Election Day alle porte: Fbi scagiona Clinton, i mercati brindano

7 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Conto alla rovescia per l’Election Day di martedì, 8 novembre.

Azionario globale in forte rialzo, dopo l’annuncio dell’Fbi che, in una lettera inviata al Congresso, ha reso noto che, dalle nuove informazioni venute in possesso sull’emailgate che ha travolto la candidata democratica Hillary Clinton non emerge alcun reato. Così a Bloomberbg Richard Sichel, responsabile investimenti presso Philadelphia Trust.

“Sarà probabilmente ancora un testa a testa alla fine, ma per il momento i mercati stanno performando come se una parte dell’incertezza fosse andata via”.

Concorda Naeem Aslam, responsabile analista dei mercati presso Think Markets, a Londra:

Tutto quel dramma e il numero uno dell’Fbi alla fine conferma la stessa conclusione a cui era arrivato a luglio, riguardo allo scandalo delle email di Hillary Clinton. Questa è una buona notizia per gli investitori che hanno un appetito per il rischio, in questo contesto”

Sul forex si mette così in evidenza il rally del peso messicano che sarebbe zavorrato da una eventuale vittoria del candidato repubblicano Donald Trump, che ha sbandierato l’intenzione di erigere un muro tra Usa e Messico in più di un’occasione per frenare l’l’immigrazione.

Petrolio in recupero, ma ancora sotto la soglia di $45 a New York. Oro sotto pressione, attorno a $1.288, dopo il rally +2,3% della scorsa settimana, scatenato dalla rimonta di Donald Trump nei sondaggi.

Rendimenti sui Treasuries Usa a scadenza decennale balzano fino all’1,82% in quanto, secondo gli analisti, una vittoria eventuale di Hillary Clinton alle elezioni Usa aumenterebbe la probabilità di un rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 20168:46

Effetto FBI sui futures sugli indici azionari Usa, che balzano dopo la notizia secondo cui le nuove indagini sul caso emailgate di Hillary Clinton hanno portato alla conclusione di assenza di reato per la candidata democratica alle elezioni Usa.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 20169:07

Boom di acquisti sui mercati azionari, con il Ftse Mib che balza +1,7% circa, in linea con il trend degli altri indici azionari europei.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 20169:09

I migliori e peggiori settori sullo Stoxx Europe 600 Index, l’indice di riferimento dell’azionario europeo.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 20169:38

Boom di acquisti sul titolo Mps, dopo la proposta, da parte della Fondazione, di sostituire l’attuale presidente della banca, Marco Tononi, con Alessandro Falciai. Le quotazioni balzano di quasi +16%, superando la soglia di 0,24 euro. Falciai fa parte del consiglio di amministrazione di Mps ed è anche azionista, con una quota poco inferiore al 2%. Ora toccherà agli azionisti votare per la sua nomina.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 201610:18

A 13 anni dal delisting, Italgas torna in Borsa. Nel giorno del debutto il titolo ha aperto a 4,062 euro. Il titolo Snam, invece, ha aperto a 3,840, dopo la chiusura di venerdì a 4,58 euro. Gli azionisti riceveranno una azione dell’azienda di distribuzione del gas ogni 5 di Snam già in portafoglio. La quotazione nasce da un’operazione che tecnicamente si chiama di scissione parziale e proporzionale di Snam a favore di Italgas.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 201611:09

Trend positivo per i prezzi del petrolio.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 201611:10

Effetto Hillary Clinton anche sul dollaro, con il Dollar Index che segna un solido rialzo nei confronti delle principali valute a livello globale.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 201612:03

Il trend delle principali valute in attesa dell’Election Day di domani, 8 novembre.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 201612:39

Nel terzo trimestre del 2016, Brembo ha riportato utili netti in rialzo del 37% a 59,1 milioni di euro, a fronte di un incremento dell’ 11% dei ricavi, a 566,8 milioni. Buona la reazione del titolo che sull’indice Ftse Mib segna un rialzo del 3,50%, a 54,70 euro.

Daniele Chicca 7 Novembre 201612:40

L’ipotesi di vittoria di Hillary Clinton piace a Wall Street con i futures sui principali indici di Borsa che scambiano in rialzo di quasi un punto e mezzo percentuale. I contratti futures sull’indice Dow Jones guadagnano l’1,35%, quelli sul Nasdaq l’1,64% e i futures sullo Standard & Poor’s 500 avanzano dell’1,44%.

Sul valutario, il dollaro americano ha iniziato la settimana in forte recupero, con l’euro che scivola in area 1,1067 dollari in Europa. La sterlina è tornata a valere meno di 1,24 dollari, a dimostrazione del fatto che i mercati sono più preoccupati del voto in America piuttosto che della Brexit.

Laura Naka Antonelli 7 Novembre 201613:03

Performance in deciso rialzo per gli indici azionari europei, in attesa dell’avvio delle contrattazioni a Wall Street. I future sul Dow Jones sono in rialzo di oltre 200 punti pieni.


Laura Naka Antonelli 7 Novembre 201613:03

Per Telecom Italia i risultati del terzo trimestre sul mercato domestico italiano sono stati i migliori dal 2007. Eppure il titolo si conferma nota stonata dell’indice Ftse Mib, che tra l’altro mette a segno un solido rialzo superiore a +2%. Il titolo Telecom Italia cede -0,20% a 0,7485 euro.

Daniele Chicca 7 Novembre 201615:02

ING ha espresso qualche pronostico sul valutario in chiave elezioni Usa. Secondo gli analisti della banca olandese, se vince Clinton il dollaro Usa si rafforzerà su yen ed euro e anche il peso messicano salirebbe di prezzo. In caso di trionfo del rivale Trump si materializzerebbe lo scenario esattamente opposto. Molto dipenderà anche da come andrà l’elezione del Congresso. 

Per avere un’idea di quelle che sarebbero le variazioni percentuali in caso di vittoria dei Democratici, basta guardare all’andamento odierno: il dollaro guadagna l’1,2% contro lo yen e lo 0,7% contro sterlina euro e franco svizzero.

Daniele Chicca 7 Novembre 201615:29

Si prospetta un avvio di seduta in rialzo dell’1,5% circa per Wall Street: Wall Street futures

Daniele Chicca 7 Novembre 201615:54

Il Dow Jones fa registrare un guadagno di 250 punti in avvio di seduta. Anche l’S&P 500 avanza dell’1,5% circa, ma negli ultimi 30 giorni ha perso più di un punto percentuale.

Daniele Chicca 7 Novembre 201615:54

Il Dow Jones fa registrare un guadagno di 250 punti in avvio di seduta. Anche l’S&P 500 avanza dell’1,5% circa, ma negli ultimi 30 giorni ha perso più di un punto e mezzo percentuale.

Daniele Chicca 7 Novembre 201617:45

Piazza Affari chiude in gran rialzo al termine di una seduta molto positiva per quasi tutti i settori e mercati azionari occidentali. Comprati in particolare sono stati i titoli del settore bancario e automobilistico, mentre Moncler, Snam e Luxottica sono in controtendenza.

Daniele Chicca 7 Novembre 201617:46

Tra gli altri mercati, su valutario si rafforza il dollaro che al momento scambia a quota 1,1036 dollari, mentre il contratto sul petrolio Wti è in progresso dello 0,6% a $44,30 al barile

Daniele Chicca 7 Novembre 201617:47

Tra gli altri mercati, su valutario si rafforza il dollaro che al momento scambia a quota 1,1036 dollari, mentre in ambito energetico il contratto sul petrolio Wti è in progresso dello 0,6% a $44,30 al barile