Hedge Fund, come cambieranno dopo il caso Reddit-Gamestop

5 Febbraio 2021, di Massimiliano Volpe

L’incursione dei piccoli trader sui titolo GameStop, alimentati dal social network Reddit ha provocato pesanti perdite ad alcuni hedge fund che speculavano al ribasso su questa società in difficoltà.
Nei loro uffici di Manhattan gli squali di Wall Street sembrano avere capito la lezione e 05stanno mettendo a punto dei cambiamenti nelle loro strategie di investimento.
Per capire come si stanno riorganizzando abbiamo chiesto aiuto a Andrew Beer, managing member di DBI, partner di iM Global Partner.

Andrew pensa che la disfatta di GameStop porterà gli hedge fund a cambiare il loro approccio. Se sì, come?

Gli hedge fund saranno molto più cauti sugli short affollati. La prospettiva di perdere il 500% in poche settimane fa si che il calcolo cambi. Dopo la crisi, ci sono stati due enormi venti contrari per le vendite allo scoperto: il costo del prestito è aumentato e gli hedge fund hanno guadagnato meno interessi sul margine di garanzia.
Qualsiasi hedge fund con una posizione lunga su small cap sta, con ogni probabilità, curiosando su Reddit, cercando di capire come ottenere la folla dietro di sé.

Nei suoi commenti sembra sottintendere che gli hedge fund stiano assaporando la loro stessa medicina. Potrebbe per favore approfondire un po’ l’argomento?

Alcuni hedge fund prendono regolarmente di mira gli investitori deboli. Anche negli anni ’90, quando Tiger Management ha attraversato un periodo difficile, gli hedge fund facevano circolare liste di posizioni strategiche e compravano o vendevano in previsione di una possibile liquidazione forzata. Quel tipo di informazione era, però, difficile da ottenere.
Per ottenerla erano necessario avere le giuste amicizie nel settore, come quella con un broker primario, per esempio.
Oggi, invece, è a portata di clic. Realizzare quanto sofisticati siano molti investitori, apparentemente meno esperti, è davvero straordinario. Qualche anno fa, chi si sarebbe aspettato una chat di Reddit avere una simile influenza? Questo fa seguito all’adozione diffusa di molte strategie un tempo impensabili, come l’acquisto di volatilità, il factor investing o il trading di opzioni.

Che impatto ha questo episodio sugli investitori istituzionali?

Qualsiasi investitore istituzionale in hedge fund dovrebbe riesaminare le strutture delle spese.
Le perdite di alcuni fondi importanti, infatti, si sono registrate entro poche settimane dal pagamento di commissioni di performance esorbitanti. Così hanno pagato al rialzo per dodici mesi di buone prestazioni, senza alcun rimborso nel tredicesimo mese. Lo definirei masochismo economico. Penso che dovrebbero dire ai loro consulenti di prendere sul serio l’idea di investire solo in classi di azioni, con barriere e commissioni di incentivazione, pagate su periodi pluriennali.

Qual è l’impatto sui fondi hedge?

Si ritiene che lo shorting di un singolo titolo non abbia prodotto alcun alfa da prima della crisi finanziaria del 2008. Tra i principali motivi ci sono i costi più alti per il prestito di azioni e l’interesse basso o nullo sul contante in garanzia. Per queste ragioni, molti hedge fund hanno effettivamente smesso di vendere allo scoperto i singoli titoli.
Per gli altri, il ragionamento è cambiato: il vantaggio è del 50% se si ha il timing giusto, ma il calo potrebbe essere del 500% in poche settimane. Quindi è importante che i risk manager si assicurino che le posizioni siano più corte o che siano in titoli più liquidi. Mi aspetto di vedere una maggiore adozione di short sugli indici, come nei mercati dei futures, anche se questo renderà più difficile per gli hedge fund giustificare commissioni più alte.

La SEC/autorità dovrebbe essere coinvolta e quali misure dovrebbero prendere?

Non è chiaro quale dovrebbe essere la risposta normativa. Se, per esempio, tre hedge fund si accordassero per far salire un’azione, questo si rivelerebbe un problema normativo risolvibile, relativo alla manipolazione del mercato. Nel momento in cui diecimila investitori individuali sostengono quella che può essere definita una follia commerciale, non è scontato che la SEC debba fare qualcosa. Il caso immagino che sarà investigato in maniera dettagliata e, se saranno identificati chiari esempi di condotta illegale, gli individui saranno certamente puniti.
Il mercato agirà molto più velocemente e gli hedge fund non si metteranno nella stessa posizione vulnerabile.
La velocità e l’ampiezza della mossa è stata guidata dal trading di opzioni a buon mercato con un’enorme leva intrinseca, che a sua volta ha alimentato gli acquisti di azioni da parte delle banche, che hanno bisogno di regolare gli hedge book.
Le autorità di regolamentazione potrebbero ridurre la leva finanziaria del sistema, ponendo dei limiti agli scambi di azioni.

È una cosa senza precedenti? Come farebbe di solito un investitore a gestire questo tipo di attività frenetica?

Per costruire questo quadro ci è voluto un po’ di tempo: accesso alle informazioni, diffusione della conoscenza intorno a strategie di trading un tempo astruse, negoziazione di azioni e opzioni quasi senza costi, una mentalità di massa nei social media. L’unica lezione per gli investitori è quella di evitare operazioni palesemente affollate, sia in azioni che in strumenti di credito.