Borse appese a un filo, euro volatile e Spread in allargamento

24 Marzo 2017, di Daniele Chicca

Saliscendi dell’euro e Spread tra Btp e Bund in risalita sopra 200 punti base sui mercati europei, mentre le Borse tentennano nell’attesa di conoscere l’esito della battaglia intestina al partito Repubblicano americano. La proposta di legge per riformare l’Obamacare, una volta che questo sarà abolito, non incontra ancora la maggioranza dei voti necessaria per poter permettere al governo Trump di rischiare una sconfitta alla Camera dei Rappresentanti. Motivo per cui il voto che doveva tenersi ieri è stato rimandato e probabilmente non ci deciderà nulla prima di lunedì. A Piazza Affari focus sempre su banche e auto.

Lasciate qui sotto commenti, news e rumor dalle sale operative, consigli, strategie di investimento, le vostre esperienze e tutto quello che vi passa per la testa. Tutti gli aggiornamenti di borsa sul LIVE BLOG (SOTTO), con flash di notizie e grafici.

Il Liveblog è terminato

Daniele Chicca 24 Marzo 20179:39

Andamento altalenante in avvio per le principali Borse europee, con Piazza Affari poco mossa. L’euro recupera qualcosa invece dopo la pubblicazione dei dati Pmi di Francia e soprattutto Germania. Gli indici manifatturiero e composito della prima economia dell’area euro hanno registrato il valore più alto in quasi sei anni in marzo.

Daniele Chicca 24 Marzo 20179:40

Mentre valutario e azionario mostrano un atteggiamento esitante improntato alla cautela, sui mercati energetici il petrolio avanza con un passo più deciso, grazie alle ultime notizie circa un taglio delle esportazioni dell’Arabia Saudita verso gli Stati Uniti.

Daniele Chicca 24 Marzo 20179:43

Occhi sempre puntati sulle banche dopo le indiscrezioni sull’aumento di capitale da almeno 3 miliardi di franchi cui potrebbe ricorrere Credit Suisse per approfittare dell’euforia sui mercati. Dopo il suo report annuale, che ha evidenziato come i lavori per lanciare l’Ipo della divisione svizzera sono ancora in corso e che il Ceo Tidjane Thiam ha ricevuto una paga di poco inferiore ai 12 milioni di franchi svizzeri nel 2016, il titolo rimbalza dopo il tonfo di ieri.

Daniele Chicca 24 Marzo 20179:45

Le Borse europee scambiano intorno alla linea di parità. Il Ftse MIB cede -0,13%, con Unipol, Mediobanca e Finecobank tra i peggiori.

Daniele Chicca 24 Marzo 201711:04

I futures sui principali indici della Borsa Usa dicono che l’avvio sarà moderatamente positivo per Wall Street dopo il mezzo passo falso di ieri in seguito al rinvio del voto alla Camera sul testo di legge Repubblicano di riforma del sistema di assistenza sanitaria.

Daniele Chicca 24 Marzo 201711:06

Dal fronte macro arrivano notizie che confermano la fase di ripresa dell’economia dell’Eurozona. L’indice Pmi del settore manifatturiero tedesco è salito ai massimi di sei anni, mentre in area euro si è attestato a quota 56,2, facendo meglio delle previsioni che erano per un risultato pari a 55,2. Il dato relativo al settore dei servizi ha raggiunto quota 56,5 punti, battendo il livello di 55,3 che si aspettavano in media gli economisti interpellati da Reuters.

Daniele Chicca 24 Marzo 201711:10

Secondo Mouhammed Choukeir, Chief Investment Officer di Kleinwort Hambros, non sono i dati positivi sul PMI che spingeranno la Bce a uscire dalle politiche ultra accomodanti. Se c’è un fattore su cui Mario Draghi sta concentrando la sua attenzione questo è l’inflazione.

I prezzi al consumo ‘core’ rimangono sotto controllo allo 0,9% (dato di febbraio) e pertanto l’inflazione ha ancora spazio per crescere senza cambiare i piani della Bce. Il board di politica monetaria inizierà a parlare della strategia per mettere fine al programma di Quantitative Easing per normalizzare i tassi di interesse soltanto quanto l’inflazione tornerà ad avvicinarsi al 2%.

Daniele Chicca 24 Marzo 201712:24

Sul valutario lo yen si appresta a inanellare la serie positiva più lunga da febbraio 2011: è da otto giornate di scambi infatti che la divisa giapponese chiude rafforzata. È la dimostrazione di come si sia aperta la caccia ai beni rifugio in un momento di incertezza per la direzione che prenderanno i mercati finanziari mondiali.

Attualmente lo yen avanza di 0,555 yen a quota $110,71.

Daniele Chicca 24 Marzo 201712:33

Sul valutario lo yen si appresta a inanellare la serie positiva più lunga da febbraio 2011: è da otto giornate di scambi infatti che la divisa giapponese chiude rafforzata. È la dimostrazione di come si sia aperta la caccia ai beni rifugio in un momento di incertezza per la direzione che prenderanno i mercati finanziari mondiali.

