Bitcoin: cosa pensano gli analisti dell’attuale fase interlocutoria

14 Settembre 2021, di Massimiliano Volpe

Bitcoin: cosa pensano gli analisti dell’attuale fase interlocutoria

Anche il Bitcon, come i principali mercati azionari, è alle prese con una fase di consolidamento che dura da alcune settimane e gli analisti iniziano a guardare con apprensione gli attuali livelli. In particolare la regina delle criptovalute è di nuovo sotto pressione, una settimana dopo che è crollato del 17% dopo il suo debutto a El Salvador come moneta con corso legale.

Come ricorda Orlando Merone, Country Manager per l’Italia di Bitpanda  “ora in El Salvador il Bitcoin è una valuta di pagamento a tutti gli effetti, comparabile al dollaro americano, in circolazione nel Paese dal 2001. Beni, servizi e persino le tasse possono ora essere pagati usando BTC e ogni esercente deve accettarne l’uso come forma legale di pagamento. El Salvador ha acquistato i suoi primi 200 BTC un giorno prima che la legge entrasse in vigore, ottenendone poi altri 150 in seguito al recente calo dei prezzi”.

La decisione di El Salvador non sembra essere isolata e presto anche altri paesi potrebbero adottare il Bitcoin come valuta legale. Secondo quanto riportato dal quotidiano Kyiv Post entro il 2022 anche lUcraina prevede di aprire il mercato delle criptovalute alle imprese e agli investitori.

Bitcoin, cosa pensano gli analisti

Nonostante l’importante flusso di notizie il Bitcoin si trova vicino a 44.000 dollari, dove ha precedentemente trovato un forte livello di supporto.
Per Craig Erlam, analista di Oanda una rottura significativa di questo livello potrebbe essere una cattiva notizia per il trend di breve termine. Secondo l’analista da settimane il Bitcoin sta mostrando segni di cedimento, con un rally ormai privo di slancio e i minimi ripetutamente testati. Una rottura al rialzo di quota 50.000 dollari avrebbe potuto migliorare il sentiment ma invece, il Bitcoin è rapidamente crollato e sta lottando per trovare un nuovo livello di supporto. “Forse Elon Musk verrà di nuovo in soccorso” auspica l’analista.

Della stessa opinione anche eToro. Secondo Edoardo Fusco Femiano, market analyst di eToro “dopo essere arrivato a toccare il supporto di area 42.500 dollari, già testato il 6 agosto scorso, il grafico a 4 ore del Bitcoin evidenzia accumulazione con minimi crescenti di Rai e minimi decrescenti del prezzo, a conferma di quanto la criptovaluta stia cercando un supporto significativo su questi prezzi.
Solo una discesa sotto 42.500 indebolirebbe significativamente l’importanza dei segnali di consolidamento che stiamo osservando su questo timeframe.
Al rialzo le resistenze più significative sono in area 47.400, 50.160 e 52.500 dollari.