Borsa Milano: rimbalzo sfuma nella “ripresa”, sorride solo l’Europa

7 Luglio 2016, di Laura Naka Antonelli

MILANO (WSI) – Tornano gli acquisti sui mercati azionari, mentre i fari sono puntati su Borsa Milano, dove le banche sono state assediate nei giornio scorsi da continue vendite. In un paese come l’Italia in cui la popolazione sta perdendo sempre più fiducia nel progetto dell’euro e in cui il governo Renzi rischia di essere mandato a casa dallo stesso referendum costituzionale che il premier ha tanto voluto, le banche vengono considerate dagli investitori internazionali il tallone d’Achille dell’intero sistema finanziario europeo.

Dal referendum Brexit, in due settimane circa, i titoli di Banca Popolare hanno ceduto -28%; quelli di Unicredit -34% e Intesa SanPaolo -30%. Mps cede nonostante il divieto di vendite allo scoperto. Renzi è tornato a rassicurare i correntisti italiani, affermando che più che le banche italiane, il vero problema è rappresentato dai derivati che ingolfano gli istituti di credito del resto dell’ Unione europea (il riferimento è chiaramente al colosso tedesco Deutsche Bank). Proprio per questo il premier afferma di auspicare una soluzione di mercato: frase che di per sé smorza le speranze di chi confida invece in un salvataggio di Stato.

Guardando all’Europa, dal fronte aziendale arriva la notizia della maxi offerta di $12,5 miliardi presentata dal colosso alimentare Danone alla società Usa WhiteWave Foods, in quella che si confermerebbe la più grande acquisizione del gruppo francese in dieci anni. Con l’accordo, Danone raddoppierebbe le sue dimensioni.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 20168:42

Chiusura al ribasso per l’indice Nikkei della borsa di Tokyo.

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 20168:44

Aberdeen Asset Management è l’ultima società di gestione degli asset ad essersi unita al club dei gestori che hanno temporaneamente sospeso le attività di trading sui propri fondi immobiliari UK, congelando di fatto le richieste di riscatto degli investitori. Sospeso, a partire da lunedì, più della metà del settore di fondi immobiliari UK, valutato 25 miliardi di sterline. Ecco le società che hanno optato per tale mossa, al fine di proteggersi dalla corsa ai riscatti degli investitori.

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 20168:45

Dati negativi dal fronte macro della Germania. Nel mese di maggio, il dato relativo alla produzione industriale è sceso -1,3% su base mensile, peggio dello zero atteso da Reuters e in forte peggioramento rispetto a +0,5% di aprile. 

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 20169:02

Recupero per i mercati azionari europei.

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 201610:44

Recupero della sterlina nei confronti del dollaro.

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 201610:47

Protagonisti oggi sul mercato azionario europeo gli acquisti sui titoli delle aziende attive nel comparto delle materie prime, che beneficiano soprattutto del rally dei metalli preziosi, che hanno visto le quotazioni dell’ oro balzare ieri ai massimi in due anni. Da segnalare che l’indice dei titoli minerari del Regno Unito è balzato oltre +60% negli ultimi sei mesi. Occhio alla performance dei titoli dei tre principali colossi scambiati sulla borsa di Londra negli ultimi tre mesi di contrattazioni.

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 201612:19

Dopo una partenza boom che ha portato l’indice Ftse Mib a salire +2% circa, Borsa Milano rallenta, rimanendo comunque in territorio saldamente positivo. Ftse Mib +0,97%, a quota 15.572,69 punti. Il problema è che tornano le vendite sulle banche, inclusa MPS, per cui la Consob ha disposto il divieto di vendite allo scoperto. Divieto di vendite allo scoperto che durerà per ben tre mesi, a partire da oggi, 7 luglio, fino al 5 ottobre 2016, e che sarà applicato anche ai derivati e agli operatori market maker. Trepidazione anche per la riunione straordinaria del cda di Mps, nella giornata di oggi, con Cda di Monte dei Paschi si riunirà in via straordinaria oggi, quando l’AD Fabrizio Viola presenterà la risposta da dare alla BCE sul piano relativo alla cessione dei crediti deteriorati. Il risultato è che dopo una partenza in rialzo oltre +3%, il titolo Mps cede ora oltre -3%

Laura Naka Antonelli 7 Luglio 201612:21

Tra le altre banche scambiate a Piazza Affari, BPM -2,22%, BP oltre -5%, Rimane positiva Intesa SanPaolo con +1,26%, mentre soffre Unicredit con -0,91%. Ubi Banca piatta, mentre i buy si concentrano su Mediobanca, che segna un rally superiore a +4%.

Daniele Chicca 7 Luglio 201613:52

L’andatura fiacca dei futures sui principali indici della Borsa americana suggerisce che l’avvio sarà in sordina a Wall Street.

Daniele Chicca 7 Luglio 201616:08

Le banche europee, penalizzate dalla vittoria dei no all’Europa nel referendum britannico, hanno scambiato in rosso dalla Brexit in poi ma alcuni titoli hanno iniziato a tentare la rimonta. Fatta eccezione per alcuni come Deutsche Bank, su cui pesano i timori di un’esposizione troppo elevata ai derivati.

Daniele Chicca 7 Luglio 201616:09

Alla fine la Borsa americana ha aperto in lieve progresso. Il focus dei mercati è sui dati macro e il petrolio. I rendimenti dei titoli di Stato a 3, 5 e 10 anni hanno toccato i massimi di seduta. Il Treasuries decennale di riferimento rende l’1,41% al momento.

Daniele Chicca 7 Luglio 201616:10

Alla fine la Borsa americana ha aperto in lieve progresso. Il focus dei mercati Usa è sui dati macro e il petrolio. I rendimenti dei titoli di Stato a 3, 5 e 10 anni hanno toccato i massimi di seduta. Il Treasuries decennale di riferimento rende l’1,41% al momento.

Daniele Chicca 7 Luglio 201616:12

Passata più di una mezz’ora dall’avvio delle contrattazioni a Wall Street gli indici principali della borsa statunitense hanno esteso i guadagni iniziali.

Daniele Chicca 7 Luglio 201618:03

In chiusura dei mercati europei il cambio euro dollaro vale $1,1065, mentre il petrolio Wti scende dell’1,9% a 46,48 dollari al barile.

Daniele Chicca 7 Luglio 201618:04

Piazza Affari termina la seduta intorno alla parità, con l’indice FTSE/MIB che segna un mero +0,08% dopo una giornata caratterizzata da scambi in territorio positivo. Listino spezzato in due, che fa presagire ancora una forte incertezza sul futuro economico. Trainano Yoox, Mediaset e Mediobanca, in controtendenza invece Mps, Pop Emilia e CNH Industrial.

Daniele Chicca 7 Luglio 201618:06

Le borse europee hanno chiuso in moderato rialzo, con l’indice EuroStoxx50 che ha guadagnato lo 0,75%. Mercati ancora incerti nel complesso: le preoccupazioni per le conseguenze della Brexit e la tenuta del settore bancario non permettono ancora ai trader di lanciarsi in grossi acquisti. Oggi però il settore dei servizi finanziari ha rimbalzato. A trainare è stato anche il comparto legato ai viaggi, che nei giorni scorsi era invece in difficoltà. In controtendenza Vivendi, Deutsche Bank, Inditex e Enel.