Attualmente la valuta avanza di 0,555 yen a quota 110,71 yen per ogni dollaro.

Daniele Chicca 24 Marzo 201712:42

Sul valutario lo yen si appresta a inanellare la serie positiva più lunga da febbraio 2011: è da otto giornate di scambi infatti che la divisa giapponese chiude rafforzata sul dollaro. È la dimostrazione di come si sia aperta la caccia ai beni rifugio in un momento di incertezza per la direzione che prenderanno i mercati finanziari mondiali.

Attualmente la valuta avanza di 0,555 yen a quota 110,71.

Daniele Chicca 24 Marzo 201713:05

Corrono i titoli Italgas, +2,48% a Piazza Affari dopo la diffusione dei conti del 2016. Il titolo ha segnato un massimo di 4,06 euro, si tratta del picco post-ipo. “Il mercato apprezza da un lato il dividendo pari a 0,20 euro, poi ci sono la tenuta della redditività successiva al cambiamento del perimetro e la generazione di cash flow” commenta a Askanews un trader.

Daniele Chicca 24 Marzo 201713:06

Corrono i titoli Italgas, +2,48% a Piazza Affari dopo la diffusione dei conti del 2016. Il titolo ha segnato un massimo di 4,06 euro, si tratta del picco post sbarco in Borsa. “Il mercato apprezza da un lato il dividendo pari a 0,20 euro, poi ci sono la tenuta della redditività successiva al cambiamento del perimetro e la generazione di cash flow” commenta a Askanews un trader.

Daniele Chicca 24 Marzo 201713:12

Mossa a sorpresa della Banca centrale russa, che ha tagliato i tassi di interesse per la prima volta in sette mesi di tempo. Il tasso guida è stato ridotto di 25 punti base al 9,75%. Degli economisti interpellati 30 non prevedevano alcuna variazione mentre in 8 ci avevano visto giusto.

L’inflazione, calata al 4,6% dai massimi del 17%, sembra maggiormente sotto controllo, con la crescita che piano piano sta tornando nel paese ricco di gas e altre risorse. In un’economia dominata dal petrolio, l’andamento delle quotazioni della materia prima è cruciale per indirizzare anche le decisioni prese in materia di politica monetaria.

Daniele Chicca 24 Marzo 201714:09

Tra 20-25 minuti Wall Street apre i battenti e l’andamento dovrebbe essere positivo. Trump ha lanciato un ultimatum ai membri del partito Repubblicano alla Camera, spiegando che se non verrà approvato il disegno di legge sulla riforma del sistema di healt-care, allora rimarrà in vigore il sistema di assistenza sanitaria Obamcare.

Daniele Chicca 24 Marzo 201714:11

Tra 20-25 minuti Wall Street apre i battenti e l’andamento dovrebbe essere positivo. Trump ha lanciato un ultimatum ai membri del partito Repubblicano alla Camera, spiegando che se non verrà approvato il disegno di legge sulla riforma del sistema di healt-care, allora rimarrà in vigore il sistema di assistenza sanitaria Obamacare.

Daniele Chicca 24 Marzo 201714:45

Partenza in rialzo per i tre indici di punta di Wall Street. Gli investitori iniziano a convincersi che l’ultimatum di Trump al suo partito sulla riforma dell’Obamacare possa funzionare.

Daniele Chicca 24 Marzo 201714:49

Un trader, Todd Gordon di TradingAnalysis.com, lancia però un avvertimento agli altri investitori, dicendo di aver chiuso tutte le posizioni lunghe sull’azionario dopo essersi reso conto che il Nasdaq è da 14 giorni in fase di contro tendenza, con 4 sedute che si sono chiuse su livelli più bassi dei minimi della vigilia. Al contempo l’indice delle small-cap Russel 2000, indicatore fedele dell’andamento dell’economia Usa, nel 2017 è protagonista in negativo di una performance incolore rispetto a quella degli altri listini di Wall Street.

Daniele Chicca 24 Marzo 201715:32

Si prospetta un finale di seduta movimentato a Wall Street. La Camera dei Rappresentanti ha annunciato che l’obiettivo è quello di tenere un voto di procedura entro le 16.15 italiane e un voto definitivo entro le 21.45, ossia appena prima della chiusura settimanale dei mercati valutari e un’ora prima della chiusura della Borsa Usa.

Al momento secondo la CNBC ci sono circa 18 membri del partito Repubblicano che voterebbero contro la riforma del sistema di assistenza sanitario Obamacare. Sarà una battaglia all’ultimo voto. Il numero “magico” da raggiungere per bloccare il disegno di legge dei Repubblicani è 22, ma quattro moderati hanno detto che si esprimeranno contro il testo controverso.

