Bitcoin sulle montagne russe, grandi investitori lo scaricano e tornano sull’oro

24 Maggio 2021, di Mariangela Tessa

Il bitcoin resta sulle montagne russe, dopo che Cina e Stati Uniti hanno annunciato restrizioni nella regolamentazione e la conformità fiscale sulle criptovalute.

In mattinata, la regina delle valute digitali è torna sopra i 36 mila dollari ( $ 36.315,52), dopo che ieri ha segnato una flessione del 16% a $ 31.772. Si tratta di valori più che dimezzati rispetto ai picchi di aprile, quando la cripovaluta era ad un passo da $ 65.000.Bitcoin.

Bitcoin sull’ottovolante

La recente svendita di bitcoin rappresenta un’importante inversione di tendenza per la criptovaluta, che sembrava guadagnare consensi tra le principali banche di Wall Street e le società quotate in borsa. Questo mese, tuttavia, bitcoin è stato colpito da una serie di notizie negative da parte di alcuni tra i principali influencer e regolatori.

Tra questi il CEO di Tesla Elon Musk che, dopo aver contribuito ad alimentare il sentimento rialzista quando la sua azienda ha acquistato $ 1,5 miliardi di bitcoin, ha successivamente dato un duro colpo ai prezzi all’inizio di questo mese quando ha annunciato che la casa automobilistica aveva sospeso gli acquisti di veicoli utilizzando la criptovaluta per preoccupazioni ambientali. Musk ha successivamente inviato messaggi contrastanti sulla sua posizione su bitcoin, sottintendendo in un tweet che Tesla potrebbe aver venduto le sue partecipazioni, solo per chiarire in seguito che non lo aveva fatto.

Investitori lo scaricano a favore dell’oro

Anche le banche d’affari e i gestori hanno iniziato a tirare i remi in barca. Mentre Deutsche Bank afferma che il bitcoin è passato da “trendy a pacchiano”, un rapporto di JPMorgan ha mostrato che i grandi investitori istituzionali stanno scaricando bitcoin a favore dell’oro.

“L’asset class continua ad essere altamente volatile, con il potenziale di significativi movimenti di prezzo derivanti da un singolo tweet o commento pubblico”, ha spiegato l’analista di CIBC Stephanie Price in una nota giovedì.

Le criptovalute hanno continuato a scivolare mentre le autorità cinesi hanno anticipato una regolamentazione più severa sull’estrazione e il trading di criptovalute e il Tesoro Usa ha dichiarato di essere al lavoro per introdurre l’obbligo di segnalazione all’agenzia di riscossione americana (Irs) per qualsiasi transazione in criptovaluta il cui valore superi i 10mila dollari.

Secondo Coinbase, Bitcoin è cresciuto del 268% nell’ultimo anno. Ether, la seconda più grande criptovaluta, ha segnato un rialzo di oltre l’840%.