Elezioni, Lega: “Accordo con M5S o si torna alle urne”

2 Maggio 2018, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Un preincarico per fare un governo è quello che il leader della Lega Nord, Matteo Salvini chiederà al Capo dello Stato per tentare di superare la situazione di stallo venutasi a creare all’indomani del voto.

“Il governo istituzionale è stare tutti insieme per non fare nulla (…) Proverò a cercare in Parlamento quella forza per fare le cose che ci chiedono gli italiani. Ci proverò fino all’ultimo, ma partendo dal centrodestra che è la prima coalizione e ha vinto in Molise e Friuli (…) un preincarico per fare un governo? Perché no?”.

La dichiarazione di Salvini arriva subito dopo l’esito negativo del secondo giro di consultazioni questa volta dirette dal Presidente della Camera, Roberto Fico per tentare di trovare un accordo per guidare il paese con il Pd. Stante il no secco del Partito democratico per bocca di Renzi, Luigi Di Maio, capo politico dei Cinque Stelle ha chiesto così un ritorno alle urne. Ma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha escluso che si torni a votare a giugno.

“La situazione non è facile perché per quasi due mesi abbiamo avuto qualcuno che diceva di voler dialogare con tutti ma che il premier lo faceva lui e comandava lui. E ha aperto due forni, ha girato 18 panetterie per piazzare il suo pane” (…) Questo qualcuno ha detto ‘o governo con la Lega o governo con il Pd’. Amico mio, non funziona così.Vediamo se qualcuno dei 5 Stelle dopo queste settimane torna coi piedi per terra e viene a un tavolo a ragionare sulle cose da fare ma con la squadra che ha vinto, il centrodestra. Coi veti e i bisticci non si va da nessuno parte, l’ho detto a Di Maio ma anche a Berlusconi”

Così sempre Salvini che tenta di tendere un’altra volta la mano ai Cinque Stelle  mentre paventa un ritorno alle urne anche Giancarlo Giorgetti della Lega:

“Salvini è il candidato naturale a guidare il governo, un governo che possa governare, con una solida maggioranza, cioè Lega-M5S. Altre soluzioni non hanno molto senso, non servono al Paese. Nei prossimi giorni valuteremo se c’è la possibilità di un governo con il M5S o se l’unica strada è quella di tornare alle urne”.