Giorno X Bce sarà “interessante, ma non vi eccitate troppo”

21 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

VIENNA/DAVOS (WSI) – Domani scatta il giorno X per i mercati, con la Bce che dovrebbe annunciare l’atteso piano di acquisto di bond governativi, il programma di Quantitative Easing.

Tuttavia le attese sono altissime e i mercati finanziari rischiano di rimanere delusi. “Domani sarà una giornata interessante, ma non vi eccitate troppo”, ha detto Nowotny, membro del consiglio direttivo della Banca centrale europea.

Se il piano non sarà superiore ai 500 miliardi di euro, non riuscirà a convincere gli economisti e i rialzisti ne uscirebbero sconfitti sui mercati.

Durante una conferenza di Euromoney a Vienna, il falco della Bce ha detto che nonostante i prezzi bassi al consumo, non prevede una deflazione. Detto questo, i nuovi sviluppi sul fronte della deflazione vanno monitorati da vicino.

A prescindere dalle fresche misure della Bce, l’inflazione dell’area euro non tornerà sui livelli prefissati (2%) “per anni”. Lo ha dichiarato da Davos il presidente di UBS Axel Weber.

Per Weber (ex numero uno di Bundesbank) il futuro dell’euro è in dubbio e le misure di Quantitative Easing non saranno sufficienti.

Nel frattempo sui mercati finanziari continua il rally di oro e borse europee, che mettono a segno la quarta seduta positiva di fila, che consente alle principali piazze finanziarie di portarsi sui massimi di sette anni. In questo frangente l’Europa fa meglio degli Usa.

Sul mercato dei titoli di Stato i tassi governativi Usa sono in continuo ribasso verso nuovi minimi storici. In attesa della riunione di Francoforte di domani l’oro accelera, portandosi sopra i 1300 dollari l’oncia per la prima volta dallo scorso agosto.

Sul valutario in generale continua la fase positiva del biglietto verde, con il Dollar Index che è salito temporaneamente su nuovi massimi dal 2003.

(DaC)