Se il testo di legge voluto dal governo per sostituire l’Obamacare non dovesse passare l’ostacolo del Congresso, rischia di aprire una crisi politica in seno al partito conservatore al governo, che gode anche di una maggioranza al Congresso, e di ritardare le misure pro crescita e pro azienda promesse da Trump. Il presidente ha dato un ultimatum ai membri del suo partito: se la proposta di modifica non passa lo scoglio della Camera, la legge Obamacare rimarrà in vigore e non verrà abrograta.

Daniele Chicca 24 Marzo 201715:59

I mercati azionari Usa sono speranzosi che alla fine il testo di riforma dell’Obamacare passerà lo scoglio della Camera.

Daniele Chicca 24 Marzo 201716:33

Sull’obbligazionario si respira invece una certa tensione. I rendimenti sui Treasuries a 10 anni sono in calo di 2 punti base al 2,40% dopo aver toccato i massimi del 2,435% a inizio seduta. Pesano le parole del membro del partito Repubblicano Rodney Davis secondo cui la prossima manciata di voti sarà quella più difficile da ottenere per assicurarsi il passaggio del testo sulla riforma dell’Obamacare alla Camera. La speranza è che il vice presidente Mike Pence riesca ad appianare le divergenze intestine al partito dei Conservatori.

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:28

Diego Della Valle ha investito un milione e mezzo di euro in Rcs e il titolo prende il volo a Piazza Affari. L’imprenditore è salito dello 0,3% nel capitale del gruppo editoriale, portandosi sopra il 7,3%. Il titolo, sospeso anche temporaneamente per eccesso di rialzo, è così balzato ai massimi del 2017.

Ieri, giovedì 23 marzo, Della Valle ha sborsato la somma in Rcs tramite la Di.Vi finanziaria e la Diego Della Valle & C. – come rivelano due comunicazioni di internal dealing. Il patron di Tod’s, la cui operazione non viene interpretata come ostile, ha versato 0,9572 euro ad azione, mentre oggi il titolo vale più di 1,1 euro. Gli altri soci azionisti del gruppo editore del Corriere della Sera acquistato da Urbano Cairo nel 2016, sono Mediobanca con il 9,93%, Finsoe (4,6%) e Pirelli/ChemChina (4,4%).

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:36

Tra le materie prime, il contratto sul petrolio Wti è in lieve rialzo a quota 47,7 dollari al barile attualmente. Sul valutario il tasso di cambio euro dollaro si attesta poco sopra quota $1,081. L’euro viene favorito dai dati sugli indici Pmi migliori delle stime in area euro.

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:41

Prima di archiviare il blog con la chiusura dei mercati europei, un breve aggiornamento dagli Stati Uniti, dove per via delle tensioni politiche in attesa del voto alla Camera sulla legge “Trumpcare” l’azionario, il dollaro e i rendimenti obbligazionari scambiano tutti in ribasso, in un mercato dove l’avversione al rischio si fa più pronunciata.

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:41

Piazza Affari chiude in lieve rialzo in linea con le altre borse europee. Il FTSE Mib segna +0,1% in chiusura. STM in cima trainata dalla performance della tedesca Infineon. Forti acquisti anche su Italgas dopo i conti e Generali (+1,8%). In calo invece Bper Banca, Buzzi e Unipolsai.

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:41

Borse europee deboli: l’Eurostoxx50 chiude a -0,22%. Vola Infineon (+9,53%) dopo aver aumentato l’outlook 2017 e sulla sua scia chiude in rialzo anche ASML Holding (+2,3%). Molto bene anche E.On (+1,4%). In deciso calo Ing Groep e Deutsche Bank. Giù anche gli assicurativi Allianz e Axa appesantiti in particolare dal -5% dell’olandese Aegon.

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:41

Piazza Affari in lieve rialzo in linea con le altre borse europee. Il FTSE Mib segna +0,1% in chiusura. STM in cima trainata dalla performance della tedesca Infineon. Forti acquisti anche su Italgas dopo i conti e Generali (+1,8%). In calo invece Bper Banca, Buzzi e Unipolsai.

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:42

Prima di archiviare il blog con la chiusura dei mercati europei, un breve aggiornamento dagli Usa dove per via delle tensioni politiche in attesa del voto alla Camera sulla legge “Trumpcare”, l’azionario, il dollaro e i rendimenti obbligazionari scambiano tutti in ribasso, in un mercato dove l’avversione al rischio si fa più pronunciata.

Daniele Chicca 24 Marzo 201717:43

Borse europee deboli: l’Eurostoxx50 chiude a -0,22%. Vola Infineon (+9,53%) dopo aver aumentato l’outlook 2017 e sulla sua scia chiude in rialzo anche ASML Holding (+2,3%). Molto bene anche E.On (+1,4%). In deciso calo Ing Groep e Deutsche Bank. Giù anche gli assicurativi Allianz e Axa appesantiti in particolare dalla flessione del -5% dell’olandese Aegon.