, protagonista di una trimestrale convincente. L’utile netto della banca tedesca ha fatto un balzo del 28% battendo le attese nel primo trimestre. Il risultato ha compensato le perdite di utili nelle divisioni corporate e retail, con il CFO che ha citato il difficile contesto di tassi di interessi ultra bassi.

Daniele Chicca 9 Maggio 201710:31

La domanda interna continua a essere fiacca in Italia. Lo dimostrano le ultime cifre sulle vendite al dettaglio, che a marzo sono rimaste invariate su base mensile. Rispetto all’anno prima i consumi sono invece addirittura calati (del -0,4%). Le cifre del mese antecedente di febbraio sono state riviste a -0,2%.

Va sottolineato che la terza economia dell’area euro non è la sola a riportare un’attività sottotono dei consumi. In un momento in cui l’inflazione in ripresa sta salendo più dei salari riducendo il potere d’acquisto delle famiglie.

Daniele Chicca 9 Maggio 201714:36

I future sui principali indici di Borsa in Usa sono incerti sulla direzione da prendere, mentre il collasso dell’indice della volatilità ai minimi pluriennali ha aiutato per ora dollaro e materie prime. Questo andamento favorevole alle risorse di base ha contribuito ai rialzi dell’indice paneuropeo Stop Europe 600.

Daniele Chicca 9 Maggio 201714:37

I future sui principali indici di Borsa in Usa sono incerti sulla direzione da prendere, mentre il collasso dell’indice della volatilità ai minimi pluriennali (dal 1993!) ha aiutato per ora dollaro e materie prime. Questo andamento favorevole alle risorse di base ha contribuito ai rialzi dell’indice paneuropeo Stop Europe 600.

Daniele Chicca 9 Maggio 201714:39

Sul valutario l’indice Bloomberg Dollar Spot scambia in rialzo per la seconda seduta di fila raggiungendo I massimi pluri settimanali rispetto al dollaro australiano, con il cross dollaro yen che ha toccato quota 103,83, il valore più alto dal 15 marzo. Il cambio euro dollaro è sceso invece sotto quota 1,09 dollari, testando il livello più basso dal 30 marzo. L’euro è ai minimi di seduta sul dollaro.

Daniele Chicca 9 Maggio 201714:39

Sul valutario l’indice Bloomberg Dollar Spot scambia in rialzo per la seconda seduta di fila raggiungendo I massimi pluri settimanali rispetto al dollaro australiano, con il cross dollaro yen che ha toccato quota 103,83, il valore più alto dal 15 marzo. Il cambio euro dollaro è sceso invece sotto quota 1,09 dollari, testando il livello più basso dal 30 marzo. Ad aiutare il dollaro c’è anche il calo dei Treasuries. 

Daniele Chicca 9 Maggio 201715:51

L’avvio è lievemente positivo per la Borsa americana.

Daniele Chicca 9 Maggio 201715:51

Rialzi modesti ma sufficienti a Nasdaq e S&P 500 per inanellare un nuovo record. Aiuta crollo volatilità ai minimi dal 1993.

Daniele Chicca 9 Maggio 201715:54

I contratti sul petrolio Wti e Brent hanno provato a reagire dopo i cali pesanti degli ultimi tempi, ma continuano a essere compromessi dalle paure di un rallentamento della domanda e da un previsto incremento delle scorte di greggio in Usa. I mercati hanno perso fiducia nella capacità dell’Opec di stabilizzare con un nuovo accordo gli equilibri tra domanda e offerta.

Daniele Chicca 9 Maggio 201715:57

L’oro è sceso intanto sotto i minimi dell'”era Macron”. Si segnalano volumi elevati e la rottura della media mobile a 100 giorni.

Daniele Chicca 9 Maggio 201716:36

Sul valutario l’indice Bloomberg Dollar Spot scambia in rialzo per la seconda seduta di fila raggiungendo I massimi pluri settimanali rispetto al dollaro australiano, con il cross dollaro yen che ha toccato quota 103,83, il valore più alto dal 15 marzo. Il cambio euro dollaro è sceso invece sotto quota 1,09 dollari, testando il livello più basso dal 30 marzo. L’euro è ai minimi di seduta sul dollaro nel primo pomeriggio.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:15

L’azionario europeo continua a guadagnare terreno quando mancano una ventina di minuti alla chiusura delle contrattazioni.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:42

Chiusura positiva per le Borse europee, che si avvicinano così ai livelli più alti degli ultimi 21 mesi. Commerzbank ha guadagnato più del 3%.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:42

Chiusura positiva per le Borse europee, che si avvicinano così ai massimi di 21 mesi. Commerzbank ha guadagnato più del 3%.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:42

Chiusura positiva per le Borse europee, che si avvicinano così ai massimi di 21 mesi. Commerzbank ha guadagnato più del 3%.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:45

Sul Forex cambio euro dollaro sempre in ribasso a quota $1,089. Gli operatori del mercato valutario sono tornati a concentrarsi su un miglioramento della crescita e su una stretta delle politiche monetarie offrendo così sostegno al dollaro.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:45

Il contratto sul petrolio Wti accelera al ribasso e in questo momento è scambiato in area $45,9 al barile, frenato dai timori per il rallentamento della domanda e la crescita della produzione petrolifera negli Stati Uniti che intaccano la fiducia degli investitori sulla capacità dell’Opec di riequilibrare il mercato e la bilancia tra domanda e offerta.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:46

In Europa l’indice di riferimento EuroStoxx 50 guadagna lo 0,31% in chiusura. In cima al listino E.On, che nonostante i risultati trimestrali in calo ha confermato la guidance 2017. Bene anche Vivendi e Danone. In ribasso invece le banche SocGen, BBVA e Banco Santander. Commerzbank ha guadagnato il 3,1%.

Daniele Chicca 9 Maggio 201717:47

In una giornata caratterizzata da una sfilza di risultati trimestrali, Piazza Affari chiude poco sopra la parità. Il listino Ftse Mib chiude in progresso del +0,27%. Campari (+4,43%) guida il listino dopo la trimestrale positiva. Segue Banca Generali i cui risultati hanno fatto meglio delle attese. Bene anche Ferrari dopo il giudizio espresso da Morgan Stanley. Giù Banco BPM, Ubi e Pop Emilia.