Grecia, Schaeuble cita idea “valuta parallela”

22 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

BERLINO (WSI) – Se non troverà un accordo con i creditori la Grecia potrebbe aver bisogno di adottare una moneta parallela da affiancare all’euro.

Lo sostiene Wolfgang Schaeuble, secondo Bloomberg che cita due persone vicine al ministro tedesco delle Finanze.

Schaeuble avrebbe discusso l’idea che Atene faccia ricorso a una valuta parallela durante uno degli ultimi vertici europei, senza però appoggiarla espressamente.

Secondo la ricostruzione dell’agenzia di stampa americana, il politico avrebbe citato l’esempio del Montenegro, che adotta l’euro anche se non è un membro dell’unione monetaria.

Il Tesoro tedesco non ha perso tempo per smentire con fermezza le indiscrezioni. “Questo articolo è scorretto. Ipotesi di questo tipo non sono in discussione”, recita un messaggio pubblicato dal ministero tedesco su Twitter.

Con i negoziati tra Grecia e creditori su una nuova tranche di aiuti da 7,2 miliardi di euro che sono a un punto morto da febbraio, la Germania si sta preparando al peggio.

Schaeuble ha detto qualche giorno fa che non se la sente più di escludere un’uscita della Grecia dal blocco a 19. La scelta democratica del popolo greco di inizio anno ha cambiato la situazione rispetto al 2012, quando il ministro aveva detto che un evento di Grexit era impensabile.

Fonte: Bloomberg

(DaC)