Trader anti-sistema si uniscono contro gli hedge fund e mandano Game Stop in orbita

27 Gennaio 2021, di Alberto Battaglia

Da qualche settimana il nome di Game Stop ha sempre meno a che fare con la catena di negozi dedicata ai videogiochi, presente anche in Italia.
Le azioni della società, colpita come tutti i negozi fisici dalla crisi dovuta al Covid-19, sono diventate il terreno sul quale si sta giocando una battaglia senza precedenti fra i “pesci grossi” di Wall Street e una miriade di “pesci piccoli” che si sono coordinati sui social network. Sembra la trama di un film, ma è realtà, esattamente come il decollo delle azioni Game Stop, che da inizio anno sono salite del 1624%.

Game Stop, cosa succede a Wall Street

Da una parte ci sono gli hedge fund, che avevano scommesso sulle ovvie difficoltà sul fronte delle vendite di videogiochi nei negozi fisici in tempi di Covid-19. Il titolo Game Stop era diventato quindi uno dei titoli preferiti nelle posizioni ribassiste assunte da parte dei fondi speculativi di Wall Street. Sull’altro versante, invece, c’è un folto gruppo di piccoli investitori, riuniti nel gruppo Reddit wallstreetbets, un forum disseminato di messaggi marziali a proposito di una “battaglia” che loro, i rialzisti sul titolo Game Stop, starebbero vincendo contro i signori di Wall Street (e i media mainstream che criticano il loro operato).

“Ragazzi non ho mai visto una collaborazione di gruppo del genere da parte di un gruppo di estranei online” scrive uno degli autori della speculazione, “Game Stop continuerà a salire finché NOI non vendiamo. Non vendete ragazzi”.

L’attacco di wallstreetbets si fonda sull’utilizzo coordinato delle opzioni call, contratti derivati che permettono di acquistare una determinata azione a un prezzo concordato entro certo periodo di tempo. Se l’azione nel frattempo è salita di prezzo, è fatta: l’investitore potrà realizzare un profitto anche senza dover aspettare la data di scadenza dell’opzione.

Ad alimentare la corsa del titolo ha contribuito ieri anche un messaggio su Twitter di Elon Musk, fondatore di Tesla. Nel tweet Musk ha scritto: “Gamestonk!!” con tanto di link che ha rimandato alla sezione “wallstreetbets” del forum online Reddit.

Sul versante opposto, gli investitori che hanno scommesso sul ribasso di Game Stop, potrebbero perdere presto molto denaro. Al termine di questa strana impresa, andrebbero a scottarsi proprio gli hedge fund come Melvin Capital, con le loro posizioni ribassiste su questo titolo.

Naturalmente, oltre alla prospettiva di guadagno il popolo di Reddit è galvanizzato dall’idea di vendicarsi contro “quell’1%” della popolazione che avrebbe sempre tenuto per sé la fetta più succulenta nelle speculazioni finanziarie.

E c’è già chi pensa con toni moraleggianti al momento che seguirà all’incasso: “Quando questo sarà finito e la battaglia sarà vinta – facciamo qualcosa che i gatti grassi di Wall Street non farebbero mai: doniamo parte dei nostri guadagni ad una società di beneficenza meritevole”.

L’educazione finanziaria dimenticata

Difficile dire come andrà a finire questa vicenda. Certo è che chiunque si imbarchi in fenomeni-bolla come questo corrono sempre un grande rischio di rimanerne travolti. Al momento stanno “vincendo” i piccoli risparmiatori attirati dai facili guadagni, ma i colpi di scena possono essere sempre dietro l’angolo. Un po’ di educazione finanziaria, metterà al riparo dalle sirene dei facili guadagni ad alto rischio.