Conto alla rovescia: pensioni Ue stanno per fare crac

10 Giugno 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Una bomba a orologeria. Il conto alla rovescia per il collasso dei sistemi pensionistici europei è partito. I tassi nulli o in molti casi negativi stanno rovinando i risparmi e le pensioni dei cittadini europei.

Il tutto mentre negli Stati Uniti gli assegni pensionistici saranno pari a praticamente lo zero per ben 407mila conduttori di camion e altre categorie, secondo i calcoli della CNN. È l’effetto del fallimento dei fondi pensione nel crash del 2008.

A causa dei tassi di interesse zero le pensioni ne sono uscite decimate e continueranno a venire ridimensionate nei prossimi anni. Le politiche accomodanti straordinarie delle banche centrali stanno penalizzando centinaia di milioni di pensionati e futuri pensionati, favorendo invece banche e multinazionali.

All’apice della crisi finanziaria i governi come quello degli Stati Uniti hanno salvato banche e altre società privilegiate o ‘too big to fail’, come quelle del settore automobilistico. I banchieri, che si lamentano per il calo dei ricavi provenienti dagli interessi, hanno invece ricevuto un trattamento di favore rispetto a pensionati e risparmiatori.

Constantin Gurdgiev, professore di Finanza presso il Middlebury Institute of International Studies, dice a Russian Today che la situazione del debito europeo è ancora molto critica e che la ripresa dell’Irlanda non sarà duratura perché non poggia su fondamentali solidi.

Il piano pensionistico tradizionale, composto da un portafoglio equilibrato di azioni, bond e una percentuale di cash, non è più sufficiente. Anzi, rischia di essere un disastro. Anche perché non è il momento ideale per investire in obbligazionario o nelle Borse. I mercati dei bond e l’azionario sono ai massimi assoluti grazie alle droghe monetarie imposte in tutto il mondo, dalla Bce e della Fed.

Diversificare rimane sempre la parola d’ordine quando si investe, secondo Gurdgiev, e lo stesso vale per qualsiasi tecnica di difesa in caso di scoppio della bomba delle pensioni sopracitata. Ma l’asset chiave per evitare di vedere depauperati i risparmi di una vita o la propria pensione è l’oro.

Avere una pensione senza un investimento in oro oggi come oggi è un rischio molto alto e detenere il metallo prezioso non è mai stato così importante come lo è ora per poter mettersi al riparo da eventuali choc. Il bene rifugio per eccellenza è anche un modo ideale per assicurare il proprio portafoglio.

Fonti: Russian Today ; GoldCore